There are 55.051 boxer records, at least 536.133 bouts and 10.671 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

LOMACHENKO INCANTA LAS VEGAS, VINCONO BRADLEY E SALIDO

 

 

Lomachenko incanta Las Vegas – Vincono Bradley e Salido

di Giuliano Orlando

Il Thomas & Mack Center di Las Vegas, l'arena, ubicata nel campus dell’Università metropolitana, annoterà con orgoglio di essere stata la struttura che ha ospitato il debutto al professionismo dell’ucraino Vasyl Lomachenko (1), mettendo ko al quarto round il messicano Jose Ramirez (25-3), coetaneo di 25 anni, pugile in ascesa che il WBO mette al settimo posto, reduce dal successo sul filippino Rey Bautista (34-3) conquistando la cintura Internazionale piuma. Il match previsto sui dieci round, distanza mai affrontata da un debuttante, è stata un assolo dell’ucraino, superiore in tutto, che ha fatto apparire l’avversario un modesto collaudatore. D’altronde, difficile pensarla in modo diverso. Al primo round Ramirez, si è ritrovato al tappeto senza aver visto il sinistro centrarlo alla mascella. Ha tenuto duro fino al quarto tempo, allorchè il doppio oro olimpico e mondiale, ha deciso di aumentare il ritmo passando anche al lavoro al corpo. Il pubblico inizialmente distratto, ha iniziato a cadenzare le azioni di Lomachenko, consapevole di vedere sul ring un campione destinato ad un futuro importante. Chiusa la pratica prima che scadesse la quarta ripresa, Lomachenko si è rivolto al pubblico e al suo promoter, Bob Arum, chiarendo subito la prossima mossa: “Avevo detto che Ramirez non avrebbe finito ai punti. Pur rispettando l’avversario, sono in grado di battere gli attuali campioni del mondo dei piuma. Al prossimo impegno chiedo di battermi con il messicano Oscar Salido che ho osservato da bordo ring, battere con padronanza il molto decantato Orlando Cruz, finire ko al settimo tempo e conquistare il mondiale WBO dei piuma. Sono pronto come primo sfidante. Gli accordi con Bob Arum sono chiari e quindi manterrà la promessa fatta”.
Lomachenko per questo debutto ha guadagnato solo 100.000 dollari, sia pure al netto di ogni spesa sostenuta per gli allenamenti, durante i quali gli spettatori sono aumentati in modo esponenziale. Ugualmente una borsa leggera, che aumenterà di parecchio al prossimo impegno. Da un minimo di mezzo milione al milione tondo se diverrà campione del mondo e difenderà il titolo contro uno sfidante di prestigio. Lomachenko, guidato dal padre fin dai primi passi della sua nascita pugilistica, ha già disegnato il percorso da professionista: “Non più di cinque anni, massimo sei. Ma in quel periodo intendo battere ogni record di velocità. Il campione con meno match, quello che ha conquistato le cinture a disposizione nel più breve tempo possibile. Sono passato professionista perché nei dilettanti non avevo concorrenza. Poi farò il testimoniale del mio paese per portare i giovani allo sport e nel pugilato in particolare”. Che abbia le idee chiare lo si capisce fin troppo bene. Oltre ad un talento che effettivamente si riscontra raramente. Gli addetti ai lavori prevedono che il percorso potrebbe arrivare all’apogeo della carriera approdando a Mayweather, l’oggetto dei desideri, anche se la differenza di peso, al momento è assai rilevante. Vedremo come andrà a finire.

Timothy Bradley vs Juan Manuel Marquez

Timothy Bradley batte Juan Manuel Marquez nel duello valevole per il titolo WBO dei pesi welter.   foto di: Julie Jacobson/AP
 
Il clou era affidato a Juan Manuel Marquez (55-7-1), messicano quarantenne, vent’anni di attività alla spalle, ma pure un talento che il tempo ha usurato pochissimo. Tentava di scalzare dal trono dei welter WBO, il più giovane Timoty Bradley, californiano di 29 anni (31-1nc) che divide il mondo della boxe in sostenitori e detrattori. Non è un fighter puro, neppure un fiorettista perfetto. Veloce e molto scaltro, sa leggere la situazione del momento e sfrutta all’osso ogni frangente a lui favorevole. Per metà incontro il maggiore allungo del vecchio Marquez ha tenuto botta, respingendo i propositi di entrare nella guardia del rivale, tentati da Bradley. La svolta nella seconda parte, e qui il fattore età ha avuto la sua parte, allorchè l’americano della California ha trovato bersaglio, mettendo in mostra combinazioni precise e potenti, in particolare della riprese conclusiva. Giudici divisi: due per Bradley e uno per Marquez. E’ onesto dire che il messicano non è certo fortunato con gli “esaminatori” di Las Vegas. Lo hanno penalizzato contro Pacquiao e non lo hanno certo favorito con questo rivale che mantiene l’imbattibilità, nonostante dubbi non campati in aria. Emblematica la dichiarazione del clan messicano al termine del match: “Facciamo i complimenti a Bradley, in campione imbattuto nonostante sia stato sconfitto almeno due volte (Acquiao e Marquez), a Las Vegas, Manuel vince solo per ko. Diversamente viene dato sconfitto”.

Destructive: The Mexican Salido, who has lost 12 times in his career, was dominant

Distruttivo: il messicano Salido, che ha perso 12 volte nella sua carriera, è stato dominatore

Ci eravamo esposti, ritenendo che il giovane portoricano Orlando Cruz (20-3-1), portabandiera del movimento gay, potesse alla lunga spuntarla su Orlando Salido (40-12-2), 32 anni ben portati, ma anche qualche sconfitta di troppo. Ho toppato il pronostico. Salido ha vinto prima del limite alla settima ripresa, col portoricano in netto svantaggio. Nel round fatale, lo ha costretto all’angolo, contrandolo con una combinazione destro sinistro al viso e per Cruz è finito il sogno di conquistare il mondiale piuma WBO.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

Archive

L'ULTIMO SALUTO A MANZARO

Morto dopo lunga malattia di Primiano Michele Schiavone Luglio 2018 – L’ex pugile professionista Antonio Manzaro, deceduto nella mattina del 3 luglio dopo molte sofferenze, ha avuto l’estremo omag...

18/07/2018

ADDIO A GIANCARLO DI MANNO

Terracina in lutto per la scomparsa di Giancarlo Di Manno di Alfredo Bruno La boxe di Terracina perde un altro dei suoi grandi protagonisti. Giancarlo Di Manno se ne è andato all’et&agrav...

07/07/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE ROSSMANN

Al secolo Alberto Del Piano di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Nato a Turnesville nel New Jersey l’1 Luglio 1955 da padre calabrese, che gli fece anche da manager, e da madre ebrea dalla ...

23/06/2018

ADDIO A FRANCO ZURLO

Morto a 77 anni compiuti di Primiano Michele Schiavone Lunedì 18 giugno 2018 – Dopo una breve malattia è venuto a mancare il più rappresentativo esponente del pugilato brindisino, F...

18/06/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, WILLIE PASTRANO

Al secolo William Raleigh Pastrano di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Era nato il 27 novembre 1935 a Miami in Florida, dove trascorse gran parte della sua vita. Era poco più che un bam...

10/06/2018

UN GIORNO COME OGGI, L'1 GIUGNO DEL 1974

Emili batte Masala sulla via del tricolore di Priminao Michele Schiavone Il segno dei tempi che il pugilato italiano sta vivendo, connesso ai suoi mutamenti, fornisce la stima del suo valore intrinsec...

01/06/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 31 MAGGIO DEL 1961

Angelo Favari, aspettative senza fiducia di Priminao Michele Schiavone ono stati tanti i pugili che non hanno creduto fino in fondo nei propri mezzi ed hanno lasciato l’attività senza spe...

31/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 30 MAGGIO DEL 1956

Umberto Vernaglione alla vigilia del titolo italiano di Priminao Michele Schiavone Il pugilato di Taranto è stato sempre un valido serbatoio per la boxe nazionale. Negli anni '50 si fece largo ...

30/05/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS