There are 54.965 boxer records, at least 535.524 bouts and 10.269 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

WSB, L'ITALIA VINCE COL BRIVIDO CONTRO GLI USA

 

 

Solo 3-2 a Maddaloni

Sotto le attese Crudetti e Stankovic. Russo rientro alla grande.

di Giuliano Orlando

E’ mancato poco che sul ring di Maddaloni, nel casertano, gli USA rovinassero la festa all’Italia Thunder, in retta d’arrivo per i quarti nel ruolo di prima nel Girone A. Dopo tre incontri, gli ospiti erano avanti 2-1 e la sfida tra il romeno Juratoni e l’ecuadoreno Delgado nei medi non si presentava per nulla facile. Il debutto in Germania del vice campione d’Europa nei medi non aveva incantato. Battuto nettamente da Radovan elemento in crescita come ha dimostrato nella recente prova in Argentina, battendo il locale Lebensztajn in modo netto. L’inizio del confronto col più alto americano confermava i timori, che per fortuna duravano meno di un round. La maggiore fisicità di Bogdan, comunque più pimpante, continuo e preciso del precedente match, cancellavano i dubbi e ripresa dopo ripresa, costruiva la larga vittoria. In precedenza il talento filippino Barriga, confermava i continui progressi e il tasso tecnico alto di rendimento, battendo il minimosca cinese Lu Bin, successore di Zou nei 49 kg. campione nazionale e titolare ai mondiali di Almaty lo scorso anno. Per batterlo il filippino ha usato pugni e cervello, attuando la tattica del tocca e fuggi, che rende se hai qualità notevoli. Barriga ha vinto tutte le riprese, ma questo cinese è tipo tosto e da tenere d’occhio. Purtroppo, alla bella prova di Mark, seguivano le prestazioni deludenti di Crudetti nei gallo e del serbo Stankovic nei 64 kg. Il laziale, campione italiano professionista supergallo, ha confermato la mancanza di fantasia e lo scarso adattamento ai ritmi sui 5 round. Non è stato difficile per il più giovane e furbo Fulton tenerlo sotto tiro, con colpi volanti e abili tenute. Il verdetto di misura non esprime la differenza tra i due, in quanto la generosità se non è al servizio dei colpi, non può pagare. Per il serbo, l’interrogativo è capire dove è finito l’atleta visto nella stagione precedente. Il passaggio nei superleggeri ci ha consegnato un pugile flaccido, incapace di quelle reazioni a cui ci aveva abituato, stanco dopo due round, che si affida all’orgoglio, l’unica caratteristica che gli resta, ma finisce ogni round in apnea. Il dominicano Adames, 19 anni e un fisico longilineo lo ha battuto sul piano dello scambio, terreno un tempo tutto per Stankovic. Non essendo dei tecnici, non possiamo sapere il motivo del calo, che gli è costato tre sconfitte su tre incontri. Di certo, con tale rendimento, meglio tenerlo a riposo.

Destro preciso di Clemente Russo sul volto di Joshua Temple

Come già accaduto spesso, il ruolo di salvatore del confronto è affidato a Clemente Russo, capitano e non solo della squadra. Il campione del mondo era reduce dall’ingiusta sconfitta in Ucraina lo scorso dicembre a Brovary, contro il modesto bielorusso Karneyeu, premiato per meriti misteriosi. Anche se è onesto dire che quel Russo era decisamente fuori condizione. Stavolta con altre motivazioni e una forma più che accattabile, ha non solo strabattuto il giovane e prestante Temple, campione USA , imponendogli un paio di conteggi, ma ha divertito il pubblico e soddisfatto Damiani, che ha ritrovato il pugile che ha nel DNA talento, istrioneria e intelligenza fuori dentro il ring. Oltre a riflessi eccezionali. Chi non condivide ha solo invidia. Vincendo, ha dato il terzo punto e i tre punti indispensabili all’Italia per restare davanti all’Ucraina. Ma non è finita, anche se si è conclusa la fase dei playoff di qualificazione. Restano i recuperi, che si esauriranno solo il 12 marzo, con Algeria-Italia (Girone A) e Russia-Cuba (Girone B). Mentre l’8 marzo la Germania ospita l’Ucraina. Per il team italiano la vittoria è d’obbligo per mantenere la vetta. Un punto non basta e la trasferta non è per nulla facile, in quanto l’Algeria nelle categorie in cui ci affrontano, hanno il meglio. Sono le stesse di Maddaloni, facilitati dal forfait contro l’Ucraina di sabato scorso, per cui conteranno su elementi freschi. I nord africani possono contare su Flissi (49) vice campione del mondo, sul gallo Brahimi, nei 64 l’esperto Chadi, il medio Samoudi e il massimo Bouloudinats il migliore algerino della categoria. Damiani dovrà fare affidamento ancora a Barriga, in quanto l’irlandese Barnes ha una boxe che favorisce l’incontrista algerino, nei gallo ci sarà il francese Djelkhir un duro, nei superleggeri De Donato è la scelta, vista la condizione di Stankovic, nei medi giocoforza puntare su Juratoni, visto che Quigley (Irlanda) titolatissimo, si è dimostrato un fantasma. Infine nei massimi sarà il magiaro Szello a misurarsi con il quotato Bouloudinats e potrebbe essere il match decisivo per la vittoria.
Al termine della decima tornata, nel girone A, l’Argentina è matematicamente esclusa, l’Algeria anche se ancora non è stato emesso il risultato contro l’Ucraina è praticamente fuori gioco. Restano le quattro promosse, Usa e Germania sono quarta e terza, mentre Ucraina e Italia restano ancora in ballo.  Nel girone B tutto fatto o quasi. Cuba prima, Kazazistan seconda e forse l’Azerbajan terza. Il dubbio sta nel risultato tra Russia e Cuba. Se Cuba passa a Mosca i russi restano dietro, mentre la vittoria li proietterebbe al terzo posto. Ipotesi, non altro, Nei confronti dell’ultimo turno, il Kazkistan ha fatto debuttare due gioielli di casa, il campione del mondo welter Yeleussinov, premiato dall’AIBA miglior pugile 2013 e l’argento dei mediomassimi Niyazymbetov. Vittorie facilissime per entrambi e il segnale che dai quarti in avanti i campioni in carica non intendono concedere sconti. Come è accaduto a Cuba, bastonati 5-0 dai caraibici. La Russia ha proposto il mancino Omarov, europeo 2011 ad Ankara a spese di Cammarelle, col solito verdetto furto. Un viaggio in Messico per salire sul ring, salutare il pubblico e scendere senza levarsi la vestaglia. Bisbal l’avversario non si è presentato. Infine il bicampione mondiale mediomassimi La Cruz è tornato a combattere a meno di due mesi dal ferimento con una pistola alla coscia. Davvero un fenomeno a meno che l’arma fosse stata caricata a salve. I quarti iniziano il 28-29 marzo (andata) e il 4-5 aprile (ritorno). Per l’Italia la sede è Campione d’Italia, come nella scorsa stagione.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 SETTEMBRE DEL 1958

Baccheschi sconfigge Mazzola di Priminao Michele Schiavone Il terzo appuntamento sul ring tra il toscano Domenico Baccheschi ed il lucano Rocco Mazzola ebbe luogo a Civitavecchia il 23 settembre 1958,...

23/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 SETTEMBRE DEL 1935

Magnolfi vincitore di Negri di Priminao Michele Schiavone Il fiorentino Alfredo Magnolfi divenne campione italiano dei pesi gallo la seconda volta il 22 settembre 1935, nella sua città, quando ...

22/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 SETTEMBRE DEL 1962

Fabio Bettini, romano campione di Francia di Priminao Michele Schiavone Il pugile Fabio Bettini godette di due cittadinanze, prima quella italiana per la sua nascita a Roma, poi la francese per scelta...

21/09/2017

'TORO SCATENATO' HA PERSO L'ULTIMA BATTAGLIA

LaMOTTA MORTO A 96 ANNI DOPO BREVE MALATTIA di Primiano Michele Schiavone Mercoledì 20 settembre 2017 – Dagli Stati Uniti è rimbalzata la notizia della morte dell’ex ca...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 SETTEMBRE DEL 1942

Roberto Proietti, tre volte europeo di Priminao Michele Schiavone In un passato alquanto lontano capitò più volte che due italiani si affrontarono per la disputa di due campionati, cosa ...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 SETTEMBRE DEL 1970

Zampieri su Proietti per ferita di Priminao Michele Schiavone Sono molti i casi in cui un pugile si afferma su un altro con il medesimo risultato prima del limite, nella stessa ripresa. Uno di questi ...

19/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 SETTEMBRE DEL 1951

Luigi Valentini batte Michele Palermo di Priminao Michele Schiavone L’undicesimo campione italiano dei pesi welter fu il romano Luigi Valentini che il 18 settembre 1951, nella capitale, spodest&...

18/09/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TONY MARINO

Al secolo Antonio Marino di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Antonio Marino è l’unico tra tutti gli italo-americani elencati in questa rassegna di cui non abbiamo potuto trovare altri ind...

17/09/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS