There are 55.027 boxer records, at least 535.984 bouts and 10.495 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

A BUNDU LA VACANTE CINTURA EBU WELTER

 

Leonard Bundu è il nuovo campione europeo dei pesi Welter EBU

Venerdì 4 novembre, sul ring allestito nel Mandela Forum di Firenze, alla presenza di circa 3.800 spettatori, Leonard Bundu (Boxe Loreni, 25+0-2=) ha battuto Daniele Petrucci (BBT, 28+1-2=) con verdetto unanime al termine della 12esima ripresa. Netti i cartellini dei giudici: 117-111, 116-113, 117-113.

Bundu e Petrucci si sono affrontati in un match di altissimo livello. Dopo essersi incontrati lo scorso giugno a Roma, hanno avuto modo di lavorare in maniera specifica sull'avversario. Bundu ha decisamente dominato il match, i colpi erano puliti e a segno, la velocità straordinaria, ottima mobilità di gambe, forma fisica strepitosa. Ciò non toglie valore all'avversario. Daniele Petrucci ha dimostrato il suo altissimo livello atletico e sicuramente questa macchia nel suo palma res immacolato, non gli impedirà di proseguire con una carriera brillante.

Il match ha visto Bundu con una tecnica pulitissima e precisa, e Petrucci che tendeva a buttarsi verso l'avversario prendendo dei rischi a volte evitabili. All'11esima ripresa, Petrucci metteva a segno un ottimo gancio sinistro che sembrava rallentare Bundu. Dopo una ripresa "assente", il fiorentino porta a casa la serata.
Leonard ora pensa al riposo, a mangiare (suo punto debole), e possibilmente ad una vacanza. Un consigliere comunale ha proposto di rendere omaggio a lui e al Maestro Boncinelli, con un fiorino d'oro, massima onorificenza cittadina.
Leonard dice, ancora emozionato a distanza di qualche giorno "è il coronamento di un sogno. Da quando sono passato professionista, ho sempre sperato un momento come questo, e ora è arrivato e non potrei stare meglio. Ringrazio il mio avversario che rispetto e stimo come pugile e come uomo".
Unica nota negativa della serata, disordini sugli spalti che hanno richiesto l'intervento della sicurezza interna e della polizia. Ci si augura che non sia questa l'immagine che viene data del pugilato.
Il Mandela Forum era gremito e le personalità nel parterre dimostrano l’interesse che c’è, come sempre, da parte della città. Erano presenti Alessandro e Massimiliano Duran, Francesco Damiani con la squadra Milano Thunder, in preparazione per i match delle WSB, campioni e campionesse di sport diversi come pallanuoto e canottaggio, Alessio Sakara, fighter di livello mondiale, e personaggi conosciuti al di fuori dell’ambito sportivo come il sempre presente Piero Pelù, i membri della Bandabardò, e il sindaco Renzi, che si è personalmente interessato all’organizzazione della riunione.
 
I match di sottoclou sono stati discretamente interessanti.
 
L'abruzzese Piero Mucci (7+0-) ha battuto ai punti il siciliano (di stanza nel milanese) Santo Drago (3+2-) in un match abbastanza equilibrato senza particolari momenti di spicco.
 
Molto diverso il match tra Simone Rotolo (33+3-) e l'ungherese Csaba Batta (5+10-1=). Il match sarebbe servito al pugile bolognese per rientrare dopo qualche mese di assenza, in preparazione di un possibile match per il titolo italiano pesi medi contro il detentore Matteo Signani. In realtà è servito a ben poco, come preparazione, perché circa a metà della prima ripresa, Rotolo ha atterrato Batta con un gancio sinistro così preciso che l'ungherese s'è trovato a terra ed è stato necessario l'intervento dei paramedici. Dopo essere stato assistito sul ring, il pugile è stato portato via in barella per accertamenti. Fortunatamente non ci sono state conseguenze di alcun tipo. Complimenti a Simone Rotolo per il colpo perfetto, ma sicuramente sarebbe stato meglio poter lavorare qualche ripresa in più. Vedremo se sarà possibile per lui trovare qualche match di preparazione prima del derby emiliano-romagnolo con Signani.
Lo stesso Rotolo non è molto soddisfatto del risultato. Certo, difficile arrabbiarsi quando si vince con un colpo così, ma avrebbe desiderato esprimersi di più. Sapeva che l’avversario aveva sostenuto le 6 riprese con altri pugili italiani (Fiordigiglio, Lecca, Cosseddu, Grassellini, Nespro) quindi pensava fosse più impegnativo. Simone era molto dispiaciuto di quanto successo, lo si è visto anche dal suo atteggiamento sul ring. Racconta anche che il suo avversario il giorno successivo lo ha contattato tramite facebook per scusarsi dello scarso livello tecnico e per esprimere la sua stima, avendo probabilmente visto il comportamento tenuto dopo l’atterramento.
 
Il match tutto fiorentino tra Rodrigo Bracco (13+4-) e Gianpietro Marceddu (4+0-) ha avuto un risvolto discretamente inaspettato, con la vittoria ai punti del meno esperto (a livello di match disputati senza canotta) Marceddu. Bracco non era in serata e non ha mostrato quello che sappiamo saper fare bene. I colpi singoli spesso non arrivavano a segno e l'avversario era abile abbastanza da sfruttare le debolezze del campione italiano. Vittoria meritata di Marceddu e grande delusione per Bracco che sicuramente saprà rialzarsi, valutare gli errori, lavorare su ciò che non ha funzionato.
 
Interessante la prestazione di Orlando Fiordigiglio (10 +0-) che ha incontrato Ronny McField (13+13-2=), pugile noto ai frequentatori delle riunioni professionisti. Il pugile del Nicaragua è andato al tappeto 2 volte durante la 7 ripresa, rialzandosi e continuando a combattere ma senza riuscire a mettere in difficoltà Fiordigiglio, atleticamente valido e pronto per proseguire con successo nel modo del pugilato.
 
Non dimenticheremo facilmente questa serata. Dopo qualche giorno, scesa l’adrenalina dei match, restano atleti validi e completi, match equilibrati e di altissimo livello.

Sicuramente una riunione che rende onore alla Noble art e a chi ha combattuto. Firenze, sotto l’organizzazione della Boxe Lo reni, si è come sempre dimostrata all’altezza delle aspettative.

Anna SgarbiUfficio stampa Boxe Loreni

Foto Alberto Germinario © ag photo

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 FEBBRAIO DEL 1986

Angelo Liquori campione italiano al primo colpo di Priminao Michele Schiavone Il lombardo di adozione Angelo Liquori sfidò il campione italiano dei pesi superwelter Giuseppe Leto il 22 febbario...

22/02/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, JOEY MAXIM

Al secolo Giuseppe Antonio Berardinelli di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Joey Maxim nacque il 28 marzo 1922 a Cleveland, nell’Ohio, dove i genitori si erano stabiliti dopo aver lasciato Campo...

21/02/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 FEBBRAIO DEL 1926

Enea Marzorati, ultima sfida tricolore di Priminao Michele Schiavone L’ultimo combattimento disputato dal milanese Enea Marzorati per un campionato italiano porta la data del 21 febbraio 1926. L...

21/02/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 FEBBRAIO DEL 1940

Giuseppe Farfanelli campione d'Italia al secondo tentativo di Priminao Michele Schiavone L’esperienza tricolore dell’umbro Giuseppe Farfanelli durò solo sette mesi rispetto agli ott...

20/02/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 FEBBRAIO DEL 1958

Stefano Bellotti, terza sfida al campionato di Priminao Michele Schiavone Il pugile romano Stefano Bellotti ottenne la terza e ultima occasione tricolore della sua carriera dal milanese Giancarlo Garb...

19/02/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 FEBBRAIO DEL 1935

Innocente Baiguera, due volte campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il ligure Innocente Baiguera fu uno dei primi pugili italiani ad aver vinto due volte il campionato italiano dei professio...

18/02/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 FEBBRAIO DEL 1941

Joe Louis abbatte Gus Dorazio di Priminao Michele Schiavone La sera del 17 febbraio 1941 la Convention Hall di Philadelphia, Pennsylvania, ospitò la quindicesima difesa del titolo mondiale dei ...

17/02/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 FEBBRAIO DEL 1992

Robert Quiroga, un mondiale a Salerno di Priminao Michele Schiavone Lo statunitense Robert Quiroga tornò per la terza volta in Italia nelle vesti di campione del mondo il 16 febbraio 1992, quan...

16/02/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS