There are 55.017 boxer records, at least 535.932 bouts and 10.443 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

ECHI DAL PASSATO, GUIDO FERRACIN

 

 

Guido Ferracin in sedici mesi arrivò sul tetto d’Europa

Il 18 gennaio scorso avrebbe compiuto 86 anni, purtroppo è scomparso molto tempo prima all’età di 47 anni appena.
Parliamo di Guido Ferracin, il cui nome si trova scritto nell’albo d’oro del pugilato internazionale  per essere stato, dopo la conquista del titolo italiano, campione europeo dei pesi gallo.
 
 
 
Lo vogliamo ricordare oggi 20 febbraio, a distanza di 54 anni da quando è stato proclamato campione del vecchio continente.
L’asso veneto nacque il 18 gennaio 1926 a Villamarzana in provincia di Rovigo, nella regione conosciuta in quell’area come Polesine.
Dopo un’attività amatoriale di primo piano passò professionista e conquistò il vacante titolo tricolore dei pesi gallo a spese dell’umbro Amleto Falcinelli, giunto all’appuntamento con un rodaggio professionistico di due anni.
Quella sera del 23 settembre 1946 il battesimo a torso nudo del veneto fu dei migliori perché sul ring di Ferrara, seguito all’angolo dal decano dei maestri della città estense Nando Strozzi, vinse il combattimento ed il campionato in palio.
Dopo le difese del titolo contro Ulderico Sergo, Corrado Conti, Angelo Caimi e Alvaro Nuvolosi, nel 1948 ebbe l’opportunità di sfidare il campione europeo dei pesi gallo Peter Kane, ex campione del mondo dei pesi mosca.
L’occasione fu ghiotta ma nascondeva l’insidia del posto dove giocarsi la chance. Si trattò di andare a Manchester in Inghilterra.
L’italiano aveva già fatto un viaggio nella gelida città britannica, nota in quegli anni per la produzione del cotone e l’estrazione del carbone e l’esito di quella puntata fu positiva.
Una vittoria ai punti che gli valse l’omologazione internazionale dalla esteta stampa locale che riconobbe nell’italiano la levatura per contendere al loro campione il titolo europeo.
Kane si era misurato con altri due italiani, Enrico Urbinati e Gino Cattaneo, risultando vincitore.
Nella confronto con Peter Kane il campione italiano non sono fu l’incarnazione del pugile ma fu anche il simbolo dell’atleta, il ritratto dello sportivo prestante e solido.
Nel Belle Vue Stadium di Manchester il veneto rimase sempre in piedi durante gli intervalli tra le riprese. Questo atteggiamento gagliardo consolidò la sua immagine ed aumentò il suo prestigio tra le corde. La velocità di esecuzione ed i rapidi spostamenti fecero il resto.
Alla fine delle quindici riprese l’arbitro non esitò ad alzare il braccio a Ferracin proclamandolo nuovo campione d’Europa dei pesi gallo.
Nel secondo confronto voluto dall’inglese nel tentativo di ritornare sul trono europeo Ferracin fu implacabile e chiuse il conto nel quinto round.
Nell’estate del 1949 Ferracin lasciò la cintura continentale a Barcellona dove capitolò dinanzi allo spagnolo Luis Romero, contro il quale aveva conosciuto la prima sconfitta da professionista nel 1947.
 
Continuò a combattere fino al settembre del 1952 quando a Liegi cedette ai punti al campione belga Jean Sneyers, che riuscì a conquistare tre campionati d’Europa tra i mosca, i gallo ed i piuma. Nel frattempo aveva sommato 25 vittorie (3 prima del limite), 8 sconfitte e 3 verdetti di parità.
 
Aveva solo 26 anni quando decise di abbandonare l’attività. Si sentiva ormai appagato.
Dopo la carriera pugilistica Farracin si stabilì con la famiglia a Vigevano in provincia di Pavia dove iniziò la pratica dell’insegnamento del pugilato.

Morì improvvisamente nell’estate del 1973 a Tagliacozzo in provincia di L’Aquila dove soggiornava con la famiglia per una vacanza estiva. Il cuore lo tradì bruscamente e lo strappò alla moglie Franca Signorelli ed al figlio Daniele.

Primiano Michele Schiavone
 

  

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 GENNAIO DEL 1977

Onelio Grando alla seconda sfida italiana di Priminao Michele Schiavone Per alcuni atleti a volte si dice che sono nati in epoca sbagliata. In quel gruppo si può annoverare il friulano Onelio G...

22/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 GENNAIO DEL 1989

Juan Martin Coggi, argentino caro agli abruzzesi di Priminao Michele Schiavone L’argentino Juan Martin Coggi, ritenuto di origini italiane, in particolar modo di derivazione abruzzese, trov&ogra...

21/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 GENNAIO DEL 1993

Gianfranco Rosi, difesa mondiale in Francia di Priminao Michele Schiavone L’ultimo successo ottenuto nella qualità di campione del mondo da parte dell’italiano Gianfranco Rosi porta...

20/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 GENNAIO DEL 1977

Facciocchi, primo assalto al campionato italiano di Priminao Michele Schiavone La prima carta giocata dal cremonese Trento Facciocchi per il campionato italiano dei pesi medi la rivolse il 19 gennaio ...

19/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 GENNAIO DEL 1965

Morocho Hernandez campione mondiale di Priminao Michele Schiavone Il primo venezuelano campione mondiale di boxe fu Carlos Hernandez che il 18 gennaio 1965 tolse la corona dei pesi welter jr allo stat...

18/01/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TIPPY LARKIN

Al secolo Antonio Pilleteri di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tippy Larkin, nato con il nome di Antonio Pilleteri, è stato considerato uno dei più abili pugili italo-americani, quasi all...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 GENNAIO DEL 1981

Marvelous Marvin Hagler, prima difesa mondiale di Priminao Michele Schiavone La prima messa in gioco del titolo mondiale ‘undisputed’ dei pesi medi da parte dello statunitense Marvin Hagle...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 GENNAIO DEL 1969

Roy Jones Jr emette il primo vagito di Priminao Michele Schiavone Nella città statunitense di Pensacola, Florida, il 16 gennaio 1969 vide la luce Roy Jones Jr, futuro campione di pugilato, iscr...

16/01/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS