There are 54.964 boxer records, at least 535.516 bouts and 10.266 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

INTERVISTA A LUCIANO ABIS

 

ABIS, IMPEGNATO IL 26 MAGGIO, ANALIZZA LA SUA CARRIERA PASSATA E FUTURA

dI  Giuseppe Giallara

CAGLIARI, APRILELuciano “Bazooka” Abis (32-2-1) è in pieno allenamento nella palestra dell'A.P. “Franco Loi” sotto lo sguardo vigile dei suoi maestri Marco Scano e Fabrizio Cappai. Il 26 maggio lo attende un fight difficile contro il polacco Rafal Jackiewicz (40-10-1) dal quale dipenderà il suo futuro di pugile ad alti livelli. Il welter cagliaritano di stanza a Quartu Sant'Elena sa che non potrà permettersi di fallire questa chance ed è molto motivato e puntiglioso nel rispetto del programma di allenamento che si è imposto.

Grande pugilato stasera a Quartu: Abis all'assalto del titolo europeo

“Mi è capitato di leggere - esordisce - che si sta cercando uno sfidante europeo per Leonard Bundu, ma nessuno ha fatto il mio nome. Eppure, la mia prossima difesa del titolo EU dei welter contro l'ex campione continentale Rafal Jackiewicz sarà valida anche come semifinale al campionato d'Europa. Matthew Hatton non è più riconosciuto come challenger, Kell Brook e Jan Zaveck inseguono il titolo mondiale, quindi restiamo io e il pugile polacco.”
 
Contro il quale ha già combattuto una volta...
“Sì, il 28 febbraio del 2009 a Lublino per il titolo europeo, con un infortunio al gomito destro che mi ha costretto a usare soltanto il sinistro. Nonostante ciò, ho perso solo di misura, e nella seconda ripresa l'ho purtroppo raggiunto con un gancio sinistro alla mascella che lo ha scosso”
 
Perché purtroppo?
Perché, dopo aver incassato quel colpo, ha pensato bene di girare al largo evitando gli scambi ravvicinati, e nelle mie condizioni non ero in grado di braccarlo come avrei voluto. In ogni caso, Jackiewicz non è l'ultimo arrivato, per cui credo che si potrà assistere a un match duro tra me e lui. Perciò, per non mettere il carro davanti ai buoi, prima di bussare alla porta di Leonard Bundu dovrò battere il pugile polacco”.
 
Anche contro Bundu ha già combattuto una volta...
“Si, il 15 giugno del 2007 al Palalido di Milano. Tre riprese scarse di fuoco, prima che il match venisse interrotto con il verdetto di pari tecnico per ferita. Sono stato contato, ma l'ho anche fatto inginocchiare con un gancio destro alla mascella, il tutto nel primo round; sono convinto che se ne sarebbero viste ancora delle belle. Ritengo che un nuovo fight tra noi due sarebbe uno spettacolo assicurato in partenza”.
 
Poi, la scorsa estate ad Arborea è arrivato il ko contro Moroseks...
“Si. Stavo bene fisicamente, ma ero mentalmente stressato per problemi di lavoro. Contrariamente al mio solito, sono salito sul ring senza la necessaria concentrazione. Ho preso due destri a freddo ed è finita lì. Una giornata no, si potrebbe dire. Ma ho capito il mio errore. Non ho minimamente risentito dell'infortunio, come se quel match non lo avessi mai disputato”.
 
E infatti, immediatamente dopo è andato a vincere per ko in Francia.
“Ho difeso il titolo a Laval contro lo sfidante ufficiale e beniamino di casa Stanislas Salmon che non era un avversario per nulla facile. Sono orgoglioso e mi sono preparato in silenzio al riscatto, deciso a rientrare a casa da campione in carica. Gli organizzatori hanno cercato di farmi innervosire, non mi hanno favorito nel vitto e nell'alloggio e avevano già pronti i calici e lo champagne per festeggiare la vittoria del loro pugile, la cui foto era presente in tutti i negozi della città. Invece è finita che nel secondo round Salmon è stato spedito al tappeto per il conto totale e i francesi sono cambiati nei miei confronti. Mi hanno applaudito a lungo, mi hanno fatto i complimenti e il procuratore del mio avversario si è detto interessato a farmi sostenere a Laval una nuova difesa del titolo. Se dovesse capitare, ci ritornerei volentieri, anche perché sono abituato a combattere all'estero senza problemi”.
 
Come ogni professionista che si rispetti...
“Questo credo di esserlo. Mi alleno tutti i giorni senza saltarne uno, sia che debba combattere o no. Forse anche per questo, a 32 anni mi ritrovo fresco e maturato, meno incline di prima a innervosirmi nel corso del combattimento. Ho acquisito anche una buona esperienza, ma ritengo di avere ancora molto da imparare, per cui sono sempre curioso e desideroso di apprendere. Questo mi sembra il momento buono per tentare di nuovo le chance importanti, con la guida di Marco Scano, di mio zio Fabrizio Cappai, del mio manager Christian Cherchi e della Opi 2000”.
 
A proposito di Cappai, suo cugino Manuel ha compiuto una bella impresa...
“Sono felicissimo per lui perché è bravo e lo merita. Partecipare alle olimpiadi a diciannove anni non è da tutti. Gli auguro tanti nuovi successi.
 
Per tornare a Leonard Bundu?
“Lui è il mio primo obiettivo dopo la difesa con Jackiewicz. E' un campione e lo rispetto. Lo invito a incrociare nuovamente i guantoni con me perché, a prescindere da chi vincerà, sono sicuro che ne verrà fuori un grande match che farà onore alla boxe italiana e internazionale”.

Siamo d'accordo con Luciano Abis. Un combattimento tra il “Bazooka” isolano e il campione di Freetown, fiorentino di adozione, sarebbe un match tutto da vedere. Prima, però, come ha giustamente sottolineato lo stesso campione EU dei welter, Abis dovrà confermare contro un avversario forte ed esperto come Rafal Jackiewicz di meritare la chance.

Giuseppe Giallara

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 SETTEMBRE DEL 1962

Fabio Bettini, romano campione di Francia di Priminao Michele Schiavone Il pugile Fabio Bettini godette di due cittadinanze, prima quella italiana per la sua nascita a Roma, poi la francese per scelta...

21/09/2017

'TORO SCATENATO' HA PERSO L'ULTIMA BATTAGLIA

LaMOTTA MORTO A 96 ANNI DOPO BREVE MALATTIA di Primiano Michele Schiavone Mercoledì 20 settembre 2017 – Dagli Stati Uniti è rimbalzata la notizia della morte dell’ex ca...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 SETTEMBRE DEL 1942

Roberto Proietti, tre volte europeo di Priminao Michele Schiavone In un passato alquanto lontano capitò più volte che due italiani si affrontarono per la disputa di due campionati, cosa ...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 SETTEMBRE DEL 1970

Zampieri su Proietti per ferita di Priminao Michele Schiavone Sono molti i casi in cui un pugile si afferma su un altro con il medesimo risultato prima del limite, nella stessa ripresa. Uno di questi ...

19/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 SETTEMBRE DEL 1951

Luigi Valentini batte Michele Palermo di Priminao Michele Schiavone L’undicesimo campione italiano dei pesi welter fu il romano Luigi Valentini che il 18 settembre 1951, nella capitale, spodest&...

18/09/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TONY MARINO

Al secolo Antonio Marino di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Antonio Marino è l’unico tra tutti gli italo-americani elencati in questa rassegna di cui non abbiamo potuto trovare altri ind...

17/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 SETTEMBRE DEL 1975

Fanali, tre volte campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il livornese Romano Fanali conquistò il titolo italiano dei pesi superleggeri per la terza volta il 17 settembre 1975 a Livorno...

17/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 SETTEMBRE DEL 1965

Bruno Santini supera Luciano Lugli di Priminao Michele Schiavone Il campione italiano dei pesi medi numero 27 fu il toscano Bruno Santini, arrivato alla conquista del titolo nel 1965, dopo l’abb...

16/09/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS