There are 55.039 boxer records, at least 536.089 bouts and 10.630 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

DUE TITOLI A PAVIA, ANALISI DI UNA SERATA

 

 

Torti-Gentili meglio di Frezza-Mazzoni

Assegnato il primo tricolore femminile leggeri

L'elogio di Nino Benvenuti

di Giuliano Orlando

PAVIA. Nino Benvenuti, voce tecnica su Raisport, nel commentare l’andamento del tricolore leggeri al femminile, dichiarava: “Peccato che non si possa assegnare il pari. E’ stato uno stupendo incontro, mai Un attimo di sosta, tra due atlete di alto livello. Leali e di valore, che hanno offerto uno spettacolo non certo inferiore agli uomini. Nel caso specifico superiori al match tra Frezza e Mazzoni che pure non hanno combattuto aspramente”. Non sempre è così, ma qualche volta accade. Venerdì sera al Palaravizza di Pavia, struttura solitamente dedita al basket, si sono accese le luci sul ring. Nel programma allestito da Sergio Cavallari e Francesco Ventura, due sfide titolate. La prima al femminile tra Anita Torti (8-3-1) e la romana Monica Gentili (3-1) per la cintura tricolore leggeri.

Anita Torti con il sinistro contro Monica Gentili  /  foto: Marco Chiesa

Non sono più giovanissime, 36 anni la Gentili, che lavora all’aeroporto di Fiumicino, un fisico compatto da vera lottatrice, molti sport alle spalle, dal judo al sollevamento, poi tay e kick, per passare alle boxe nel 2009, oltre i trent’anni. Venti incontri da dilettante, nell’ottobre di due anni fa il passaggio al professionismo. Arriva alla sfida italiana con tre soli incontri, tutti vinti.

L’altra protagonista, beniamina di casa, Anita Torti, 38 anni portati alla grande, un curriculum che ne specchia la personalità: “Papà era ingegnere trasferitosi per lavoro a Sambava in Madagascar. Sposa una ragazza del posto e nel 1976 arrivo io. I primi anni in Africa, poi torno a Milano. Alterno soggiorni tra Italia e Africa, mi laureo in giurisprudenza. Quando papà muore, per me è un duro colpo. Viaggio per l’Europa, lunga sosta a Parigi e poi a New York. Rientro nel 2005 e inizio a svolgere l’attività forense da avvocato civilista a Milano, con residenza a Pavia. Nel 2009, all’insegna del non è mai troppo tardi, dopo aver praticato la savate, scopro il pugilato e me ne innamoro. Mi prende sotto le sue ali il maestro Garcia Amadori e inizio l’avventura in guantoni”.

Anita Torti con la cintura di campionessa d'Italia  /  foto: Marco Chiesa

Queste le credenziali delle due protagoniste. Che offrono al pubblico e ai telespettatori di Raisport, uno spettacolo di rara intensità agonistica e ottimo riscontro tecnico. Interpretano al meglio le opposte caratteristiche classiche del pugilato. Gentili cerca la corta distanza per scaricare bordate venefiche, la Torti si affida alla mobilità e ai colpi lunghi, che comportano un dispendio di energie enormi. L’interrogativo è quello di capire l’autonomia delle due. In verità nessuna cede, ma nel computo complessivo, l’azione della Torti è decisamente migliore: porta colpi veloci e precisi, si sposta in continuazione, rientra e quando è costretta alle corde sa coprirsi e uscire in fretta. La Gentili cerca in ogni modo di chiuderla, avanza e piccoli passi, cerca di passare sotto i lunghi diretti della rivale, ma paga pedaggio.
 
Il tutto con una linearità sia in attacco che in difesa, da lasciare stupiti. Ad inquinare la bella prova delle due, un richiamo gratuito alla Torti, per testa bassa, inesistente. Per fortuna ininfluente nell’economia per due giudici. Già perché il verdetto è stato di split decision (2-1) a favore della pavese adottata. Personalmente, come la maggioranza degli addetti ai lavori indicava un vantaggio dai 3 ai 4 punti per Anita, che terminava senza un segno in faccia, mentre il viso di Monica evidenziava la durezza del confronto. Nino Benvenuti, voce tecnica di Raisport, si è complimentato con le atlete: “Avete disputato un incontro perfetto, bello ed emozionante. Bravissime. Risultato giusto, anche se ci sta una rivincita”.
 
Gianluca Frezza attacca il contrista Giacomo Mazzoni  /  fotoMarco Chiesa
 
Il successivo confronto tra il locale Frezza e il fiorentino Mazzoni, valido per assegnare la cintura del Mediterraneo welter WBC, è stato l’opposto sul piano tecnico. Aspro ed equilibrato, ma non attraverso un percorso lineare, anche in questo caso tra un fighter (Frezza) e un contrista (Mazzoni) che sovrastava il rivale di oltre 10 cm. Piuttosto, abbracci e tenute, pochi colpi efficaci, e molte scorrettezze sia pure non cattive. Tre richiami specchiano questa costante.
 
I due pugili dopo il verdetto con l'arbitro ed il supervisore WBC  /  fotoMarco Chiesa
 
Ha vinto Frezza che dopo un avvio stentato ha trovato il tempo dei colpi di rimessa anche se il meno esperto avversario ha tentato il tutto per tutto, finendo addirittura meglio di Frezza, nell’ultimo round. Verdetto unanime e tanti applausi al vincitore da parte del pubblico, che lo ha sostenuto per tutti i 12 round.
 
Il raffronto tra le due sfide premia in modo evidente quello femminile, confermando che quando il tasso tecnico è alto, anche la boxe femminile sa essere godibile come quella maschile, se è di buona qualità. Stavolta hanno vinto le donne. Alla grande.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

Archive

SOTTO QUELLE LUCI, ultimo libro di Luca Delli Carri

Interviste, tranche de vie, storie: un viaggio nel mondo della boxe. Con 29 tavole fuori testo. Veloce Club Milano asd 352 pagine con 29 tavole illustrate, di cui 24 fotografie di Vito Liverani e 5 di...

25/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 MAGGIO DEL 1950

Giorgio Milan sottomette Alfredo Oldoini di Priminao Michele Schiavone Il piemontese di origine veneziana Giorgio Milan impiegò un po’ di anni prima di avere l’occasione di gareggia...

25/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 MAGGIO DEL 1942

Egisto Peyre batte Carlo Orlandi di Priminao Michele Schiavone L'ottavo campione d'Italia dei pesi welter fu il trevigiano Egisto Peyre che il 24 maggio 1942 a Milano spodestò il locale Carlo O...

24/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 MAGGIO DEL 1943

Morabito è campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il calabrese Antonio Morabito divenne campione italiano dei pesi mosca il 23 maggio 1943, quando conquistò il vacante titolo de...

23/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 MAGGIO DEL 1970

Jorge Ahumada, il mondiale grazie al trasferimento di Priminao Michele Schiavone I pugili di valore assoluto nati in Argentina sono stati molti. Alcuni di essi hanno preferito emigrare per affermarsi ...

22/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 MAGGIO DEL 1966

Vargellini sconfigge Donati di Priminao Michele Schiavone Il forlivese Pietro Vargellini arrivò per la prima volta a combattere sulle 8 riprese il 21 maggio 1966 a Forlì, sua città...

21/05/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, JOEY GIARDELLO

Al secolo Carmine Orlando Tilelli di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La vicenda sportiva ed umana di Carmine Orlando Tilelli, nato a Brooklyn il 16 luglio 1930 da padre calabrese e da madre napoletana,...

20/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 MAGGIO DEL 1946

Ezzard Charles supera Archie Moore di Priminao Michele Schiavone Lo statunitense Ezzard Charles, soprannominato "Cincinnati Kid" in onore della città dell’Ohio dove si stabil&ig...

20/05/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS