There are 54.971 boxer records, at least 535.570 bouts and 10.309 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

ACCADDE OGGI, NICOLA FUNARI CONTRO PAT MALLANE

 

 

Il 30 dicembre del 1952, sul ring di White Plains, New York

di Alessandro Bisozzi

Nicola Funari era nato a Civitavecchia nel 1929 e aveva mosso i primi passi sul ring, sotto la guida del grande Carlo Saraudi, ad appena tredici anni.
Il suo esordio tra i dilettanti avvenne tre anni dopo, nella stessa riunione che vide il ritorno sul ring, dopo sei anni di assenza, dell'indimenticato Vittorio Tamagnini.
Fu un evento memorabile.
Civitavecchia stava faticosamente risorgendo dalle rovine dei violenti bombardamenti che l'avevano rasa al suolo quasi per intero e quella riunione fu un'occasione per festeggiare la fine di un incubo e l'inizio di una nuova vita. Per alcuni giovani pugili civitavecchiesi fu la prima occasione, dopo tantissimo tempo, di mostrarsi al pubblico della propria città.
In quella serata, sopra un raffazzonato ring tirato su nel piccolo edificio del dopolavoro dello stabilimento Italcementi, si cimentarono quattro giovani promesse della boxe civitavecchiese: i pesi welter Renato Pierucci ed Ezio Nardangeli, il peso leggero Francesco Fratalia e il piuma Nicola Funari.
Vittorio Tamagnini batté ai punti l'esordiente Guerrino Cosmi, poi scese dal ring e consegnò definitivamente al chiodo i suoi guantoni e agli annali la sua magnifica carriera.
Il testimone era idealmente passato dalle mani, anzi dai pugni, dell'ex campione europeo a quelle di Nicola, giovanotto pieno di bellicose speranze.
Funari aveva le giuste qualità per fare strada, la sua boxe era un misto di istinto e pura scienza pugilistica. Intelligente e scaltro, pur non avendo il pugno del k.o. aveva sviluppato delle tecniche e delle strategie da autentico fuoriclasse. Era veloce e per questa dote venne più volte paragonato a Tamagnini, al quale, tuttavia, non assomigliava per impeto e ardore battagliero: irrefrenabile e scatenato quest'ultimo, quanto freddo e calcolatore Nicola che dopo il suo esordio negli Stati Uniti venne definito: "il più bel prodotto venuto dall'Europa dopo Marcel Cerdan".
Pat Mallane era un terribile picchiatore di origine irlandese. Pugile molto pericoloso, e dalla tecnica dirompente, in appena due anni di professionismo aveva disputato ventisette incontri vincendone ventidue, di cui diciotto per fuori combattimento.
Rotto alle dure battaglie, Mallane aveva sviluppato, fin dal dilettantismo, tutte le astuzie per porre fine ai combattimenti nel più breve tempo possibile. Egli assaliva l'avversario con una violenza inusitata fin dal primo secondo dello scontro; una pratica che lasciava poco spazio anche al pugile più robusto e prudente, il quale spesso soccombeva senza alcuna possibilità di porre un argine ad una tale irruente aggressività. Una tecnica che lo esponeva a rischi altissimi, ma che ne decretò, in breve tempo, la sinistra fama di killer del ring.
È la sera del 30 dicembre del 1952, sul ring del Westchester County Center di White Plains, a New York, Pat Mallane si appresta a fare gli onori di casa a Nicola Funari.
L'americano, che è un peso leggero, oltre ad essere più pesante appare decisamente più robusto dell'avversario.
L'avvio è veloce, Mallane investe l'italiano con una serie pesantissima di colpi che Nicola riesce in parte a evitare grazie ai suoi rapidi spostamenti. Un attacco violentissimo che Funari argina con freddezza ed efficacia, riuscendo a far scaricare l'aggressività dell'avversario, per la maggior parte delle volte, intorno alla sua figura.
Dalla terza ripresa il civitavecchiese inizia a cambiare atteggiamento. Ad ogni colpo ricevuto replica immediatamente con raddoppiata aggressività, una condotta che sconcerta l'americano e lo costringe ad una certa cautela. In breve, l'irruenza del pugile di casa sembra essere stata domata dalla classe dell'italiano il quale, intuito il momento favorevole, ora appare più sicuro e dinamico, mentre passa all'attacco con sempre maggior decisione.
Mallane tuttavia è un lottatore ostinato e lo scontro si fa oltremodo cruento; un vero spettacolo per il pubblico del Westchester, al quale Funari aveva già offerto un'esibizione magistrale, quattro settimane prima, contro Jimmy Wilde.
Il combattimento assume toni epici e drammatici, gli assalti dall'una e dall'altra parte si susseguono con spietata durezza; l'italiano sfodera una prestazione superba, confermando le sue eccellenti qualità di picchiatore instancabile. Pur non essendo un mancino, egli ha nel gancio sinistro un'arma sorprendente e questo disorienta l'americano, frustrato per non essere riuscito ad eliminare l'avversario nelle prime riprese.
Otto round massacranti durante i quali la migliore condizione di forma di Funari e la sua maggior precisione nel centrare il bersaglio utile fanno la differenza. Una differenza che purtroppo i giudici non rilevano, assegnando un verdetto di parità assai discutibile e contestato a lungo da buona parte degli spettatori.
 
Alessandro Bisozzi

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE DEL 1968

Vittorio Saraudi sconfigge Giovanni Biancardi di Priminao Michele Schiavone Il terzo campione italiano di Civitavecchia fu Vittorio Saraudi, figlio di Carlo, precursore del pugilato nella città...

18/10/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE BELLOISE

Al secolo Michele Belloise di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La famiglia Belloise ebbe dieci figli, quattro femmine e sei maschi. Di questi tre divennero pugili: Mike, Steve e Sal. Gli ultimi ...

18/10/2017

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 OTTOBRE DEL 1964

La rivincita di Serti su Mastellaro di Priminao Michele Schiavone Uno dei pochi pugili che conquistarono il titolo italiano per la prima volta, al secondo tentativo, dopo aver perduto la cintura europ...

16/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 OTTOBRE DEL 1969

Carmelo Coscia, un campione di lungo corso di Priminao Michele Schiavone Uno di quei pugili che si spesero a lungo prima di arrivare all’appuntamento con il campionato italiano professionistico ...

15/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 OTTOBRE DEL 1983

A Milano, un programma, tre titoli di Priminao Michele Schiavone Quando il capoluogo lombardo poteva essere definito un baluardo dell’organizzazione pugilistica italiana, il promoter milanese Eg...

14/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 OTTOBRE DEL 1956

Guido Mazzinghi batte Marino Faverzani di Priminao Michele Schiavone La prima ed unica difesa del titolo italiano dei pesi medi sostenuta dal toscano Guido Mazzinghi avvenne il 13 ottobre 1956 a Milan...

13/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS