There are 55.091 boxer records, at least 536.420 bouts and 10.820 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

IL TECNICO POSTOL ABBATTE IL PICCHIATORE MATTHYSSE

 

 

L'ucraino batte l'argentino sul suo terreno di gioco

Carson, California, USA, 3 ottobre 2015 – L’ucraino Viktor Postol è rimasto imbattuto nel confronto con l’argentino Lucas Matthysse, valevole per la vacante cintura mondiale WBC dei pesi superleggeri. Il tecnico “The Iceman” Postol ha fatto valere la sua abilità schermistica contro il picchiatore sudamericano fino alla conclusione prima del limite giunta a 2 secondi dalla fine della decima ripresa.

Il risultato di forza per il pugile europeo non rientrava tra le ipotesi possibili, viste le capacità di "La Maquina" Matthysse; l’ucraino è andato oltre ogni aspettativa fino ad annichilire l’argentino. Il combattimento è stato molto competitivo: alla forza del sudamericano ha fatto riscontro la disciplina tattica dell’europeo, il cui bilanciamento ha tenuto in bilico l’esito del confronto. Il gioco di gambe e la velocità d’esecuzione dei colpi da parte di Postol ha modificato l’assetto del match nel nono round.

Nel decimo tempo Matthysse, professionista dal giugno 2004, ha voluto affondare i suoi colpi migliori per riequilibrare le sorti compromesse nella frazione precedente ma è incappato nella chirurgica precisione dei colpi avversari. L’argentino è stato incrociato con perfetta scelta di tempo ed è finito sulla stuoia in un angolo neutro. Mentre l’arbitro continuava il conteggio Matthysse ha preferito rimanere con un ginocchio poggiato sul tappeto, significando che non intendeva riprendere l’ormai inutile lotta. Al termine della nona ripresa due giudici avevano un leggero vantaggio per l’ucraino, entrambi con 86-85; lo stesso totale aveva sommato il terzo ufficiale di gara a favore dell’argentino, a palesare l’incertezza del risultato fino a quel momento della competizione.
Postol, 31 anni compiuti, è salito sul trono mondiale WBC delle 140-libbre con l’immacolato record di 28 trionfi (12 prima del limite), compilato dal dicembre 2007 quando è passato professionista.
Il perplesso Matthysse, 33anni compiuti, ha conosciuto la sconfitta numero 4, la prima anzitempo, a fronte di 37 successi (34 ottenuti per fuori combattimento) ed 1 risultato mdi no-contest.
Opo la proclamazione del verdetto il vincitore ha ricordato quando a 12 anni ha iniziato ad andare in palestra con l’obiettivo finale di vincere un campionato del mondo. Poi ha rammentato la decisione di lasciare l'Ucraina e andare in America, nella mecca del pugilato, andando diritto alla palestra Wild Card, con Freddie Roach  diventato il suo allenatore. Ha elogiato il lavoro svolto da Roach ed i suoi collaboratori che gli hanno insegnato le piccole cose su cui lavorare e diventare più forte come pugile professionista. Ora deve portare a casa la cintura iridata WBC. Il popolo ucraino sarà così orgoglioso perché ha battuto un avversario molto forte. Alla fine ha elogiato l’avversario argentino dicedo che per vincere la corona mondiale ha dovuto sconfiggere un combattente veramente forte, dotato di grande potenza.
Al termine del match lo sconfitto ha dichiarato di essersi sentito a suo agio in ogni momento del confronto; di aver dominato in un paio di riprese e di aver deciso di non continuare per un dolore lancinante accusato sull’occhio sinistro nella decima ripresa: non sapeva cosa era accaduto e se poteva continuare il combattimento senza pregiudicare la funzionalità dell’occhio. Poi ha aggiunto che vede bene e che il suo vincitore non è ancora il migliore.
I mentori di Matthysse, ribadendo che il risultato non indica la fine del loro pupillo, hanno ricordato come nel pugilato si vince e si perde, soprattutto quando si affrontano i migliori. A volte si ha una buona notte e talvolta una cattiva; questa sera l’esempio è stato di una brutta notte.

Tra i combattimenti preliminari alla sfida mondiale l’imbattuto superleggero Antonio Orozco, 28 anni a fine mese, ha dominato il confronto con l’ex campione mondiale Humberto Soto (65-9-2, 35), chiudendo la sfida in 10 tempi con il verdetto unanime: due 97-92 e 98-91.
Orozco (23-0-0, 15), nato in Messico e residente a San Diego in California, è stato richiamto per ripetuti colpi bassi.
Il 35 enne messicano Soto non perdeva dal giugno 2012 quando ha dovuto cedere dopo cinque riprese all’argentino Matthysse per abbandono.

Una seconda decisione unanime sulle 10 riprese è giunta al limite dei pesi piuma con l’imbattuto Julian Ramirez (15-0-0, 8) che ha superato il messicano Hugo Partida (20-6-2, 15), 28 anni in dicembre. Il 22enne Ramirez, nipote dell’ex campione Genaro “Chicanito” Hernandez, ha avuto la vittoria con incolmabile margine: due 100-90 e 99-91.

Il terzo verdetto unanime è andato al guardia destra Mercito Gesta (29-1-2, 16), filippino residente in California, che ha rischiato nella seconda ripresa quando è caduto sotto i colpi di Miguel Angel Mendoza (22-7-2, 21), messicano di 31 anni, nel confronto in 10 riprese. Al limite dei pesi leggeri “No Mercy” Gesta, 28 anni tra pochi giorni, ha avuto dai tre giudici questi riconoscimenti: due 97-92 e 96-93

Il peso leggero Marcelino Nicolas Lopez (32-1-1, 17), argentino di 29 anni, si è imposto per fuori combattimento al 33enne californiano locale David Rodela (17-12-4, 7). Il sudamericano ha mandato due volte sulla stuoia il suo avversario, nella seconda e terza ripresa: ad 1 minuto e 4 secondi della terza frazione l’arbitro ha dichiarato out l’americano.

Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 LUGLIO DEL 1959

Alberto Serti batte Nello Barbadoro di Alfredo Bruno Il 22 luglio1959 sul ring di Rimini si trovavano di fronte i piuma Alberto Serti e Nello Barbadoro. Il primo proveniva dalla gloriosa Virtus di La Spezia dove si...

22/07/2019

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 LUGLIO DEL 1961

Ottavio Panunzi batte Johnny Halafihi di Alfredo Bruno Il 21 luglio 1961 il Palasport romano nella riunione organizzata dalla Zucchet presentava come match clou la sfida tra i mediomassimi Ottavio Panunzi e Johnny ...

21/07/2019

IL RICORDO DI ENRICO SCACCHIA

Si è spento Enrico Scacchia Uno dei pugili più forti del panorama elvetico è morto all'età di 56 anni ats/FB BERNA - La boxe svizzera ha perso uno dei suoi più grandi campion...

21/07/2019

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 LUGLIO DEL 1962

Federico Scarponi batte Mario D'Agata di Alfredo Bruno Il 19 luglio 1962 Federico Scarponi riconquistava il titolo italiano dei gallo, rimasto vacante, superando di misura ma con merito l’ex campione del mond...

20/07/2019

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 LUGLIO DEL 1965

Aldo Pravisani batte Armando Scorda di Alfredo Bruno Il 17 luglio 1965 sul ring di Falconara, in una riunione organizzata da Ciarmato con la collaborazione di Silverio Cresta, erano chiamati a contendersi il titolo...

17/07/2019

SALUTIAMO VINCENZO BELFIORE

La boxe in lutto per la scomparsa di Vincenzo Belfiore, il suo storico per eccellenza di Alfredo Bruno Ci sono notizie che ti aspetti, ma quando arrivano diventano difficili da smaltire come se fossero improvvise. ...

15/07/2019

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 LUGLIO DEL 1956

Artemio Calzavara batte Sandro D'Ottavio di Alfredo Bruno Il 13 luglio 1956 il Kursaal di Saint Vincent mostrava un pienone insospettabile per la riunione imperniata sul titolo italiano dei mediomassimi tra Artemio...

13/07/2019

UN GIORNO COME OGGI, L'11 LUGLIO DEL 1956

Duilio Loi batte Piet Van Klaveren di Alfredo Bruno L’ 11 luglio 1956 al Vigorelli di Milano grande riunione in bilico per la minaccia della pioggia dopo l’afa dei giorni precedenti. Ma quando c’&...

11/07/2019

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS