There are 54.978 boxer records, at least 535.597 bouts and 10.314 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

WLADIMIR KLITSCHKO ANNULLA POVETKIN A MOSCA

 

 

Pesante lezione per lo sfidante. Avversario cercasi.

di Giuliano Orlando

Le corone di Wlady Klitschko (WBA, WBO, IBF e IBO) non hanno corso alcun rischio. Più che una sfida, quella espressa sul ring dell’Olimpiyskiy di Mosca, presenti alcuni dei massimi che hanno scritto pagine importanti nella storia dei massimi, quali George Foreman, Lennox Lewis e Niky Valuev, è stata una mattanza in cui il campione Wladimir Klitschko (61-3) ha letteralmente sgretolato ogni resistenza dello sfidante Alexander Povetkin (26-1) che giocava in casa e aveva illuso di poter interrompere la striscia vincente (19+) di questo gigante di 37 anni dal fisico scultoreo e dalla potenza e resistenza di un ventenne. Quando un mondiale termina con il punteggio di 119-114 per i tre giudici, significa semplicemente che non c’è stato match. Così è stato fin dal primo minuto.
 

Klitschko abile nel colpire arretrando
 
L’ucraino, tanto educato e signore fuori dal ring, quanto è spietato quando svolge il lavoro che gli assicurato la ricchezza economica e una montagna di titoli. Povetkin ha capito subito che sarebbe stato come scalare l’Everest in pantofole. La tattica di chiudere la distanza e produrre il volume di fuoco con colpi corti e possenti, si è rivelata una chimera. Per dodici round ha fatto indigestione di sinistri e pure di destri da parte di un Klitschko presentatosi, come d’uso in splendide condizioni atletiche perfette. Mentre, contro Tompson, Wach e Pianeta, non aveva fatto molto movimento di gambe, stavolta ha usato gli arti inferiori per mandare a vuoto il russo, ogni volta che avanzava cercando l’utopia di un bersaglio mai raggiunto. Per la precisione, un bel colpo a Povetkin è riuscito all’undicesimo round, un destro volante che ha raggiunto la tempia di Wladi, costretto a chiudersi per non incorrere in guai ulteriori. E’ stato anche l’unico round, complice il richiamo al campione per tenute e spintoni, di cui ha fatto uso spesso, ma nulla di determinante per cambiare l’esito del confronto, finito a favore del russo. In contrapposizione, un kd al secondo tempo e altri tre nella settima, che l’arbitro Luis Pabon ha deciso per far riprendere fiato allo sfidante, hanno disegnato un mondiale tra i più impari. Povetkin non ha fantasia, ma neppure Klitschko è uno che inventa. La grande differenza è che il campione quello che fa è perfetto: l’uso del sinistro, la difesa attiva e il destro pesante che lascia sempre il segno. Lo sfidante, paga l’handicap della statura bassa, una certa lentezza dei colpi e lo scarso movimento del tronco. Prima del confronto di Mosca, dava garanzie offensive e anche un bella resistenza. Purtroppo per lui, in una sera maledetta, ha incassato la sconfitta più pesante, quattro atterramenti per uno che mai era stato messo giù in quindici anni di attività, e nei dilettanti ha disputato 132 incontri con 125 vittorie. Volendo sottilizzare, ad Amburgo il 25 febbraio 2012, contro il tedesco Marco Huck, cruiser naturale dove è stato mondiale a lungo, qualche dubbio lo lasciò, non solo nel verdetto per split decision, ma per la fatica denunciata nelle ultime riprese, mentre Huck chiudeva meglio. Le successive due difese della cintura WBA, contro l’ormai spento Hasim Rahman (Usa) e il modesto polacco Andrzej Wawrzyk, sembravano aver rispolverato un buon campione. L’esito della battaglia di Mosca, non conferma soltanto la superiorità dell’ucraino, che comanda tutto il reame, assieme al fratello Vitali, vicino al ritiro per dedicarsi totalmente alla politica, nella quale sta salendo ai vertici dalla parte contraria all’attuale premier, ma propone l’interrogativo più attuale: chi sarà il prossimo avversario? La categoria dei giganti è desolatamente priva di sfidanti concreti, se pensiamo che Povetkin era considerato l’unico capace di metterlo in pericolo.
 
Still champion: Wladimir Klitschko celebrates with his multiple world titles after beating Alexander Povetkin 
Ancora campione: Wladimir Klitschko con le sue multi-cinture mondiali dopo aver battuto Alexander Povetkin
 
La maggior parte sono cavalli di ritorno come il polacco Adamek, il cubano Solis e Arreola, che quest’anno ha perduto dal canadese haitiano di nascita, Bermane Stiverne (23-1-1), per il titolo Silver, un giovanotto di 34 anni. Restano i modesti Helenius, Chisora attuale titolare d’Europa, il bulgaro Pulev che è anche lo sfidante ufficiale WBC e l’irlandese Fury, l’unico sotto i 30 anni. C’è pure il lungagnone Wilder (29) protetto dalla Golden Boy, che ha costruito il record affrontando signori nessuno. Forse l’unico per il quale De La Hoya è disposto a investire qualche dollaro e quindi allestire la sfida negli USA. Ipotesi abbastanza concreta, ma a giudizio personale, tutti i nominati non hanno possibilità di farcela, alcuni sono già stati giustiziati da Vitali e un secondo esame iridato potrebbe risultare decisamente rischiosa. Ultima ipotesi, il ritiro del campione, per mancanza di avversari. Con un conto in banca che farebbe invidia a molti milionari.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 OTTOBRE DEL 1977

Lassandro, tre volte titolare nazionale di Priminao Michele Schiavone L’elenco dei pugili diventati campioni italiani per tre volte nella stessa categoria contempla il nome di Damiano Lassandro,...

22/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 OTTOBRE DEL 1934

Edelweiss Rodriguez campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Uno dei primi pugili riminesi che si fece conoscere a livello italiano fu Edelweiss Rodriguez, vincitore del titolo nazionale profes...

21/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 OTTOBRE DEL 1979

John Tate vincitore di Gerrie Coetzee di Priminao Michele Schiavone Il primo campionato del mondo disputato in Sudafrica da pesi massimi fu ospitato a Pretoria il 20 ottobre 1979, combattuto tra il pu...

20/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 OTTOBRE DEL 1984

Mike McCallum, tre corone iridate di Priminao Michele Schiavone Dagli anni ’80 del secolo passato si è assistito alla crescita del numero di pugili che hanno voluto superare i primati di ...

19/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE DEL 1968

Vittorio Saraudi sconfigge Giovanni Biancardi di Priminao Michele Schiavone Il terzo campione italiano di Civitavecchia fu Vittorio Saraudi, figlio di Carlo, precursore del pugilato nella città...

18/10/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE BELLOISE

Al secolo Michele Belloise di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La famiglia Belloise ebbe dieci figli, quattro femmine e sei maschi. Di questi tre divennero pugili: Mike, Steve e Sal. Gli ultimi ...

18/10/2017

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS