There are 54.970 boxer records, at least 535.565 bouts and 10.305 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

BURNS FERMA DI ROCCO NELL'OTTAVA RIPRESA

 

 

Lo scozzese scrive un nuovo capitolo della storia mondiale

di Primiano Michele Schiavone

Glasgow, Scozia, 28 maggio 2016 – Il superleggero Ricky Burns è diventato il primo scozzese a vantare la conquista di tre cinture in altrettante divisioni di peso. Questo primato lo ha realizzato dopo aver eliminato dal suo percorso l’italiano Michele Di Rocco. Dopo i titoli iridati superpiuma e leggeri, sotto l’egida WBO, ha annesso la corona WBA dei pesi superleggeri.
Quando abbiamo presentato questa sfida è stato naturale accennare alla portata dell’evento per l’italiano, pensando che questo appuntamento sarebbe apparso come un momento per tirare le somme della sua lunga e brillante carriera professionistica.
Dopo tanti anni di sacrifici ed aspirazioni anche soddisfatte, la parabola favorevole dell’umbro, giunta al punto più alto, porta a riflettere sull’esigenza di giocarsi la carta più importante della sua vita a tutto spiano, muovendo anzitutto dalla preparazione psicofisica da tenere in palestra. In quest’ultima sfida Di Rocco ha dimostrato di avere le condizioni atletiche per misurarsi con lo scozzese, purtroppo gli ha fatto difetto la condizione mentale per reggere la tensione che un avversario troppo mobile, come è stato Burns, può prendere fino a negare la riuscita delle cose più semplici che il pugile compie quotidianamente durante i suoi esercizi di palestra, dove, di fatto, si prepara il risultato finale di un match. Solo in palestra, conosciute le prerogative dell’antagonista, si decidono le contromisure per azzerare la tattica avversaria e delineare la propria strategia. Il comportamento combattivo di Burns è noto a tutti ed i rimedi per affrontarlo senza farlo dominare sono di soluzione accessibile.

Di Rocco e Burns in una fase ravvicinata  - Danny Lawson / PA Wire / Press Association Images

Di Rocco non ha fatto nulla che potesse mettere a rischio la logistica dello scozzese. Ha iniziato bene la prima ripresa mettendo a segno il suo sinistro al tronco, lasciando intendere di avere preparato un metodo per arrivare a segno; è rimasto troppo contratto, con attacchi forzuti, nel resto della partita. Nell’intervallo tra il primo ed il secondo round il suo allenatore gli ha detto che lo scozzese era lento e si poteva colpire con facilità. Alla ripresa delle ostilità Burns ha duplicato il movimento sulle gambe che lo ha portato abilmente fuori dalla traiettoria dei colpi dell’italiano.
Di fronte ad una folla partigiana, ma soprattutto eccitata, lo scozzese ha alimentato l'atmosfera incandescente all'interno dell'arena con i suoi colpi nitidi e precisi che hanno sorpreso l’umbro. Il sinistro lungo di Burns si è stampato sul volto dell’avversario come uno stillicidio, scagliato con tempismo intelligente che ha messo in evidente difficoltà organizzativa l’italiano. Il match è stato sempre vivace, alimentato anche dalle intenzioni che Di Rocco svelava dopo l’uno-due che gli si arrivava sul viso, con ritorni di fiamma senza esito. Le repliche dell’italiano, infatti, venivano soffocate dalle chiusure in clinch che lo scozzese sapeva tramare. In quei frangenti Di Rocco approfittava per colpire con il destro al tronco da corta distanza, tendente a fiaccare il rivale ma ininfluente ai fini del punteggio.
Nella terza ripresa l’arbitro ha dato un time-out dopo che lo scozzese ha colpito sotto la cintura con il suo montante sinistro. Dopo la pausa Burns ha ripreso a colpire il volto dell’avversario; le altre azioni hanno indotto Di Rocco a riparare sulla difensiva e, stando chiuso nell’angolo, è caduto dopo un destro-sinistro al viso, i cui colpi sono apparsi come accompagnati da una spinta. Il referee ha comunque contato fino ad otto. Appena dopo è suonato il gong che ha chiuso il tempo.
Di Rocco è partito all’attacco all’inizio della quarta frazione ma subito dopo lo scozzese ha ripreso a guidare il confronto, sempre con il funambolesco movimento di gambe che lo portava ora a destra ora a sinistra dell’avversario, accompagnato da scatti improvvisi in avanti verso il bersaglio rigido che gli si parava davanti.

Burns colpisce Di Rocco con il diretto destro / Foto:Shabba Shafiq

La fisionomia del confronto è rimasta immutata nel quinto round con Di Rocco tendente ad arretrare sugli assalti dello scozzese, fino a rimanere chiuso in un angolo e subire il rigore dell’avversario.
L’italiano ha iniziato positivamente la sesta frazione fino ad impegnare lo scozzese, addestrato a tenere la guardia sempre alta a protezione del viso, in una tenace difesa; la sua inflessibile postura lo ha portato verso la fine a ricevere in faccia il perpetuo destro che gli ha fatto sballottare la testa all’indietro.
L’avvio della settima ripresa ha visto Di Rocco impegnato ad inseguire lo scozzese nei suoi numeri da “ballerino” e costringerlo a scambiare colpi. L’italiano in quei frangenti ha catturato l’attenzione con il ritmo di lavoro necessario a dare un senso alla sua presenza tra le corde.
Il grigiore per il pugile umbro è ritornato al principio dell’ottavo round ed è continuato dinanzi ad un avversario deciso, forte ed inarrestabile, che ha saputo riprendere il controllo del match attraverso ripetuti affondi al viso. Le assidue serie a due mani di Burns hanno complicato la vita dell’italiano fino a farlo piombare al centro del ring. Di Rocco si è rialzato, forse troppo in fretta per recuperare, ed ha iniziato a muoversi sul quadrato con le gambe instabili, mentre l’arbitro continuava a contare seguendo il suo tragitto. Quando il terzo uomo è arrivato al suo cospetto ha fermato il match con il consueto movimento della braccia.
A quel punto è iniziato il tripudio per il campione locale, tornato alla vittoria dinanzi ai suoi fans a seguito della sconfitta sofferta dal montenegrino Dejan Zlaticanin nel giugno 2004.
Dopo l’annuncio formale del verdetto “Rickster” Burns, 33 anni, ha indossato la sua terza cintura mondiale, WBA superleggeri. Lo scozzese, professionista dall’ottobre 2001, ha migliorato il record portando le vittorie a quota 40 (14 prima del limite), contro 5 sconfitte ed un risultato di parità.
Di Rocco, 34 anni, ha conosciuto l’insuccesso numero 2 a fronte di 40 trionfi (18 anzitempo) ed 1 verdetto di parità.

Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 OTTOBRE DEL 1964

La rivincita di Serti su Mastellaro di Priminao Michele Schiavone Uno dei pochi pugili che conquistarono il titolo italiano per la prima volta, al secondo tentativo, dopo aver perduto la cintura europ...

16/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 OTTOBRE DEL 1969

Carmelo Coscia, un campione di lungo corso di Priminao Michele Schiavone Uno di quei pugili che si spesero a lungo prima di arrivare all’appuntamento con il campionato italiano professionistico ...

15/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 OTTOBRE DEL 1983

A Milano, un programma, tre titoli di Priminao Michele Schiavone Quando il capoluogo lombardo poteva essere definito un baluardo dell’organizzazione pugilistica italiana, il promoter milanese Eg...

14/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 OTTOBRE DEL 1956

Guido Mazzinghi batte Marino Faverzani di Priminao Michele Schiavone La prima ed unica difesa del titolo italiano dei pesi medi sostenuta dal toscano Guido Mazzinghi avvenne il 13 ottobre 1956 a Milan...

13/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 OTTOBRE DEL 1974

Efisio Pinna vincitore in Sudafrica di Priminao Michele Schiavone Il pugile cagliaritano Efisio Pinna fu l’unico vincitore prima del limite del sudafricano Kokkie Oliver, che affrontò a J...

12/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, L'11 OTTOBRE DEL 1984

Luigi Marini, due volte campione nazionale di Priminao Michele Schiavone Tra i pugili che hanno conquistato più di una volta il titolo italiano si trova il marchigiano Luigi Marini che l'11 ott...

11/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 10 OTTOBRE DEL 1986

Claudio Nitti campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il tarantino Claudio Nitti tornò al successo dopo il fallito tentativo di conquistare la cintura italiana dei pesi superpiuma con u...

10/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 9 OTTOBRE DEL 1965

Maurice Tavant avversario di sette italiani di Priminao Michele Schiavone Tra le tante sfide continentali combattute tra italiani e francesi, quella tenuta il 9 ottobre 1965 a Lione, in Francia, tra i...

09/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS