There are 55.039 boxer records, at least 536.089 bouts and 10.632 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

BLANDAMURA vs SORO: SFIDA EUROPEA DA KO

 

 

In palio la vacante cintura dei medi

L’italiano chiamato all’impresa impossibile.

Scarpa-De Prophetis, tricolore superleggeri.

Diretta dalle  23 su Deejay TV.

di Giuliano Orlando

Quando rintocca il gong al Teatro Principe di Milano, lo spettacolo è garantito. Dallo scorso dicembre, grazie all’iniziativa e alla passione di Alex Cherchi, figlio e fratello d’arte, la struttura è diventata il riferimento del pugilato di vertice in Italia. In sei mesi la “Principe Boxe Events” ha allestito cinque serate etichettate da titoli europei, silver e tricolori, nel segno di un crescente successo di spettacolo e pubblico. Di Rocco e Giacon hanno esaltato gli spettatori, come Moscatello e Caccia, lasciando la loro impronta nel segno del KO. Sulla stessa traccia si presenta la serata di odierna, probabilmente la più esplosiva per le caratteristiche dei protagonisti. Stavolta è in palio l’europeo vacante dei medi, una delle categorie più prestigiose, che nella storia italiana ha visto assurgere al titolo nomi indimenticabili come Frattini, Bosisio, Mitri, Duran e Benvenuti, oltre ai milanesi Valsecchi e Salvemini. Il veneto Cristian Sanavia è stato l’ultimo italiano, nel 2001. Da 14 stagioni aspettiamo l’erede. Lo attende in particolare il pubblico che affollerà la storica bomboniera di Viale Bligny, e i telespettatori che dalle 23 si collegheranno su Deejay Tv, ben sapendo che la sfida ha l’odore della polvere da sparo e questo stuzzica l’interesse degli appassionati, che identificano il KO come il gol nel calcio: una scarica di adrenalina.

Emanuele Blandamura e Michel Soro si stringono le mani amichevolmente
 
Il franco-ivoriano Michel Soru (26-1-1), arriva a Milano con la sicurezza di chi possiede le armi per vincere e mettere nel suo già ricco carnet, un altro trofeo importante. Soru ha 27 anni, un fisico asciutto e lo sguardo fiero di chi non teme nessuno. Aveva 13 anni, quando la famiglia si trasferisce dalla Costa d’Avorio e approda Lione in Francia. Buon dilettante, 27 incontri con 14 vittorie, sei pari e sette sconfitte. “I tre round mi stavano stretti, non riuscivo ad esprimere il potenziale, che è esploso nei professionisti, come dimostra l’ultima vittoria a maggio a Newark (Usa) quando ho messo ko al 4° round il più quotato Tapia, conquistando i titoli USBA e NABO WBO, nei superwelter”. Perché gioca in due categorie?: “Principalmente perché in quella più leggera non trovo avversari disposti ad affrontarmi. Quando dall’America, mi hanno contattato per Tapia, convinti di battermi, accettai perché ritenevo di avere la possibilità di poter combattere per il successo. Adesso infatti sono salito nel ranking della WBO e punto al mondiale. Da medio come campione europeo, ho un’ulteriore possibilità. Ho visionato alcuni filmati dell’italiano, bravo schermitore, ma penso di fare la differenza sul fattore potenza. Io faccio molto male”. Il romano nato a Udine Emy Blandamura (23-1), 35 anni, parte con questo handicap, che non è certo secondario e deve compiere l’impresa, superando il pronostico avverso. Per evitare la minaccia del pugno decisivo, nel repertorio di Soru, deve contrapporre l’anticipo e la precisione dei colpi, in particolare il sinistro, l’arma classica e una difesa attenta. Unendo mobilità senza soluzione di continuità, diversamente il risultato segnerebbe pollice verso. Compito difficilissimo. Non mancherà l’incitamento del pubblico che lo sosterrà per rendere possibile il miracolo. Match vietato ai deboli di cuore, da cardiopalmo, che giustifica il previsto esaurito. Blandamura esprime il suo giudizio: “Dopo un 2014, iniziato bene ma finito a schifio, per la perdita del nonno, il mio effettivo papà e la sconfitta a Manchester (Inghilterra) contro Saunders, in una situazione di equilibrio, che diverrà poi campione del mondo, spero che per la legge degli equilibri, possa cambiare il vento. So tutto del mio avversario, quindi sono consapevole di dover scalare una montagna senza guanti, a mani nude. Per questo ho lavorato duramente col maestro Massai per costruire il miglior match della carriera”. Sottoclou all’insegna del tricolore. Andrea Scarpa (17-2), torinese di Foggia, già titolare nei superpiuma, un longilineo (1.83), di 28 anni, dal destro che scotta, difende la cintura superleggeri contro il friulano De Prophetis (16-7) reduce da tre sconfitte. Per lui, sfida tutta in salita, anche se nella boxe i pronostici qualche volta vengono smentiti. Il pubblico si aspetta il KO, anche dal gigante di casa Rondena e dall’emergente ucraino Prodan, sui quali la OPI2000 conta per il rilancio della boxe a Milano. Il 50% dell’incasso verrà devoluto per costruire una scuola in Nepal da parte della onlus GVC Italia.
Programma. Europeo vacante medi: Emy Blandamura (23-1, kg. 71,9) c.. Michel Soro (Fra. 26-1-1, kg. 72.1); tricolore superleggeri: Andrea Scarpa (17-2, kg. 63) c. Emanuele De Prophetis (16-7, kg. 63); massimi leggeri: Rondena (4) c. Martinjak (Cro. 4-13-2) 6 t.; welter: Dabrowski (Pol. 6-1) c. Leskovic (Cro. 2-4) 6 t.; superwelter: Prodan (Ucr. 1) c. Kebet (Cro. 0-1) 4 t. Anteprima dalle 17 alle 19,30 neo pro. Leggeri: Grandelli-Calì; welter: Papa-Khalladi 4 t. Deejay TV si collega in diretta dalle 23.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 27 MAGGIO DEL 1959

Salvatore Manca sfida Salvatore Burruni di Priminao Michele Schiavone Il laziale Salvatore Manca ebbe due occasioni di competere per il campionato italiano dei pesi mosca, trovandosi sul ring come avv...

27/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 26 MAGGIO DEL 1984

Victor Callejas campione del mondo di Priminao Michele Schiavone Il portoricano Victor Callejas diventò campione iridato nella categoria dei pesi supergallo il 26 maggio 1984 a Guaynabo, sua ci...

26/05/2018

SOTTO QUELLE LUCI, ultimo libro di Luca Delli Carri

Interviste, tranche de vie, storie: un viaggio nel mondo della boxe. Con 29 tavole fuori testo. Veloce Club Milano asd 352 pagine con 29 tavole illustrate, di cui 24 fotografie di Vito Liverani e 5 di...

25/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 25 MAGGIO DEL 1974

Rodrigo Valdez piega Bennie Briscoe di Priminao Michele Schiavone Il colombiano Rodrigo Valdez fu l’unico pugile in grado di sottomettere prima del limite l’americano Bennie Briscoe. L&rsq...

25/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 MAGGIO DEL 1942

Egisto Peyre batte Carlo Orlandi di Priminao Michele Schiavone L'ottavo campione d'Italia dei pesi welter fu il trevigiano Egisto Peyre che il 24 maggio 1942 a Milano spodestò il locale Carlo O...

24/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 MAGGIO DEL 1943

Morabito è campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il calabrese Antonio Morabito divenne campione italiano dei pesi mosca il 23 maggio 1943, quando conquistò il vacante titolo de...

23/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 MAGGIO DEL 1970

Jorge Ahumada, il mondiale grazie al trasferimento di Priminao Michele Schiavone I pugili di valore assoluto nati in Argentina sono stati molti. Alcuni di essi hanno preferito emigrare per affermarsi ...

22/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 MAGGIO DEL 1966

Vargellini sconfigge Donati di Priminao Michele Schiavone Il forlivese Pietro Vargellini arrivò per la prima volta a combattere sulle 8 riprese il 21 maggio 1966 a Forlì, sua città...

21/05/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS