There are 56.878 boxer records, at least 541.085 bouts and 11.254 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 NOVEMBRE 1977

 

 

A Torino, per un mondiale tra stranieri

di Primiano Michele Schiavone

Nei primi minuti del 20 novembre 1977, da Torino, iniziava il collegamento Cbs via satellite con gli Stati Uniti e l’Argentina per irradiare le immagini del campionato mondiale Wba dei pesi mediomassimi combattuto tra il detentore Victor Galindez e lo sfidante Eddie Gregory, match clou della riunione iniziata nella serata del giorno prima, caratterizzata da sei confronti, quattro dei quali con l’etichetta di internazionali.
Il 29enne Galindez, campione in carica dal dicembre del 1974, da quando aveva conquistato la vacante cintura piegando nel tredicesimo tempo lo statunitense Len Hutchins, aveva riportato otto successi in altrettante difese, respingendo le pretese del sudafricano Pierre Fourie a Johannesburg, del connazionale Jorge Ahumada a New York, ancora Pierre Fourie e di nuovo a Johannesburg, del norvegese Harald Skog a Oslo, dell’americano Richie Kates e del sudafricano Kosie Smith a Johannesburg, di nuovo di Richie Kates a Roma, dove fece altrettanto con l’altro americano Yaqui Lopez.
Lo sfidante Eddie Gregory, 25enne di Brooklyn, New York, aveva iniziato la carriera professionista nel settembre del 1972 come peso medio, dopo aver vinto due volte il torneo New York Golden Gloves 147 libbre open. Nella prima finale del 1971 aveva battuto Vito Antuofermo. A torso nudo la prima sconfitta arrivava nel dicembre del 1973 per mani di Radames Cabrera; il secondo insuccesso veniva siglato da Bennie Briscoe nell’agosto del 1975; tra i due risultati negativi rimediava un verdetto di parità a Marsiglia con il francese Nessim Max Cohen. Nel 1977 decideva di passare tra i mediomassimi e superava la prova del fuoco con Matthew Franklin (in seguito si farà chiamare Matthew Saad Muhammad), due volte avversario in Italia dello jugoslavo Mate Parlov, con il quale aveva riportato un successo e un risultato di parità.
Con queste credenziali il confronto torinese si presentava valido sotto tutti i punti di vista. L’argentino, dopo tante battaglie per la difesa del prestigioso titolo iridato, poteva ormai presentare delle crepe nella sua robusta condizione di campione. Dall’altro lato la voglia di affermazione dell’americano, oltre alle sue indubbie qualità pugilistiche, accrescevano lo stato delle pretese che lo avevano accreditato fino a quel momento. La tecnica del più altro Gregory (in futuro cambierà il nome in Eddie Mustafa Muhammad) era un utile sbarramento per le combinazioni a corta distanza preferite dall’argentino. Nel quinto tempo due veloci sinistri di Galindez si stampavano sul volto dell’americano che cadeva all’indietro. Dopo il conteggio il match tornava sui binari tematici preferiti dai due. Gregory diventava più accorto e usava con maggiore precisione il diretto sinistro, mentre l’argentino replicava con il montante sinistro al tronco, doppiato da colpi a corta distanza. Il confronto continuava così fino alla quindicesima ripresa. Alla fine il verdetto veniva assegnato all’unanimità a Galindez, 48-6-4. Lo sconfitto Gregory, 22-3-1, aveva fatto una utile esperienza che lo avrebbe sostenuto nelle battaglie future.
Tra i pesi medi l’angelo biondo Angelo Jacopucci, già campione europeo e da tre mesi tornato campione italiano della categoria, incappava in una serata decisamente negativa con il 24enne inglese Frank Lucas, reduce dalla infruttuosa sfida al titolo British. Il tarquinese, a un mese dal 29mo compleanno, aveva vinto quattordici giorni prima contro Giuseppe Borghi in otto tempi. Con l’avversario d‘oltremanica Jacopucci, 32-2-0, incappava in un colpo risolutore di Lucas, 7-4-0, finendo sulla stuoia per il conto totale nella seconda ripresa.

Nella stessa divisione il 24enne argentino Hugo Pastor Corro, campione nazionale e sudamericano, in attesa di ottenere l’occasione di affrontare il colombiano Rodrigo Valdez, tornato campione mondiale due settimane prima, incrociava i guantoni con l’abile 31enne romano Mario Romersi, ex campione italiano che aveva ceduto la fascia tricolore a Jacopucci nell’agosto precedente con verdetto ai punti. Il determinato Corro, 41-2-1, non lasciava spazi di manovra a Romersi, 26-4-2, e otteneva il verdetto ai punti dopo 8 riprese.

Ancora allo stesso peso Ramon Hector Pardo, imbattuto 27enne della capitale argentina, incontrava per la seconda volta il 34enne Gianni Mingardi di Fidenza, Parma. Nel primo confronto tenuto in giugno a Roma l’argentino aveva vinto ai punti dopo 6 riprese. Nel combattimento torinese Pardo, 10-0-2, concludeva la sua fatica nella quarta sessione quando Mingardi, 19-20-6, veniva squalificato per scorrettezze.

Il 31enne welter argentino Mario Omar Guillotti, 53-8-5, aveva vita facile con il demotivato Piero Cerù, 34-26-7, che si lasciava sconfiggere in due riprese. Il 35enne guardia destra carrarese, prossimo al pensionamento come pugile, era stato più volte campione italiano dei pesi superleggeri e sfidante al titolo Ebu della categoria,

Il primo combattimento tra italiani metteva a confronto il 26enne mediomassimo Gianni Filippetto, torinese nato a Campo San Pietro, Belluno, e il 26enne medio Gabriele Lazzari di Portomaggiore, Ferrara. La partita si concludeva nella quinta tornata a favore dell’imbattuto Filippetto, 5-0-0, quando il più esperto Lazzari, 19-19-9, era costretto all’abbandono. Il vincitore si era fregiato l’anno prima della fascia tricolore dei mediomassimi, ottenuta ai campionati italiani dilettanti svoltisi nel capoluogo piemontese.

Il secondo incontro tra italiani vedeva di fronte i superleggeri Francesco Gallo, 23enne di Chivasso originario della Calabria, e Domenico Milone, 30 anni in dicembre, proveniente da Sarno, in provincia di Salerno. La vivacità del più giovane Gallo, 10-1-1, progrediva con il passare delle riprese nei confronti di Milone, 1-16-1-1 NC, fino al fuori combattimento nel sesto e ultimo tempo che condannava inesorabilmente il campano alla sconfitta.

Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 NOVEMBRE 1979

In Ascoli Piceno, per un titolo nazionale di Primiano Michele Schiavone Un campionato italiano dei pesi massimi è stato sempre una attrazione particolare per gli appassionati di pugilato, anch...

24/11/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 NOVEMBRE 1974

A Pordenone per un titolo e in Lombardia di Primiano Michele Schiavone Il bresciano Ambrogio Mariani riuscì a conquistare il titolo italiano al nono anno di professionismo. Dopo il fallito tent...

23/11/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 NOVEMBRE 1969

A Roma, per una difesa mondiale con tante incognite di Primiano Michele Schiavone La terza difesa del titolo mondiale dei pesi medi da parte di Nino Benvenuti dopo la riconquista da Griffith fu progra...

22/11/2020

Americani di origine italiana: Joe Grim

Noto come l'uomo di ferro di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone All’inizio del secolo scorso, tra i pugili di origine italiana considerati i più ’duri a ...

21/11/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 NOVEMBRE 1986

A Campione, per un duplice campionato tricolore di Primiano Michele Schiavone Campione d'Italia, exclave italiana in territorio svizzero che si affaccia sul lago di Lugano, il 21 novembre del 1986 osp...

21/11/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 NOVEMBRE 1977

A Torino, per un mondiale tra stranieri di Primiano Michele Schiavone Nei primi minuti del 20 novembre 1977, da Torino, iniziava il collegamento Cbs via satellite con gli Stati Uniti e l’Argenti...

20/11/2020

IL RICORDO DI "MARTLLO" ROLDAN

Morto a 63 anni Il pugilato argentino piange la morte di Juan Domingo Roldan di Primiano Michele Schiavone Giovedì 19 novembre 2020 – Martillo Roldan, ultimo idolo del Luna P...

19/11/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 NOVEMBRE 1976

In Danimarca, per una difesa fruttifera di Primiano Michele Schiavone La triade europea realizzata dai detentori italiani nel novembre del 1976 si concluse il 19 del mese a Rander, in Danimarca, dove ...

19/11/2020

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS