There are 56.981 boxer records, at least 541.814 bouts and 9.705 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

WSB: L'ITALIA SFIORA LA VITTORIA AD ALMATY

 

 

Defraudata in Kazakistan

Ottima prova d'assieme dei Thunder, che vincono con Barnes e Mangiacapre.

Conlon avrebbe meritato la vittoria. Sconfitti Munno e Spahiu.

di Giuliano Orlando

L’Italia Thunder lascia Almaty, dopo il confronto col Kazakistan dominatore del girone B, col rimpianto di una sconfitta di misura, che avrebbe potuto essere un 3-2 in positivo. Nei precedenti incontri interni, gli Astana Arlans, avevano sempre liquidato la pratica con secchi 5-0. Stavolta il quintetto azzurro ha superato sia il pronostico che le attese.

WSB-logo

I padroni di casa si presentano con la squadra migliore del momento, puntando su un largo successo. Ma i conti fatti in anticipo non sempre tornano. Inizia l’irlandese Barnes a mettere pressione su un Zhussupov, consapevole di non dover accettare lo scambio, ragion per cui il kazako si muove moltissimo, gira attorno e cerca di sfruttare la lunghe leve. La tattica è giusta, ma Barnes ha un tale volume di fuoco che neppure questo folletto riesce a evitarlo. Bastano pochi attimi per riprendere fiato e Barnes scarica serie pesanti che aumentano col passare dei round. Il successo dell’irlandese è netto. C’è più equilibrio nei 56 kg. tra Yeralyev, bronzo iridato 2013 e l’altro irlandese Conlon. I due hanno boxe speculare, giocano sull’anticipo e sui riflessi. Il locale è veloce, ma non trova sempre bersaglio, mentre il rivale ha miglior scelta di tempo e sfrutta bene gli spostamenti laterali per colpire e uscire dalle repliche. Lungo i cinque round il vantaggio di Conlon è abbastanza concreto, ma solo un giudice lo premia (50-45), mentre gli altri due (48-47, 49-47) si lasciano attrarre dall’aria di casa. Per la precisione, il match viene interrotto quando manca meno di un minuto al termine, con l’azero ferito dopo uno scontro di teste. La decisione è ininfluente sul risultato, con due giudici per l’azero e il terzo per Conlon. Una vittoria rubacchiata, che purtroppo diventa determinante nel risultato finale. Un Mangiacapre (64) in palla, rapidissimo e preciso, non consente a Ualikhanov la minima speranza di poter superare un rivale che lo sovrasta in tutti i temi. La boxe dell’italiano è deliziosa nella sua finezza, al punto che i kazaki alla fine lo applaudono caldamente. Gli altri due confronti segnano giustamente due vittorie previste per i padroni di casa. Nei medi, Munno non sfigura, ma di fronte ad un Nursultanov non certo imbattibile, un pizzico di determinazione e cattiveria in più, poteva portare alla vittoria. Così non è stato e l’azero, giustamente, ha vinto. Dura meno di   due riprese la sfida tra Levit, il miglior massimo azero, titolare in nazionale a cominciare dai mondiali 2011 a Baku in Azerbajan, troppo esperto e completo per Endri Spahiu, che fin dall’inizio capisce la superiorità del rivale. L’arbitro ci mette del suo, contandolo con eccessiva rapidità e squalificandolo nel round successivo per aver espulso tre volte il paradenti. Un risultato già scritto, che nulla aggiunge sia al vincitore che allo sconfitto. Un 3-2 per i padroni di casa, che chiudono imbattuti l’andata dei playoff, ma che mai sono andati così vicini alla sconfitta. L’Italia dovrebbe concludere al quarto posto con 13 punti, dietro ai kazaki, gli USA e l’Azerbajan nettamente favorita in Argentina, la cenerentola del girone B. Da segnalare la vittoria in Ucraina di Cuba (3-2) ma pure due sconfitte dei caraibici non previste nei pronostici. Il Messico espugna Londra e torna a casa con un 3-2 insperato, mentre la Russia a Pietroburgo stende il Marocco (5-0) e sale al secondo posto in classifica, nonostante debba ancora recuperare il confronto con l’Algeria. Gli altri incontri si disputano questa sera.

Nella prima di ritorno, l’Italia torna a Milano, nell’inedito locale Alcatraz, solitamente ubicato ai concerti e in precedenza come sala da ballo e night. Un debutto impegnativo contro l’ambiziosa Azerbajan, che all’andata ci rifilò un pesante 4-1. Tempo di rivincite con i kg. 52, 60, 69, 81 e +91. Prevista la diretta su SportItalia.

Giuliano Orlando

 

 

 

 

Archive

La Boxe al Cinema: The Champion

La Boxe al Cinema: il secondo film nel 1915 di Primiano Michele Schiavone Il tema del pugilato ha destato sempre grande fascino nel mondo della celluloide. Fin dai primordi, quando veniva definito muto, i c...

10/05/2021

Americani di origine italiana: Johnny Farr

Un campione senza corona di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone Ora parliamo di un pugile che, pur non avendo avuto titoli da sbandierare, dimostrò sul ring di avere tutte le quali...

08/05/2021

La Boxe al Cinema: The Knockout

La Boxe al Cinema: il primo film nel 1914 di Primiano Michele Schiavone Il tema del pugilato ha destato sempre grande fascino nel mondo della celluloide. Fin dai primordi, quando veniva definito muto, i cinea...

04/05/2021

Americani di origine italiana: Emil Paluso

Peso gallo tra i 15 migliori della sua epoca di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone Emilio Ernesto Pagliuso, fratello minore di Lou – al secolo Luigi Pagliuso –, nato quattro ...

01/05/2021

Americani di origine italiana: Lew Hurley

Peso piuma di alto livello di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone Luigi Sereca, nato a Napoli il 5 aprile del 1903, in tenera età seguiva la famiglia nel lungo viaggio che li porta...

24/04/2021

Americani di origine italiana: Johnny Marto

Una vita avvolta dal mistero di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone Al pugile Johnny Marto si attribuiva la nascita a Manatthan, quartiere di New York. La data in cui venne alla luce, il 24 febbraio de...

19/04/2021

Americani di origine italiana: Lou Paluso

Un peso piuma di levatura mondiale di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone La storia dei fratelli Lou ed Emil Paluso è tipica di tante famiglie di emigranti in America...

10/04/2021

Americani di origine italiana: Joe Ryder

Noto come "South Brooklyn Caveman" di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone Nato l’1 agosto del 1900, in una imprecisata località della Sicilia, Giusepp...

03/04/2021

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER