There are 54.965 boxer records, at least 535.524 bouts and 10.274 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

ULTIMO SALUTO A GINO ROSSI

 

L’addio di Pordenone al "suo" Gino Rossi

di Alfredo Bruno

Sacile, 14.02.2013 – Si è spento all’età di 87 anni colui che per un decennio rappresentò la boxe di Pordenone sia in campo nazionale che in campo internazionale, parliamo di Gino Rossi (nella foto), un fisico d’acciaio, razza Piave, che iniziò come ciclista, ma poi scelse la boxe, anche perché dotato di un fisico robusto e resistente.
Il suo esordio da dilettante fu particolare: le stava prendendo di santa ragione da un pugile di Udine, quando al terzo round piazzò il destro per fermare l’aggressività dell’avversario, solo che il suo colpo fu potente e preciso e lo mise ko. L’arbitro si avvicinò a Rossi per alzargli il braccio, ma questi pensando di aver fatto qualcosa di male scavalcò le corde del ring e si rifugiò negli spogliatoi.
Fece una buona carriera dilettantistica ed esordì al professionismo nel 1951 con il maestro Nino Tiralongo. Gino non storceva mai la bocca quando gli veniva proposto un avversario, batterlo significava per il suo vincitore un ottimo trampolino di lancio. Disputò un centinaio di match: molte vittorie, ma anche molte sconfitte con gente di valore e con verdetti che lasciavano a desiderare.
Dopo aver battuto il forte pugile anziate Spallotta a Bologna, fu chiamato a Tunisi per saggiare le ambizioni di Germinal Ballarin, un italo-francese dalla potenza micidiale. I presenti aspettavano la sconfitta prima del limite di Rossi, ma chi rischiò fu Ballarin che si salvò grazie alla sua esperienza e qualche aiuto di troppo da parte dell’arbitro. Il verdetto fu fischiatissimo e a Liverpool il friulano risolse il problema frantumando il quotato Billy Ellaway alla quinta ripresa, quando l’arbitro viste le condizioni dell’inglese lo rimandò all’angolo. Il ritornello dei fischi assordanti accadde anche a Ginevra dove Claude Milazzo, uno dei migliori medi europei, ricevette una vera e propria lezione salvandosi grazie al “terzo” uomo.
Una sola volta Gino Rossi ha avuto la possibilità di battersi per il titolo italiano. Il match con Italo Scortichini si disputò a Milano in una mega riunione dove c’erano Loi-Nevarez, Bozzano-Maxim. Vinse di misura il fabrianese che in America aveva costretto al pari Carmen Basilio.
Il pugile di Pordenone incontrò i migliori dell’epoca come Pat Mc Ateer, Les Allen, Andrè Drille, Bruno Fortilli, Francesco Fiori, Giovanni Biancardi, Carlo Duran.
Al Palais des Sports di Parigi fece vedere i sorci verdi a Pierre Langlois, il migliore dopo Charles Humez in Francia, e che in una lunga tournèe in America aveva battuto tra gli altri Joe Giardello e Rocky Castellani. Il verdetto fu fischiatissimo.
Nel 1962 alla bella età di 37 anni fu opposto al vincitore delle Olimpiadi di Roma, quel Nino Benvenuti che veniva da 23 successi consecutivi. Scenario di questa sfida tra passato e presente fu il Castello di San Giusto a Trieste. Molti considerarono questo match come il più bello di tutta l’annata. Si presentò un Benvenuti, preparatissimo perché conosceva le difficoltà che l’incontro comportava. Il ritmo fu molto sostenuto: la grande tecnica di Benvenuti si contrapponeva all’indomabile coraggio del pordenonese. Alla fine molti applausi per tutti e due.
Tra il 61 e il 64 rare le vittorie, ma con lui c’era sempre la garanzia di un match tribolato per l’avversario, a Rossi non importava il verdetto, si accontentava degli applausi avendo la consapevolezza di aver dato sempre tutto. Un male tremendo lo assillava da una decina d’anni e pochi giorni fa la fine, l’ultimo round consumato tra l’affetto dei suoi familiari. La roccia aveva ceduto, ma non il suo ricordo nel cuore dei pordenonesi.
 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 25 SETTEMBRE DEL 1974

Freschi supera Bergamasco di Priminao Michele Schiavone L’udinese Bruno Freschi divenne campione italiano dei pesi superleggeri al secondo tentativo il 25 settembre 1974 a Forni di Sopra, in pro...

25/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 SETTEMBRE DEL 1964

Brandi batte Lopopolo di Priminao Michele Schiavone L’aretino Piero Brandi realizzò la sua sagace e penetrante prestazione della carriera professionistica la sera del 24 settembre 1964, q...

24/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 SETTEMBRE DEL 1958

Baccheschi sconfigge Mazzola di Priminao Michele Schiavone Il terzo appuntamento sul ring tra il toscano Domenico Baccheschi ed il lucano Rocco Mazzola ebbe luogo a Civitavecchia il 23 settembre 1958,...

23/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 SETTEMBRE DEL 1935

Magnolfi vincitore di Negri di Priminao Michele Schiavone Il fiorentino Alfredo Magnolfi divenne campione italiano dei pesi gallo la seconda volta il 22 settembre 1935, nella sua città, quando ...

22/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 SETTEMBRE DEL 1962

Fabio Bettini, romano campione di Francia di Priminao Michele Schiavone Il pugile Fabio Bettini godette di due cittadinanze, prima quella italiana per la sua nascita a Roma, poi la francese per scelta...

21/09/2017

'TORO SCATENATO' HA PERSO L'ULTIMA BATTAGLIA

LaMOTTA MORTO A 96 ANNI DOPO BREVE MALATTIA di Primiano Michele Schiavone Mercoledì 20 settembre 2017 – Dagli Stati Uniti è rimbalzata la notizia della morte dell’ex ca...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 SETTEMBRE DEL 1942

Roberto Proietti, tre volte europeo di Priminao Michele Schiavone In un passato alquanto lontano capitò più volte che due italiani si affrontarono per la disputa di due campionati, cosa ...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 SETTEMBRE DEL 1970

Zampieri su Proietti per ferita di Priminao Michele Schiavone Sono molti i casi in cui un pugile si afferma su un altro con il medesimo risultato prima del limite, nella stessa ripresa. Uno di questi ...

19/09/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS