There are 55.037 boxer records, at least 536.089 bouts and 10.574 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

UN GIORNO COME OGGI, IL 9 APRILE DEL 1976

 

 

Dante Canè contro Mario Baruzzi

di Priminao Michele Schiavone

Il bolognese Dante Canè conquistò e perse più volte il titolo di campione italiano dei pesi massimi, così come lo mantenne ripetutamente. Durante il suo quarto regno, il 9 aprile 1976 a Reggio Emilia, mise in gioco il primato nazionale contro il bresciano Mario Baruzzi, in un’attesa rivincita. L’emiliano conservò il titolo quando il lombardo venne squalificato nella sesta ripresa e riscattò l’insuccesso riportato tre anni prima per la corona vacante, sfuggìtagli dopo 12 tempi. Canè nacque il 5 giugno 1940 a Bologna, dove intraprese la carriera a torso nudo il 18 dicembre 1964. Nella sua città natale aveva iniziato a tirare i primi pugni nel marzo 1959, anno in cui a Pescara vinse il campionato italiano riservato ai novizi. In seguito vinse per tre volte il campionato destinato ai dilettanti: nel 1962 a Modena, nel 1963 a Pesaro e nel 1963 a Napoli. Nel contempo si guadagnò tre medaglie a livello internazionale: oro ai campionati mondiali militari del 1962 in Lussemburgo, bronzo ai campionati europei del 1963 a Mosca, allora Unione Sovietica, oro ai giochi del Meditteraneo del 1963 a Napoli. Al terzo incontro professionistico pareggiò con l’argentino Eduardo Corletti; dopo alcuni successi prima del limite venne squalificato dinanzi al tedesco Harry Kneip e riportò il risultato di no-contest con il laziale Celio Turrini. Nel 1966 si affermò anche sul cremonese Benito Penna e il ferrarese Giuseppe Migliari; pareggiò con il francese Joseph Juvillier che sconfisse nel secondo match. L’anno seguente, dopo due facili trionfi, il 29 marzo a Torino concorse al suo primo campionato nazionale dei pesi massimi incrociando i guantoni con il guardia destra bresciano Piero Tomasoni, dal quale rimase sconfitto ai punti. Il 18 settembre debuttò a New York, piegando Jerry Tomasetti nel primo round; il 10 novembre ancora nella grande mela cedette sui 10 tempi a James J.Woody. Nel 1968 fece risultato nullo con l’americano Billy Joines, poi superò lo statunitense Charley Polite, l’argentino Jose Menno, il mancino americano Dick Hall e ancora Jerry Tomasetti a Scranton, nel New Jersey. Chiuse la stagione a Toronto, in Canada, cedendo al locale George Chuvalo. Aprì il 1969 a New York dove venne superato ai punti dal peruviano Roberto Davila. L’11 giugno ebbe la seconda occasione tricolore, ancora contro il mancino lombardo Piero Tomasoni, che sconfisse al termine delle 12 riprese combattute sul ring di Sanremo. In ottore a Napoli rimase sorpreso dal britannico Rocky Campnell. Tornò al successo nella sua città l’1 dicembre, quando mantenne il titolo contro il bresciano Tomasoni, affrontato per la terza volta, con il verdetto di ferita proclamato nell’ottava sessione. Nel gennaio dell’anno seguente a Roma non andò oltre il pari con l’americano Roosevelt Eddie e in maggio cedette il titolo italiano al fiulano Bepi Ros, vincitore nell’undicesima frazione. Nel 1971, dopo due rodaggi positivi, il 2 ottobre a Bologna riprese la cintura nazionale dal trevigiano Bepi Ros con verdetto ai punti. Seguirono un successo convincente e una sconfitta beffarda che gli costò il titolo italiano di fronte al guardia destra brescaino Armando Zanini. Ancora tre risultati positivi nel 1972 e l’8 luglio a Conegliano venne respinto in 12 tempi da Bepi Ros, nel suo settimo campionato nazionale. Il 28 novembre Canè affrontò a Nottingham, in Inghilterra, il campione europeo Joe Bugner, impegnandolo per sei riprese in un confronto senza cintura in palio. Una vittoria nell’anno seguente gli valse la qualifica a gareggiare per il vacante campionato italiano: il 25 luglio a Rapallo dovette assistere al trionfo di Mario Baruzzi al termine delle 12 riprese. Il 22 febbraio 1974 a Reggio Emilia impose l’abbandono nella decima frazione al lombardo Armando Zanini, riscattò l’amaro verdetto sofferto oltre due anni prima e vinse il vacante titolo tricolore. Il 26 luglio conservò la corona dopo aver pareggiato con Bepi Ros a Conegliano. Lasciò vacante il titolo e concentrò i suoi sforzi sulla sfida al campionato EBU posseduto dall’inglese Joe Bugner: il 28 febbraio 1975 a Bologna vide avverarsi la sua opportunità, ma una ferita gli negò ogni possibilità di successo e nel quinto round venne fermato senza appello. Il bolognese ritornò a mirare l’obiettivo nazionale e il 24 ottobre a Milano sovrastò anzitempo il lombardo Lorenzo Zanon, togliendogli il titolo italiano. Si confermò campione contro Benito Penna, suo avversario di nove anni prima, e il ricordato Mario Baruzzi. Il 21 luglio a Bilbao si misurò per 12 riprese con lo spagnolo Juan Manuel Urtain, in un confronto valevole come semifinale al titolo continentale, il cui esito fu assegnato al pugile di casa. Il 30 settembre affrontò a Reggio Emilia per la quinta volta Bepi Ros e lo superò dopo 12 riprese, conservando il titolo italiano. Il 5 marzo 1977 a Rimini dovette concedere la chance all’imbattuto locale Alfio Righetti, 12 anni più giovane, e perse la cintura per la terza volta, con verdetto ai punti. Il 3 dicembre a Montecchio Maggiore conquistò il quinto titolo, vacante, a spese del locale Giacinto Cattani, superato sulle 12 riprese. Abbandonò la cintura italiana e dopo due successi e un risultato nullo, il 26 dicembre 1978 a Bologna sfidò il campione europeo Alfredo Evangelista, spagnolo di origine uruguayana nato 14 anni dopo dell’italiano. Canè chiuse la carriera quel pomeriggio, nella quarta frazione di una sfida prevista sulle 12 riprese, al combattimento numero 66: 44-15-6-1 nc.

Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 APRILE DEL 1985

Julio Cesar Chavez liquida Ruben Castillo di Priminao Michele Schiavone Il messicano Julio Cesar Chavez mise in gioco per la prima volta la sua cintura mondiale WBC dei pesi superleggeri contro Ruben ...

19/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 APRILE DEL 1969

Luigi Patruno è campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il 18 aprile 1969 a Napoli si svolse il vacante campionato italiano dei pesi medi tra il locale Mario Lamagna e Luigi Patruno, ao...

18/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 APRILE DEL 1969

Italo Biscotti a un passo dal titolo italiano di Priminao Michele Schiavone Il piemontese di origine pugliese Italo Biscotti dovette superare la prova di una eliminatoria per giungere al traguardo tri...

17/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 APRILE DEL 1927

Victorio Campolo sgomina Erminio Spalla di Priminao Michele Schiavone La sfida tra i pesi massimi Victorio Campolo, argentino nato in italiana, e il piemontese Erminio Spalla, combattuta...

16/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 APRILE DEL 1959

Sonny Liston, il grande orso di Priminao Michele Schiavone Il peso massimo americano Sonny Liston, conosciuto con l’appellativo "The Big Bear" si esibì per la quarta volta a Mia...

15/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 APRILE DEL 1973

Nervino all'ultimo incontro di Priminao Michele Schiavone Il mancino bresciano Giuliano Nervino concluse la carrieara professionistica nella sua città il 14 aprile 1973, quando mise in palio il...

14/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 APRILE DEL 1950

Cardinale pareggia con Falcinelli di Priminao Michele Schiavone Il pugliese Tino Cardinale viveva stabilmente in Francia da alcuni anni quando gli proposero di partecipare al campionato italiano dei p...

13/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 APRILE DEL 1985

La Vite al secondo tentativo italiano di Priminao Michele Schiavone Il siciliano di nascita Giuseppe La Vite, ligure di adozione, ricevette la seconda occasione di competere per un campionato nazional...

12/04/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS