There are 55.017 boxer records, at least 535.932 bouts and 10.438 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

LA GALASSI CONVINCE, FRAGOMENI MENO

 

 

Kentikian vittoria col dubbio, il polacco Wlodarczyk troppo forte

di Giuliano Orlando

Alla Porsche Arena di Stoccarda in Germania, la campionessa europea Simona Galassi ha sfidato l’armena Susi Kentikian (32-2-1nc) che metteva in palio la cintura WBC dei mosca. Contrariamente ai pronostici, l’andamento del confronto è stato di grande equilibrio, con la mancina italiana bene in linea capace di contrastare una rivale più giovane, molto mobile ma anche meno precisa e molto ripetitiva. Dieci riprese con alterni vantaggi, altro che superiorità della titolare. A dirla tutta la Galassi è stata superiore tecnicamente, ha messo i colpi migliori, anche se meno numerosi, mentre la Kentikian cercava di fare la differenza nei clinch, picchiando anche dietro la nuca, quasi sempre per linee esterne. Complimenti sinceri alla romagnola, che a 41 primavere ha dimostrato di poter dire ancora la sua a livello assoluto. Preparata perfettamente, dando merito ad Alessandro Duran che ha saputo stimolarla anche sul piano psicologico. Si capiva che era determinata e aveva voglia di vincere. Purtroppo il verdetto le ha negato il sogno. Ma ci chiediamo come due giudici possano aver segnato in buonafede 98,5-94 e ancor più uno scandaloso 99-91,5, il terzo si limitava ad un 97-95,5 che comunque restava casalingo. A questo punto ci si chiede cosa doveva fare per scalzare la campionessa. Solo con un ko poteva realizzare la conquista. Detto questo nessuno ha mosso critica su questo continuo scandalo dei giudici in Germania. Ci si limita a prendere atto. Mah. D’altronde è uno dei pochi paesi d’Europa dove si ottengono borse alte. Un ricatto? Di certo, un prezzo alto da pagare. Accettato senza reagire. Nella stessa serata, lo stagionato Felix Sturm (38-3-2) 34 anni, origini bosniache, ha conquistato per la quarta volta il mondiale medi. Lo ha tolto all’inglese Darren Barker (26-2) che era giunto in Germania, sicuro di tornare a casa con un bel gruzzolo di euro e la cintura. I soldi li ha presi, ma la cintura l’ha lasciata a Sturm. Stavolta senza l’aiuto dei giudici, avendo vinto per ko al secondo round.

Giacobbe Fragomeni e Simona Galassi alla vigilia delle sfide mondiali

A Chicago non è bastato il cuore di Giacobbe Fragomeni (31-4-2) per scavalcare il "diablo" polacco Krzysztof Wlodarczyk (49-2-1) campione cruiser WBC dal 2010, proprio a spese dell’italiano. Era la terza sfida, interrotta al sesto round, su parere del medico, che ha ritenuto la ferita allo zigomo sinistro di Fragomeni, pericolosa in caso di proseguimento. Al momento i tre giudici avevano vantaggi diversi, tutti per il campione. E il solco si sarebbe ampliato, perché la tematica del confronto, dopo i primi due round in cui l’italiano si era mosso bene in avanti, colpendo e non restando statico, tenendo testa al rivale, dalla quarta la musica cambiava completamente. Il diablo iniziava ad azionare lo smisurato sinistro, doppiato col destro, mandando a vuoto l’italiano, coraggioso a non cedere ma inferiore nelle repliche e sempre più prevedibile, nonostante dimostrasse un condizione atletica eccellente, per un pugile di 44 anni. Doveroso fare i complimenti al maestro Maurizio Zennoni, che ha portato Giacobbe al meglio della condizione. Purtroppo aveva di fronte un rivale che anche nei massimi ha una struttura impressionante, è bravo e dinamico, ha 29 anni, al top del rendimento. Infatti ha fatto sapere di voler affrontare i campioni delle altre sigle, con molte possibilità di uscirne vincitore. Personalmente ho grande stima per Fragomeni, fenomenale per la sua storia, la capacità di uscire dall’anonimato e salire fino in cima al mondo, nonostante il passaggio nei pro, in non più verde età. Proprio per questo, mi auguro che ripensi alla voglia di proseguire, come ha dichiarato. Perché dico questo? La boxe di Fragomeni, brevilineo dalle leve modeste, è dispendiosa e quindi rischiosa. Deve sempre avanzare, quindi soggetto ai colpi. A livello mondiale non ritengo abbia possibilità di successo, anche se riceverà applausi per il temperamento e la generosità. Potrebbe puntare all’Europa, una strada nella quale sicuramente può ancora dire la sua, ma il mercato non è quello americano. Questo il mio pensiero. Nel mondo della boxe ha sicuramente opportunità di restarci.
 
Sabato prossimo altri due italiani combattono all’estero. Si tratta di Leo Bundu (29-0-2) e Brunet Zamora (25-1-2). Il primo mette in palio l’europeo welter contro Lee Purdy (20-4-1), il secondo tenta di catturare l’intecontinentale IBF leggeri a spese di Kevin Mitchell (35-2). Anche in questo caso si dovrà stravincere per ottenere la posta.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

Archive

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TIPPY LARKIN

Al secolo Antonio Pilleteri di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tippy Larkin, nato con il nome di Antonio Pilleteri, è stato considerato uno dei più abili pugili italo-americani, quasi all...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 GENNAIO DEL 1981

Marvelous Marvin Hagler, prima difesa mondiale di Priminao Michele Schiavone La prima messa in gioco del titolo mondiale ‘undisputed’ dei pesi medi da parte dello statunitense Marvin Hagle...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 GENNAIO DEL 1969

Roy Jones Jr emette il primo vagito di Priminao Michele Schiavone Nella città statunitense di Pensacola, Florida, il 16 gennaio 1969 vide la luce Roy Jones Jr, futuro campione di pugilato, iscr...

16/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 GENNAIO DEL 1954

Antonini debutta a Ginevra di Priminao Michele Schiavone Il pugile umbro Franco Antonini compì la prima trasferta estera il 15 gennaio 1954, affrontando a Ginevra, Svizzera, il francese Simon P...

15/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 GENNAIO DEL 1961

Paul Pender piega Terry Downes di Priminao Michele Schiavone Come campione mondiale dei pesi medi l’americano di origine irlandese Paul Pender si trovò ad affrontare il 14 gennaio 1961 a ...

14/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 GENNAIO DEL 1950

Ivano Fontana si affaccia al professionismo di Priminao Michele Schiavone Il 13 gennaio 1950 segnò l'avvio della carriera a torso nudo di Ivano Fontana, teramano di Mutignano trasferitosi a Luc...

13/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 GENNAIO DEL 1955

Gavino Furesi sfidante al campionato italiano di Priminao Michele Schiavone Un altro pugile sardo che lottò strenuamente prima di avere l’occasionee di competere per un titolo nazionale p...

12/01/2018

LA BOXE IN LUTTO PER GIOVANNI GIRGENTI

Nobile figura del pugilato siciliano Articolo di Gianni Virgadaula Fonte: Alfredo Bruno 2out Giovedì 11 gennaio 2018 -- Oggi la boxe italiana è in lutto per un uomo tranquillo che aveva d...

11/01/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS