There are 54.971 boxer records, at least 535.570 bouts and 10.312 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

BENVENUTI, CHI VIETA LA BOXE IN TV SI VERGOGNI

 

 

Tv: Benvenuti, chi vieta boxe si vergogni

(ANSA) - ROMA - ''Chi ha preso questa decisione assurda, e che mi addolora, deve vergognarsi. Che vuol dire tutelare i minori? Allora un minore che fa boxe e' forse un deviato? Per questa decisione sarebbe da schierarsi con le armi in pugno, non posso accettarlo''. Nino Benvenuti proprio non riesce a capire la posizione di chi, in Rai (testata per la quale Benvenuti ha lavorato come commentatore tecnico), ha deciso di proibire la trasmissione in prima serata del pugilato e di altri 'sport da combattimento'.

Fontewww.corriere.it/notizie-ultima-ora/Sport/Benvenuti-chi-vieta-boxe-vergogni/27-09-2012/1-A_002823513.shtml

Cammarelle: boxe educa più di certa tv

'Decisione Rai assurda, noi insegniamo valore fatica e sacrifici'

(ANSA) - ROMA, 27 SET - ''E' una decisione assurda, incomprensibile, visto che discipline come la mia, la lotta, il judo e il taekwondo sono tutto tranne che violente. Sicuramente sono piu' educative di certi programmi in tv''.

Olimpiadi Londra 2012, pugilato: Roberto Cammarelle vola in finale.

Roberto Cammarelle, il pugile 'scippato' dell'oro dei supermassimi ai Giochi di Londra, e campione nel 2008 a Pechino, non riesce a capire la decisione della Rai di non trasmettere piu' certe discipline in prima serata a tutela dei minori. ''Noi insegniamo fatica e sacrifici'', aggiunge.

Fontewww.ansa.it/web/notizie/rubriche/altrisport/2012/09/27/Cammarelle-boxe-educa-piu-certa-tv_7541038.html

Rai, no alla Boxe in tv. Petrucci: Scelta assurda

La televisione pubblica avrebbe deciso di non trasmettere in prima serata gli sport di combattimento come pugilato, judo, lotta e taekwondo. «Apprendo la notizia con incredulità e sbigottimento, si tratta di un atto gravissimo e inaudito» il commento del numero 1 dello sport.

ROMA - "Apprendo con incredulità e sbigottimento che la Rai ha deciso di non trasmettere più in prima serata sport olimpici come pugilato, judo, lotta e taekwondo, per un presunto e incomprensibile rispetto delle 'fasce protette' e per tutelare i minori": è durissima la reazione del presidente del Coni, Gianni Petrucci, in merito alla notizia anticipata oggi dal Corriere della Sera sulla decisione della Rai di non trasmettere in prima serata gli sport di combattimento.
 
ATTO GRAVE E INAUDITO - "Si tratta di un atto gravissimo e inaudito - ha aggiunto il numero 1 dello sport italiano -, per il quale chiedo al Presidente Tarantola, al Direttore Generale Gubitosi e al Direttore di Rai Sport De Paoli un immediato cambio di strategia perchè tale decisione rappresenta un affronto alla storia dell'olimpismo e dello sport italiano, nonchè l'esatto contrario di quello che viene normalmente definito 'servizio pubblico'". "Inoltre, vietando ai minori la visione di tali sport - ha sottolineato ancora Petrucci - si offende anche il senso comune e l'intelligenza di quei genitori che, sull'onda dell'entusiasmo dei recenti Giochi Olimpici di Londra, dove queste quattro discipline hanno contribuito al medagliere azzurro con sei podi (pari al 21,4%), hanno portato in massa i loro figli ad iscriverli nelle palestre di tutt'Italia di pugilato, judo, lotta e taekwondo". "La crescita di nuovi tesserati in tali sport - ha concluso - procede amaramente di pari passo con l'assurdità di certe scelte di ottusa burocrazia che lo sport italiano respinge con fermezza e di cui avremmo fatto volentieri a meno".
 
PRESIDENTE FPI SCRIVE A DG RAI - "Sono ancora incredulo per la spiacevole vicenda che apre le porte ad una discussione condivisa da chi ama lo sport e lo pratica con grande passione. È un colpo basso al pugilato italiano che ha sempre collaborato con grande entusiasmo e disponibilità con Rai Sport instaurando un rapporto che negli anni ha permesso ad entrambi di crescere nel rispetto delle reciproche professionalità". Il presidente della federazione pugilistica italiana (Fpi) Franco Falcinelli, che è anche presidente della commissione tecnica dell'Aiba, l'ente mondiale della boxe olimpica, esprime "il più totale dissenso in merito all'ultima direttiva della Commissione Coordinamento Palinsesti Rai, su indicazione della Commissione di Vigilanza, che prevede l'embargo degli eventi pugilistici con messa in onda in seconda serata sulle emittenti di Rai Sport, nello specifico a partire dalle ore 22.30". "E poi, sulla scia dei successi che il pugilato italiano ha ottenuto ai Giochi di Londra 2012 - continua Falcinelli -, sottolineati a gran voce dalle emittenti Rai, trovo illogico e fuori luogo, direi quasi paradossale, che il pugilato venga penalizzato proprio da chi continua a fare audience con i nostri medagliati olimpici invitati in importanti trasmissioni Rai".
Falcinelli ha quindi deciso di scrivere una lettera al direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, per fargli presente che "associare una disciplina sportiva ed olimpica come il Pugilato a manifestazioni di tipo violento è sconcertante e degna di una ignoranza culturale che la Rai in quanto servizio pubblico non può tollerare. Inoltre quanto deciso dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e sancito nell'art.10 comma 2 "Tutela dei minori nella programmazione televisiva" della Legge del 3 maggio 2004 non fa riferimento nè al pugilato, nè ad altri sport di combattimento". Secondo Falcinelli si tratta di "un'interpretazione sbagliata di quelli che sono i parametri di una formale censura o forse semplicemente l'intuizione dettata da un retaggio culturale ormai obsoleto e fuori moda". "La pregherei di informare i suoi collaboratori - scrive ancora Falcinelli a Gubitosi - che il pugilato è lealtà, educazione al rispetto delle regole e dell'avversario, è verità della competizione ed è uno sport 'pulito' da consigliare alle giovani generazioni per migliorarne le qualità morali ed umane. Vorrei evidenziare quanto il pugilato non sia stato mai protagonista di episodi di violenza sul campo, come invece siamo abituati ormai a vedere nell'ambito di altri sport. Anche in Italia, da molti anni, il pugilato educativo oramai è una realtà tangibile. Le esperienze avviate negli Istituti di Pena e Rieducazione di Firenze, Roma, Torino, Milano, Napoli e Airola e negli Istituiti Scolastici e nelle Università, con l'introduzione di corsi nelle scuole medie superiori e presso le Facoltà di Scienze Motorie, rappresentano per noi una vittoria culturale di grande importanza. Esempio della nuova considerazione umanistica della boxe è l'istituzione del Corso di Avviamento al Pugilato di 15 futuri sacerdoti al Seminario di Bergamo promosso da Don Alessandro Messi". Intanto però la decisione della Rai provoca una prima conseguenza a livello pugilistico: "a Londra con l'introduzione e il successo del pugilato femminile - spiega Falcinelli - siamo andati oltre il raggiungimento delle pari opportunità ed abbiamo dimostrato il valore tecnico delle atlete e la riconferma del pugilato come sport per tutti. E ora trovo quindi alquanto discutibile la scelta di relegare in seconda serata la messa in onda di un evento come i Campionati Italiani Femminili che per giunta era stato programmato nel palinsesto di Rai Sport in 'prime time'". 

Fontewww.corrieredellosport.it/altri_sport/pugilato/2012/09/27-268010/Rai,+no+alla+Boxe+in+tv.+Petrucci%3A+Scelta+assurda

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 OTTOBRE DEL 1979

John Tate vincitore di Gerrie Coetzee di Priminao Michele Schiavone Il primo campionato del mondo disputato in Sudafrica da pesi massimi fu ospitato a Pretoria il 20 ottobre 1979, combattuto tra il pu...

20/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 OTTOBRE DEL 1984

Mike McCallum, tre corone iridate di Priminao Michele Schiavone Dagli anni ’80 del secolo passato si è assistito alla crescita del numero di pugili che hanno voluto superare i primati di ...

19/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE DEL 1968

Vittorio Saraudi sconfigge Giovanni Biancardi di Priminao Michele Schiavone Il terzo campione italiano di Civitavecchia fu Vittorio Saraudi, figlio di Carlo, precursore del pugilato nella città...

18/10/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE BELLOISE

Al secolo Michele Belloise di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La famiglia Belloise ebbe dieci figli, quattro femmine e sei maschi. Di questi tre divennero pugili: Mike, Steve e Sal. Gli ultimi ...

18/10/2017

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 OTTOBRE DEL 1964

La rivincita di Serti su Mastellaro di Priminao Michele Schiavone Uno dei pochi pugili che conquistarono il titolo italiano per la prima volta, al secondo tentativo, dopo aver perduto la cintura europ...

16/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 OTTOBRE DEL 1969

Carmelo Coscia, un campione di lungo corso di Priminao Michele Schiavone Uno di quei pugili che si spesero a lungo prima di arrivare all’appuntamento con il campionato italiano professionistico ...

15/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS