There are 54.990 boxer records, at least 535.762 bouts and 10.353 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

TRE MONDIALI A GREENWICH, OTTIMA SERATA LONDINESE

 

 

Vittorie per Brook, Selby e Joshua; bella prova per Kevin Mitchell

Successi anche per Cleverly, Blackwell, Cardle e Ryan

Londra, Inghilterra, 30 maggio 2015 – L’imbattuto inglese Kell Brook, 35-0-0 (24), ha mantenuto la cintura IBF dei pesi welter nella sfida volontaria concessa al connazionale Frankie Gavin, 22-2-0 (13), imponendosi per fuori combattimento tecnico a 2:52 della sesta ripresa. Brook, impegnato nella terza sfida iridata, ha saputo dosare la sua vasta portata senza strafare, pilotando il mancino avversario alla capitolazione finale a metà della corsa prevista sulla distanza delle 12 riprese.
 
L'attacco ordinato di Kell Brook portato a Frankie Gavin
 
Gavin, sconfitto ai punti da Bundu nell’estate del 2014, aveva rinunciato da pochi giorni al confronto EBU con il campione Gianluca Branco per giocarsi la sua prima carta mondiale.
 
L’altro inglese in programma, il leggero Kevin Mitchell, 39-3-0 (29), non è riuscito nell’impresa di strappare la cintura WBC delle 135-libbre al venezuelano “El Niño de Oro” Jorge Linares, 39-3-0 (26): è andato vicino al risultato sorprendente quando ha imposto al campione un atterramento nella quinta ripresa, ma ha dovuto tirare i remi in barca alla distanza, quando la migliore condizione del sudamericano ha sovvertito l’ordine del vantaggio.
 
Scambio ravvicinato tra Kevin Mitchell e Jorge Linares
 
Alla fine del nono round l’inglese era avanti sui cartellini di due giudici, mentre era considerato in linea con l’avversario per il terzo giudice. Nel decimo round il venezuelano ha intensificato le sue azioni potenti obbligando l’inglese a toccare il tappeto; dopo il conteggio l’attacco del campione ha richiesto l’intervento liberatorio dell’arbitro, quando mancavano soli 3 secondi alla fine della tornata.
 
Lo scontro tra Lee Selby ed Evgeny Gradovich
 
Molto meglio ha fatto il gallese Lee Selby, 21-1-0 (9), che si è imposto al campione IBF dei pesi piuma Evgeny Gradovich, russo residente in California, per decisione tecnica nell’ottavo round.
Un fortuito scontro di teste ha procurato una ferita sull’occhio destro di Gradovich, 19-1-1 (9), ed il conseguente stop del medico. La lettura dei cartellini ha espresso il vantaggio accumulato dal pugile britannico: due 79-73 ed un 80-72. Così Selby si è guadagnato il titolo di campione IBF dei pesi piuma.
 
Featherweight Lee Selby (21-1, 9 KOs) outclassed and dethroned previously unbeaten IBF featherweight champion Evgeny Gradovich (19-1-1, 9 KOs). The bout was halted at the start of round eight due to a cut over Gradovich’s right eye. Selby won by technical decision 79-73, 80-72, 79-73.
 
L'aggressione di Anthony Joshua a Kevin Johnson
 
L’invitto peso massimo inglese Anthony Joshua, vincitore della medaglia d’oro alle ultime olimpiadi nella massima divisione di peso, ha mostrato ulteriori progressi nella sua ascesa internazionale tra i prizefighters, dispiegando tutta la sua artiglieria d’attacco contro il competente americano “Kingpin” Kevin Johnson, 29-7-1 (14), mantenendo la cintura WBC International. Benché reduce da tre sconfitte consecutive, il 35enne statunitense era considerato un test importante per il lanciato pugile britannico, perché mai era rimasto vittima della potenza avversaria: nemmeno Vitali Klitschko vi era riuscito nel confronto del 2009 per il titolo WBC dei massimi. Contro Joshua, 13-0-0 (13), nulla ha potuto opporre, purtroppo per lui, e per la prima volta ha conosciuto l’onta della sconfitta prima del limite. Il vincitore ha manifestato ancora una volta le sue eccezionali doti di combattente, di strenuo ed implacabile demolitore, deciso ad imporsi senza concedere sconti all’avversario di turno. Dopo due atterramenti, il secondo giunto sul finire della prima ripresa, Johnson è stato fermato a 1:22 del secondo round mentre era in procinto di ripiombare nuovamente sulla stuoia. Joshua ha dimostrato tanta classe unita ad indubbia potenza in tutte le sue apparizioni a torso nudo, dove non ha incontrato finora una opposizione decisa a contrastare il suo cammino. Sarà interessante vedere la sua tenacia di fronte ad avversari capaci di osteggiare la sua furia selvaggia. Solo allora avremo il testo decisivo per valutare compiutamente tutte le qualità di un campione.
 
Nathan Cleverly dopo una un anno di permanenza tra i pesi massimi-leggeri ha fatto ritorno nella sua più congeniale categoria di peso dei mediomassimi, nella quale ha posseduto la cintura mondiale WBO, demolendo in 24 secondi il supermedio ceco Tomas Man, 13-9-1 (8). Il gallese Cleverly,  29-2-0 (14), è tornato alla vittoria dopo la sconfitta ai punti in 12 riprese, con verdetto diviso, subita per mani dell’inglese Tony Bellew al limite dei pesi cruiser.
 
La vacante cintura Britannica dei pesi medi è andata al’inglese Nick Blackwell, 17-3-1 (7), vincitore per knockout tecnico a 2:36 della settima ripresa del connazionale mancino connazionale John Ryder, 20-2-0 (12).
 
L’altro titolo Britannico vacante, al limite dei pesi leggeri, è andato all’imbattuto inglese Scott Cardle, 18-0-0 (5), dopo 12 riprese disputate con l’invitto guardia destra gallese Craig Evans, 14-1-0 (3). Il verdetto è stato deciso all’unanimità da tre equanimi cartellini: 116-112. I due pugili hanno finito il confronto con ferite agli occhi: Evans ha riportato un taglio all’occhio sinistro nella seconda ripresa mentre Cardle ha subito la stessa sorte all’ottavo tempo.
 
Tra i pesi superleggeri l’inglese Dave Ryan, 17-8-0 (4), ha tolto al connazionale John Wayne Hibbert, 15-3-0 (9), la cintura WBC International ed ha mantenuto il suo titolo Commonwealth. L’incontro è stato fermato a 2:00 del nono round dopo due atterramenti sofferti da Hibbert. Il vincitore non ha avuto vita facile ed ha toccato il tappeto due volte: nella terza frazione e nell’ottava.
 
Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 NOVEMBRE DEL 1985

Giampiero Pinna vincitore di Mario Bitetto di Priminao Michele Schiavone Il sassarese Giampiero Pinna, divenuto campione italiano dei pesi mosca al terzo tentativo, il 17 novembre 1985, a Vercelli, so...

17/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 NOVEMBRE DEL 1967

Franco Innocenti supera Antonio Villasante di Priminao Michele Schiavone L’aretino Franco Innocenti tornò al successo il 16 novembre 1967, nella sua città, dove affrontò l&r...

16/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 NOVEMBRE DEL 1973

Giorgio Braconi sconfigge Cosimo Convertino di Priminao Michele Schiavone Il bresciano Giorgio Braconi per accedere al campionato italiano dei pesi superleggeri dovette disputare una semifinale al tit...

15/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 NOVEMBRE DEL 1970

Luciano Sarti vince contro Mario Lamagna di Priminao Michele Schiavone Il padovano Luciano Sarti divenne campione d’Italia dei pesi medi il 14 novembre 1970, nella sua città, dove vinse s...

14/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 NOVEMBRE DEL 1977

Giancarlo Usai batte Vincenzo Quero a Rimini di Priminao Michele Schiavone La seconda stagione come campione italiano dei pesi leggeri del sardo Giancarlo Usai fu proficua rispetto alla precedente, qu...

13/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 NOVEMBRE DEL 1949

Belardinelli batte Fattori per il titolo di Priminao Michele Schiavone Il 12 novembre 1949, nella sua Roma, il campione italiano dei pesi mosca Otello Belardinelli difese per la prima volta la sua cin...

12/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, L'11 NOVEMBRE DEL 1967

Mirko Rossi supera Armando Pellarin di Priminao Michele Schiavone Il miglior anno professionistico di Mirko Rossi, veneziano di nascita cresciuto a Genova, fu l’ultimo della sua carriera, quando...

11/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 10 NOVEMBRE DEL 1956

Aristide Pozzali, verifica continentale di Priminao Michele Schiavone Il peso mosca cremonese Aristide Pozzali lasciò il titolo italiano dei professionisti per indirizzare tutti i suoi sforzi v...

10/11/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS