There are 54.970 boxer records, at least 535.565 bouts and 10.306 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

PER MARSILI LA GRANDE OCCASIONE CONTRO DIAZ

 

 

A Fiumicino in gioco il Silver WBC leggeri

Grazie agli sforzi della OPI2000 e del suo ammiratore, il cantautore dei Tiromancino, Federico Zampaglione.

Diretta dalle 23 su Deejay TV.

di Giuliano Orlando

Sabato 1 agosto 2015 – Quale Gamaliel Diaz (38-12-3) vedremo sabato sera a Fiumicino, contro Emy Marsili, in palio il vacante silver WBC leggeri, che vale il pass per il mondiale? Domanda importante, perché il messicano di Tacambaro è come la roulette russa. Non sai quando spara il colpo giusto o quello a salve.
 
 
Lo ha dimostrato lungo la lunga carriera, iniziata a 17 anni nel 1998, alternando vittorie e sconfitte a go-go. Nei primi dieci match ha diviso equamente le une con le altre, compresi un paio di ko. Ma Diaz, è anche quello con 16 vittorie e due pari tra il 2001 e 2005. Non è tetragono ai colpi. Robert Guerrero (2006) e Jorge Linares 2007), il venezolano residente in Giappone, attuale titolare WBC, lo spediscono al tappeto per il conto totale. Diaz è quello che sul ring di Tokyo nel 2012, scalza Takairo Ao, del quale Devis Boschiero ha un ricordo amaro, diventando campione del mondo superpiuma WBC. Dopo un 2013 da dimenticare, battuto da Takashi Miura che lo scalza e da Dante Jardon in Messico, ancora per ko, lo scorso settembre va a Manchester in casa di Anthony Crolla e gli impone il pari tecnico al 3° tempo. Quattro mesi addietro a Corona in California, cede al rampante Petr Petrov (36-4-2), russo residente in Spagna per le cinture americane WBA e WBO. Nel primo round mette Petrov al tappeto e nella settima ci finisce lui. Arriva in Italia per la prima volta e dalle dichiarazioni della vigilia non sembra mettere in conto la sconfitta. Semmai quasi una sufficienza nei riguardi di Marsili, che alle parole ha sempre preferito i pugni. In questo caso molto importanti, per la posta in palio e il tempo che scorre veloce, veloce. A 38 primavere, l’occasione è motivo di grande orgoglio, ma anche di un certo dispetto per non esserci arrivato prima. Emiliano Marsili, fa parte di quella schiera di pugili che si sono dovuti sudare ogni passo avanti. Nessun regalo, le conquiste (vedi titoli) raggiunte con la tenacia di chi ha conosciuto il duro pane quotidiano, sia nel lavoro che sul ring. Diciamo che il pugilato è stato la passione della vita, in simbiosi con la famiglia. Mentre il lavoro gli assicurava la tranquillità per proseguire su entrambi i fronti. Buon dilettante (43+13-2=), professionista a 26 anni, nel 2003, cinque anni dopo Diaz, ma quattro più avanti con l’età. Arriva alla prima opportunità italiana dopo 11 vittorie. Affronta a Grosseto il toscano Niro e a giudizio del pubblico stesso il migliore è il mancino di Civitavecchia. I giudici emettono un pari bugiardo che costa a Marsili qualcosa come quattro anni di attesa, prima di riprovare. Va a Brescia e il lanciatissimo Luca Marasco, campione imbattuto (15) conosce l’amaro della sconfitta per ko al nono round, e la perdita del titolo. Due difese positive contro Di Silvio e Gassani e l’avventura il 20 gennaio 2012 a Liverpool, contro il beniamino di casa Derry Mathews, che da previsto giustiziere diventa bersaglio di uno spietato Marsili, colpitore chirurgico, capace di chiudere il match alla settima tornata con l’inglese ridotto ad una maschera di sangue e indietro nel punteggio. Il trionfo imprevisto dal pronostico, gli porta in dote la cintura IBO, che il mondo riconosce. L’Italia va controcorrente e quindi agisce di conseguenza. Comunque Marsili, a 36 anni, diventa la speranza dei leggeri. La conferma arriva con l’opportunità europea il 9 marzo 2013, finalmente a Civitavecchia. Il giovane e talentuoso Luca Giacon (21) finisce clamorosamente ko al secondo round. Incredibile ascesa che Marsili cementa con quattro difese vittoriose. L’ultima il 24 gennaio a Bergamo, ritrovando il tentacolare magiaro Gyrogy Mizsey jr., che qualche mese addietro, complice una preparazione affrettata, lo aveva impegnato niente male. Nella città del Colleoni e del Caravaggio, Marsili torna implacabile e Mizsey finisce ko al settimo round. Questo il tracciato dei due protagonisti e anche l’opportunità da non perdere per Marsili di poter combattere a Fiumicino a due passi da casa. Nell’occasione oltre alla OPI2000 della famiglia Cherchi, determinante il contributo offerto dal cantautore Federico Zampaglione dei Tiromancino, che frequentando la palestra dove si allena Marsili, è rimasto colpito e affascinato dalla boxe e dal campione. Si è messo in gioco, come fa con la musica, puntando sul “ragazzo” di Civitavecchia. Zampaglione pur al debutto da promoter, ha dimostrato di essere ben cognito nel settore, presente alla mega sfida di Las Vegas tra Maywather e Pacquiao, ha dato giudizi molto precisi sia sul valore dei pugili come sui contenuti tecnici. Ha fiducia che Marsili la spunti e con lui gli appassionati italiani. Quelli che lo incoraggeranno dal vivo, come i tanti che tiferanno davanti allo schermo di Deejay TV, con inizio dalle 23. Come sarà il match? Sicuramente difficile nei primi round, dove Diaz punterà ad una soluzione veloce. Col proseguire, la linea tattica di Marsili, meno potente ma molto rapido e tempista, dovrebbe fare la differenza. Ma attenzione alle prime quattro-cinque tornate. L’attrice Claudia Gerini, compagna di Federico, farà da annunciatrice, dando un tocco gentile ad una serata di pugni, sia pure di qualità.  
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 OTTOBRE DEL 1964

La rivincita di Serti su Mastellaro di Priminao Michele Schiavone Uno dei pochi pugili che conquistarono il titolo italiano per la prima volta, al secondo tentativo, dopo aver perduto la cintura europ...

16/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 OTTOBRE DEL 1969

Carmelo Coscia, un campione di lungo corso di Priminao Michele Schiavone Uno di quei pugili che si spesero a lungo prima di arrivare all’appuntamento con il campionato italiano professionistico ...

15/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 OTTOBRE DEL 1983

A Milano, un programma, tre titoli di Priminao Michele Schiavone Quando il capoluogo lombardo poteva essere definito un baluardo dell’organizzazione pugilistica italiana, il promoter milanese Eg...

14/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 OTTOBRE DEL 1956

Guido Mazzinghi batte Marino Faverzani di Priminao Michele Schiavone La prima ed unica difesa del titolo italiano dei pesi medi sostenuta dal toscano Guido Mazzinghi avvenne il 13 ottobre 1956 a Milan...

13/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 OTTOBRE DEL 1974

Efisio Pinna vincitore in Sudafrica di Priminao Michele Schiavone Il pugile cagliaritano Efisio Pinna fu l’unico vincitore prima del limite del sudafricano Kokkie Oliver, che affrontò a J...

12/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, L'11 OTTOBRE DEL 1984

Luigi Marini, due volte campione nazionale di Priminao Michele Schiavone Tra i pugili che hanno conquistato più di una volta il titolo italiano si trova il marchigiano Luigi Marini che l'11 ott...

11/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 10 OTTOBRE DEL 1986

Claudio Nitti campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il tarantino Claudio Nitti tornò al successo dopo il fallito tentativo di conquistare la cintura italiana dei pesi superpiuma con u...

10/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS