There are 54.990 boxer records, at least 535.762 bouts and 10.362 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

OTTO AZZURRE AI MONDIALI JUJE IN COREA

 

 

OTTAVA RASSEGNA IRIDATA

Davide, doppia europea, assieme Calabrese, Gordini, Mesiano, Marenda, Alberti, Amato e Severin, scelte da Renzini

di  Giuliano Orlando

I mondiali in rosa, sbarcano nell’isola di Jeju, nella Corea del Sud, considerata patrimonio dell’umanità. Dominata dal vulcano Hallsan che sfiora i 2000 metri, inattivo da 800 anni, è un laboratorio a cielo aperto, per la flora e la fauna. Nell’isola abbondano i tunnel di lava e le grotte, tra le attrazioni più visitate di turisti, che nei prossimi giorni avranno, una curiosità in più, peraltro inedita, col meglio del pugilato femminile a confronto, nell’ottava rassegna iridata, alla quale l’Italia prende parte con ben otto atlete. Il responsabile della squadra Emanuele Renzini ha dato fiducia alle protagoniste degli europei di Bucarest svoltisi a maggio, dove la azzurre si sono comportate molto bene, conquistando un oro (Davide), un argento (Severin) e un bronzo (Mesiano). Le altre cinque sono Calabrese (48), Gordini (51) argento uscente, Marenda (60), Alberti (64) e Amato (69). Mai in passato l’Italia aveva portato tante titolari. Nella prima edizione nel 2001 a Scranton (Usa), Galassi che vinse, Cerpi bronzo e Bellandi. In quattro l’anno dopo ad Antalya in Turchia: Galassi (oro), Davide (argento), Bellandi e Como. Nel 2005 solo Galassi e Tosti a Podolsk in Russia, dove Simona concluse col terzo trionfo, il percorso in maglietta. Ancora due a Nuova Delhi in India nel 2006: Calabrese e ancora Tosti, poco fortunate. Assegnata alla Nigeria nel 2008, la quinta edizione, assente l’Italia. Che torna in quella successiva (2010), svoltasi a Bridgetown alle Barbados con Calabrese, Gordini e Davide fuori dal podio. La settima edizione è storica, assegnando i pass per i Giochi di Londra. La ospita la Cina a Qinhuangdao, sita nel Nord Est dell’immenso paese, sul Mar Giallo. 800.000 abitanti, in continuo sviluppo edilizio. L’Italia arriva con Calabrese, Marenda e Gordini. Le prime due si fermano al secondo ostacolo, mentre la Gordini nei 51 kg., compie prodigi, cogliendo un prezioso argento. Tutte e tre sono presenti in Corea, con più esperienza e non meno entusiasmo. Hanno lavorato sodo, prendendo parte a diversi tornei (Turchia e Marocco), ad uno stage in Romania confrontandosi con le locali, le turche e le bulgare, che ritroveranno nei prossimi giorni. L’Europa arriva con tutte le più forti a cominciare dall’Irlandese Katie Taylor (60) lanciatissima verso il quinto mondiale, con la magiara Kovacs, (+81) attiva dal 2001, alla ricerca del terzo alloro. La romena Steluta, pur giovane ma già veterana. L’Italia non fa proclami, ma la voglia di stupire non manca. In particolare con l’inossidabile Davide (54), la promettente Mesiano (57) e la Severin (+81), ma anche le altre daranno il massimo. La Gordini sta cercando la condizione migliore, ci auguriamo arrivi al momento giusto. Edizione che non assegna pass per Rio, ma che dà il primo segno dei valori in prospettiva. Molte nazioni lavorano sulle tre categorie ammesse ai Giochi, in particolare le asiatiche. Addirittura, al Giochi continentali femminili, svoltisi sempre in Corea a Incheon, sono state invitate solo le atlete dei 51, 60 e 75 kg. Dove ha vinto la piccola ma grande Marykom, la più popolare atleta indiana, che intende migliorare il record di 5 mondiali e 1 argento, nessuna come lei. Nei leggeri, la cinese Yin Junhua a spese della locale Park Ji-Na, vincitrice in semifinale della Sarita Devi, tra le proteste dell’angolo indiano e il clamoroso rifiuto alla premiazione, gettando il bronzo alla Park. Costato la squalifica all’atleta e agli accompagnatori. Nei 75 vince la coreana del Nord Jang Un-Hui, molto migliorata dal 2012, dove venne eliminata al primo turno, sulla cinese Li Qian nome nuovo, che ha finito alla pari. In questa categoria appare difficile che Claressa Shields, oro di Londra, 19 anni, che si è preparata a casa negli USA, dominando largamente, abbia troppi problemi per cogliere il suo primo alloro mondiale in proiezione Rio. La statuaria ragazza del Michigan, dall’alto dell’1.78 possiede velocità e potenza, oltre ad un talento notevole. Unico pericolo, essersi distratta con tanti inviti e premiazioni. Purtroppo il sito dell’AIBA non ha ancora fornito informazioni sul numero delle nazioni e delle atlete presenti.
Il c.t. Emanuele Renzini, che ha al suo fianco, l’ex azzurra Laura Tosti, non nasconde le difficoltà del mondiale: “Affrontiamo il meglio del mondo, in confronto ad altre nazioni è già un miracolo poter contare su queste atlete che sono di valore. Sulla carta ce ne sono molte davanti in ogni categoria. Ma questo è uno stimolo e sono convinto che qualche sorpresa riusciremo a metterla a segno. Dalla capitana Davide a tutte le altre, consapevoli di aver lavorato bene e faticato tanto, per arrivare al meglio, nessuna si tirerà indietro. Dopo il passaggio della grande Simona Galassi, abbiamo dovuto costruire dal nulla una squadra. L’esame di Je-ju ci dirà a che punto siamo”
Si comincia il 16 novembre per arrivare alle finali il 23. Una maratona che interessa circa 80 nazioni e oltre 300 atlete. Il team azzurro è guidato dal presidente Alberto Brasca e dal consigliere Sergio Rosa, il medico ufficiale Giuseppe Macchiarola, il fisioterapista Michele Rabbaglietti.
Giuliano Orlando

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 NOVEMBRE DEL 1929

Jacovacci, secondo pari con Oldani di Priminao Michele Schiavone Il 24 novembre 1929 Milano ospitò per la seconda volta la sfida portata dal locale Giuseppe Oldani al titolare italiano dei pesi...

24/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 NOVEMBRE DEL 1966

Golfarini vincitore di Pellarin di Priminao Michele Schiavone Il nome del livornese Remo Golfarini occupa il posto numero 6 nell’albo d’oro dei campionati italiani dei pesi superwelter. Il...

23/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 NOVEMBRE DEL 1925

Edoardo Garzena s'impone a Pietro Bianchi di Priminao Michele Schiavone L'ultima difesa vittoriosa del titolo italiano dei pesi leggeri di Edoardo Garzena si svolse a Milano il 22 novembre 1925, contr...

22/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 NOVEMBRE DEL 1986

Ronzoni supera Scapecchi di Priminao Michele Schiavone Il campione italiano numero 17 dei pesi superleggeri fu Maurizio Ronzoni, che il 21 novembre 1986 tolse la cintura al grossetano Alessandro Scape...

21/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 NOVEMBRE DEL 1961

Truppi batte il tedesco Moll di Priminao Michele Schiavone Il peso medio modenese di origine brindisina Tommaso Truppi lasciò il ring di Modena da imbattuto la sera del 20 novembre 1961, quando...

20/11/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MELIO BETTINA

Al secolo Emilio Antonio Bettina di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Melio Bettina. Anche se non viene annoverato tra i grandi della categoria fu sicuramente un ottimo pugile, un mediomassimo dal record...

19/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 NOVEMBRE DEL 1977

Azevedo pareggia con Backus di Priminao Michele Schiavone Il 19 novembre 1977 l’ex campione mondiale dei pesi welter Billy Backus, guardia destra originario di Canastota, New York, e nipote del ...

19/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 NOVEMBRE DEL 1972

Ugo Poli sconfigge Bruno Pieracci di Priminao Michele Schiavone La provincia di Sondrio trovò nel valtellinese Ugo Poli, originario di Ardenno, l’elemento di spicco per promuovere negli a...

18/11/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS