There are 55.017 boxer records, at least 535.932 bouts and 10.442 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

VALERIO LAMANNA, UNA VOCE TRA LE SEDICI CORDE

 

 

L'annunciatore di pugilato più noto in Italia

Foto ed intervista a cura di Alessandro Sebastiani - www.boxelive.it

Quando i pugili del main event stanno per uscire dagli spogliatoi, il pubblico freme, la tensione è palpabile, le telecamere sono pronte, l'americana illumina il ring che ospiterà lo scontro tanto atteso, ed è in questo momento che irrompe a gran voce il ring announcer a rendere ancora più spettacolare uno sport già di per se straordinario. La voce deve essere potente, calda, coinvolgente, sicura. Una di queste voci è quella di Valerio Lamanna, infermiere romano che iniziando quasi per gioco, si ritrova ora a girare l'Italia mettendo al servizio degli spettatori la sua voce e le sue capacità di presentatore. Ci siamo incontrati scambiando due parole, con piacere ve le riporto.
 
Ormai la tua carriera da ring announcer è ben avviata, è dal dicembre 2005 che calchi i ring nella maggior parte delle riunioni professionistiche a livello nazionale, volgendo uno sguardo al passato, da quando hai presentato il primo evento ad oggi, pensi sia cambiata la tua figura di annunciatore sportivo?
 
Sicuramente sì. In questi anni ho costruito e mi sono perfezionato molto ma comunque credo di poter migliorare e perfezionarmi ulteriormente; lo considero un processo evolutivo dinamico. E’ cambiato anche il mio modo di annunciare; ho allargato i miei orizzonti professionali collaborando con più promoter pugilistici e iniziando ad annunciare in altri sport come la kick-boxing e l’MMA. Inoltre, grazie ai tanti eventi presentati e ai social network, sono anche riconosciuto come una figura professionale ben definita.
 
Che emozioni provi a salire i tre gradini del ring, oltrepassare le corde e stare da solo al centro del campo di combattimento per presentare a migliaia di persone, tra spettatori e telespettatori, un evento di caratura mondiale?
 
L’emozione è sempre forte (anche se con il tempo ho imparato a dominarla) e credo sia fondamentale per trasmettere agli spettatori e ai telespettatori l’adrenalina e gli stati d’animo che si vivono in un contesto sportivo di primissimo piano. Ancora oggi, dopo decine e decine di incontri titolati annunciati, ho i brividi e la pelle d’oca nel presentare i grandi match in programma.
 
Tra frasi obbligate, variazioni di tono della voce, slogan personalizzati inventati ad hoc, cosa per te è importante per rendere una presentazione degna di un evento di alto livello?
 
La somma di ogni singolo elemento, anche il più scontato o il più ovvio. Nulla è fatto per caso e tutto serve per costruire un cerimoniale e una presentazione degni di un grande evento. Purtroppo, in Italia, si da poca importanza ai dettagli e quindi si vede spesso pressapochismo e incompetenza in un ruolo, riconosciuto in ogni luogo dove il pugilato gode dell’importanza e delle risorse che merita, fondamentale.
Personalmente, col tempo, ho cercato di costruire una mia immagine rimanendo comunque fedele ad una forma e ad un modo di annunciare standardizzato e riconosciuto in tutti i più grandi ring announcers del mondo.
 
Quali sono le frasi che preferisci pronunciare durante una presentazione e come sono nate?
 
All’inizio della carriera avevo come “firma” la traduzione letteraria dello strafamoso "Let’s Get Ready To Rumble" del mitico Michael Buffer. Successivamente ho personalizzato il mio concetto di ring announcer ed ho introdotto le mie personalissime “firme” che oggi mi caratterizzano: “Che i Guerrieri Entrino nell’Arena”, che è nata per caso durante la visione del film “300”, prima di chiamare i pugili sul ring e “Finisce il Tempo delle Parole ed Inizia la Legge del Ring” fortemente cercata e lanciata durante la presentazione del primo incontro tra Bundu e Petrucci a Roma, pronunciata prima di presentare le caratteristiche e i record dei due protagonisti. A mio avviso definisce un prodotto che mancava ancora di un qualcosa. Mi piace definirla una sorta di ciliegina sulla torta.
 
La tua voce si trova spesso ad irrompere nelle trasmissioni sportive in diretta su "Rai Sport", "italia 2" o "Sport Italia", quali gioie o difficoltà incontri nel collaborare con i registi dei vari enti televisivi con i quali cooperi per rendere la riunione pugilistica un vero e proprio spettacolo da gustare da capo a fine?
 
Ad oggi ho collaborato con molte produzioni televisive (Rai, Mediaset, Sport Italia, Dahlia TV, La 7, Roma Uno, Teleroma 56) e con molti commentatori TV; molti di loro, purtroppo, non hanno le conoscenze e le competenze per poter commentare un incontro di pugilato e spesso ignorano ciò che per i grandi colossi televisivi mondiali è ovvio e scontato: far ascoltare ai telespettatori un cerimoniale (anche se devo ammettere che molto spesso i miei “colleghi” non sono assolutamente all’altezza della situazione). Vorrei però citare dei professionisti che invece sanno benissimo quanto possa rendere far vivere le emozioni del ring e che quando sono stato impegnato insieme a loro hanno offerto un prodotto televisivo qualitativamente migliore: Fabio Panchetti e Franco Ligas (Sport Italia) e Dario Puppo (Dahlia TV). Approfitto di questa tua domanda per ringraziare pubblicamente Fabio Panchetti per avermi invitato alla trasmissione televisiva Knock Out (un settimanale che andava in onda su Sport Italia) in qualità di ring announcer; per me una grandissima soddisfazione  e la conferma di lavorare nella giusta direzione.
 
Qual'é il tuo pensiero a riguardo del pugilato professionistico in Italia?
 
Per quanto concerne il pugilato pro italiano stiamo vivendo un periodo storico molto difficile (forse il peggiore della storia). La FPI ha già fatto capire che sposerà in pieno il progetto professionistico AIBA  (APB) a discapito di tutte le sigle professionistiche e quindi, come tutti gli appassionati, sono in attesa di capire quale sarà la strada per far sopravvivere il professionismo, per me: IL VERO PUGILATO.
La mia speranza è che la Lega Pro boxe possa convogliare le risorse economiche necessarie che si possa avere una valida copertura televisiva (come faceva nel recente passato Sport Italia) per garantire un’attività costante e ad alto livello. Lo meritano soprattutto i Nostri Pugili.   
 
Non ci resta che concludere la nostra chiacchierata.
 
Vorrei ringraziare tutti coloro che in questi anni hanno deciso di avvalersi della mia collaborazione professionale e ringraziare le tante persone e i tanti addetti ai lavori sparsi per l’Italia che dimostrano costantemente la loro stima per il mio lavoro. Per me è importante in quanto credo di svolgere questa professione con tanta passione, professionalità e competenza pur rimanendo convinto che si può e si deve sempre migliorare e che bisogna sempre mettersi in discussione. Prima di salutarti vorrei svelarti il mio sogno: annunciare un titolo mondiale di un'importante sigla professionistica con protagonista un pugile italiano e celebrare il suo trionfo.
 
Fonte: Alfredo Bruno

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 GENNAIO DEL 1989

Juan Martin Coggi, argentino caro agli abruzzesi di Priminao Michele Schiavone L’argentino Juan Martin Coggi, ritenuto di origini italiane, in particolar modo di derivazione abruzzese, trov&ogra...

21/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 GENNAIO DEL 1993

Gianfranco Rosi, difesa mondiale in Francia di Priminao Michele Schiavone L’ultimo successo ottenuto nella qualità di campione del mondo da parte dell’italiano Gianfranco Rosi porta...

20/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 GENNAIO DEL 1977

Facciocchi, primo assalto al campionato italiano di Priminao Michele Schiavone La prima carta giocata dal cremonese Trento Facciocchi per il campionato italiano dei pesi medi la rivolse il 19 gennaio ...

19/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 GENNAIO DEL 1965

Morocho Hernandez campione mondiale di Priminao Michele Schiavone Il primo venezuelano campione mondiale di boxe fu Carlos Hernandez che il 18 gennaio 1965 tolse la corona dei pesi welter jr allo stat...

18/01/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TIPPY LARKIN

Al secolo Antonio Pilleteri di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tippy Larkin, nato con il nome di Antonio Pilleteri, è stato considerato uno dei più abili pugili italo-americani, quasi all...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 GENNAIO DEL 1981

Marvelous Marvin Hagler, prima difesa mondiale di Priminao Michele Schiavone La prima messa in gioco del titolo mondiale ‘undisputed’ dei pesi medi da parte dello statunitense Marvin Hagle...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 GENNAIO DEL 1969

Roy Jones Jr emette il primo vagito di Priminao Michele Schiavone Nella città statunitense di Pensacola, Florida, il 16 gennaio 1969 vide la luce Roy Jones Jr, futuro campione di pugilato, iscr...

16/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 GENNAIO DEL 1954

Antonini debutta a Ginevra di Priminao Michele Schiavone Il pugile umbro Franco Antonini compì la prima trasferta estera il 15 gennaio 1954, affrontando a Ginevra, Svizzera, il francese Simon P...

15/01/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS