There are 54.965 boxer records, at least 535.524 bouts and 10.274 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

KEN NORTON, IL RICORDO DI UN GRANDE

 

 

Ken Norton se ne è andato

di Alfredo Bruno

Ken Norton è morto alle prime ore dell’alba in una clinica di Bullhead in Arizona, dove da tempo era ricoverato per scompensi cardiaci con i quali conviveva ormai da tempo. E’ stato sufficiente in breve comunicato di agenzia e il mondo di internet si è scaricato su una figura di campione che ha avuto l’onore della cronaca, senza mai clamori o fuori dalle righe, solo ed esclusivamente per le sue imprese. Era nato a Jacksonville il 9 agosto del 1943. Madre natura gli aveva plasmato un fisico armonioso, che prese vigore con i numerosi sport a cui si era dedicato sempre con successo non ultimo il Football americano. Ercole Nero fu il nomignolo ricucitogli per una muscolatura eccezionale su 1metro e 92 cm. Conobbe la boxe mentre era arruolato in Marina e iniziò la sua carriera da professionista nel 1967. Infilò una bella serie di vittorie (16) prima di ricevere la sua prima sconfitta ad opera del mancino venezuelano Josè Luis Garcia, pugile molto esperto e di buona classifica, per ko all’ 8° round. Questo incontro denotò per la prima volta forse alcuni suoi difetti che si riaffacceranno lungo l’arco di una carriera sia pure eccezionale. La mascella non era a prova di bomba, anche se in alcune occasioni ebbe smentita, e le sue qualità caratteriali svelavano qualche incrinatura nei momenti più nevralgici di un match. Sono convinto che se non avesse avuto questi due “nei” parleremmo di tutt’altra storia. Riprese il suo cammino superando pugili di non eccelsa levatura, facendo una piccola eccezione sulle vittorie ottenute contro Jack O'Halloran, atleta gigantesco ed anche attore specializzato nelle parti del cattivo, ed Henry Clark, specializzato in sorprese a danno di qualche pugile quotato, ma in decadenza. Era il periodo in cui si cercava il rilancio di Muhammad Ali e a San Diego fu organizzato il match con questo Norton valevole per il titolo americano.
 
Ken Norton e Muhammad Ali nel primo confronto
 
Una passeggiata che serviva al grande Alì quasi come allenamento. Ma non fu così perché il “marinaio” fracassò la mascella dell’illustre avversario e lo battè ai punti in 12 riprese senza appello, anche se fu a maggioranza. Non ci voleva altro per far salire alle stelle la fama di questo sconosciuto. Fu organizzata subito la rivincita con in palio lo stesso titolo, stavolta a Inglewood in California. Vinse Alì con verdetto contrastato di 2 a 1, ma la maggior parte dei presenti aveva visto la vittoria se non il pareggio di Ken. L’Ercole Nero era entrato nell’immagine popolare con clamore, anche se il giovane faceva tutto per schivare le attenzioni su di lui. All’epoca era campione l’imbattuto George Foreman che aveva distrutto in due round Joe Frazier. Norton fu catapultato di peso, possiamo dire, di fronte ad un avversario che avrebbe evitato volentieri. Il match si svolse a Caracas e Norton apparve subito intimorito dalla furia di Foreman andando al tappeto tre volte prima di essere dichiarato kot al secondo round. Dopo una simile batosta fu una sorpresa vederlo risalire tre mesi dopo sul ring, per giunta contro un discreto avversario come Boone Kirkman, un bianco reduce da una bella serie di vittorie dove faceva spicco il nome di Jimmy Ellis, anche se in precedenza aveva avuto lo stesso trattamento di Norton da parte di Foreman. Norton superò l’avversario prima del limite e riprese quota con uguale trattamento fatto subire a Jerry Quarry, ma soprattutto ottenendo la rivincita per ko sul venezuelano Garcia.
Il suo fisico armonioso, il viso da buono e un po’ romantico, piacque subito al noto regista cinematografico Richard Fleischer, che lo volle come interprete di Mandingo (nella foto a sinistra), film che parlava di una razza di colore in estinzione e delle condizioni in cui versavano i negri nelle piantagioni della Louisiana ad inizio del ‘900. Il film ebbe un successo strepitoso e l’anno successivo si girò un sequel con la regia di Steve Carver, che ebbe buoni riscontri da parte del pubblico soprattutto facendo leva sul clamore di Mandingo. Chi pensava che Hollywood avesse intaccato la voglia di ring di Norton era categoricamente smentito dai successi riportati su Lovell, Stander e Middleton, niente di eccezionale ma pur sempre pugili tosti da non sottovalutare. Nel frattempo Mouhammed Ali era tornato campione, dopo la strepitosa impresa di Kinshasa contro Foreman, difendendo il titolo a più riprese. Si pensò quindi nuovamente a Norton per la bella. Il match si svolse allo Yankee Stadium di New York. Stavolta Alì vinse all’unanimità ma con il minimo scarto di fronte ad un avversario che forse non aveva creduto di essere capace della più clamorosa delle imprese. Dopo aver liquidato il nostro Zanon e l’ex promessa Duane Bobick batte Jimmy Young ai punti in una sorta di eliminatoria mondiale, ma fu riconosciuto senza combattere visto che l’altro sfidante aveva rinunciato.
 
uno scambio tra Ken Norton e Larry Holmes
 
Rimase campione per meno di un anno perché perse il titolo ad opera del suo primo sfidante, quel Larry Holmes che si rivelerà “grande”. Molti dicono che il match con Holmes fu uno dei più belli degli ultimi anni. Il match fu incerto e entusiasmante fino all’ultimo secondo, fino alla lettura dei cartellini che videro a maggioranza la vittoria di Holmes per un punto. Fu durissimo e forse Norton inconsciamente capì di aver dato il meglio oltre i suoi limiti. Poco dopo Earnie Shavers, pugile grezzo ma dalla potenza devastante, lo mise ko in un solo round. Lo stesso trattamento gli riservò Gerry Cooney, considerato la speranza bianca. Quest’ultimo rivelerà i suoi limiti ricevendo una vera e propria lezione da Holmes, ma servì a far capire a Ken che era ora di appendere i guantoni al chiodo nel 1981.
 
Ken Norton, George Foreman, Larry Holmes, Joe Frazier e Muhammad Ali
 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 25 SETTEMBRE DEL 1974

Freschi supera Bergamasco di Priminao Michele Schiavone L’udinese Bruno Freschi divenne campione italiano dei pesi superleggeri al secondo tentativo il 25 settembre 1974 a Forni di Sopra, in pro...

25/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 SETTEMBRE DEL 1964

Brandi batte Lopopolo di Priminao Michele Schiavone L’aretino Piero Brandi realizzò la sua sagace e penetrante prestazione della carriera professionistica la sera del 24 settembre 1964, q...

24/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 SETTEMBRE DEL 1958

Baccheschi sconfigge Mazzola di Priminao Michele Schiavone Il terzo appuntamento sul ring tra il toscano Domenico Baccheschi ed il lucano Rocco Mazzola ebbe luogo a Civitavecchia il 23 settembre 1958,...

23/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 SETTEMBRE DEL 1935

Magnolfi vincitore di Negri di Priminao Michele Schiavone Il fiorentino Alfredo Magnolfi divenne campione italiano dei pesi gallo la seconda volta il 22 settembre 1935, nella sua città, quando ...

22/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 SETTEMBRE DEL 1962

Fabio Bettini, romano campione di Francia di Priminao Michele Schiavone Il pugile Fabio Bettini godette di due cittadinanze, prima quella italiana per la sua nascita a Roma, poi la francese per scelta...

21/09/2017

'TORO SCATENATO' HA PERSO L'ULTIMA BATTAGLIA

LaMOTTA MORTO A 96 ANNI DOPO BREVE MALATTIA di Primiano Michele Schiavone Mercoledì 20 settembre 2017 – Dagli Stati Uniti è rimbalzata la notizia della morte dell’ex ca...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 SETTEMBRE DEL 1942

Roberto Proietti, tre volte europeo di Priminao Michele Schiavone In un passato alquanto lontano capitò più volte che due italiani si affrontarono per la disputa di due campionati, cosa ...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 SETTEMBRE DEL 1970

Zampieri su Proietti per ferita di Priminao Michele Schiavone Sono molti i casi in cui un pugile si afferma su un altro con il medesimo risultato prima del limite, nella stessa ripresa. Uno di questi ...

19/09/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS