There are 55.037 boxer records, at least 536.089 bouts and 10.588 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

IL RICORDO DI PIERO CERÙ, COMBATTENTE D'ALTRI TEMPI

 

 

Si è spento all'età di 73 anni

Mercoledì 30 settembre 2015 – Da alcuni giorni è venuto a mancare un personaggio del pugilato nazionale degli anni ’70, il carrarese Piero Cerù, artefice di grandi combattimenti tra i pesi superleggeri.
Passato professionista nel gennaio del 1966 alla vigilia del 24mo compleanno, somma 6 successi consecutivi prima di essere ingaggiato in Germania, dove impone il pari al tedesco Karl Furcht. Cresciuto in fretta a torso nudo senza la cautela riservata ai neo professionisti per una crescita graduale, l’anno seguente arriva a Vienna in Austria dove deve cedere ai punti in 8 riprese al locale Oswald Lang; quindi sbarca a Lione in Francia, laddove perde con verdetto in 10 riprese contro il fortissimo Rene Roque – successivamente campione nazionale in due diverse categorie di peso, europeo con una vittoria importante su Sandro Lopoplo, e sfidante mondiale di Bruno Arcari – vince poi nella sua città e si esibisce a Parigi dove battezza il forte Roger Zami – in seguito campione francese ed europeo – con un pari; torna a vincere tra la sue gente per poi perdere per la prima volta contro un connazionale, contro Serafino Lucherini per ferita.
Nel 1968 torna a misurarsi con l’austriaco Oswald Lang nella capitale Vienna ma dura due riprese. Supera in casa Giuseppe De Robertis e perde contro lo stesso pugile per il titolo Centro Sud.
Apre il 1969 con una vittoria sul quotato Italo Duranti a Roma, pareggia con l’ex campione nazionale Massimo Consolati ad Ancona, città del suo avversario, riscatta la sconfitta da Serafino Lucherini con un successo che gli conferisce il titolo Centro Nord, e chiude l’anno con due affermazioni.

(nella foto  Piero Cerù con il suo procuratore sportivo Abdon Bonistalli)
Il guardia destra carrarese, prossimo oramai alla sfida tricolore, inizia il 1970 con altri due successi, perde contro il campione italiano Ermanno Fasoli, torna alla vittoria in due occasioni prima d’inciampare nel brasiliano Nelson Gomes.
L’avvio del 1971 è portentoso: spodesta Ermanno Fasoli dal trono nazionale con il risultato eclatante di fuori combattimenti alla settima ripresa; a Copenaghen supera per ferita il danese Borge Krog – ex campione d’Europa – difende la cintura italiana per la prima volta e manda a casa il corregionale Romano Fanali con una ferita al settimo round, la difende per la seconda volta superando ai punti Nicola D’Orazio. Tra un campionato e l’altro ottiene facili vittorie verso modesti avversari.
La stagione del 1972 lo trova impegnato ancora ad alti livelli: pareggia con il brasiliano di classe internazionale Everaldo Costa Azevedo, mantiene la corona nazionale con un ko al decimo tempo a spese di Bruno Freschi, vince ancora due sfide ai punti per poi cedere il primato tricolore a Romano Fanali con il risultato di ko-tecnico alla quinta ripresa. Chiude l’anno con un successo ai punti.
Apre il 1973 con una trasferta a Isanbul dove cede in 10 riprese al turco Cemal Kamaci  – altro campione continentale – ritorna alla vittoria in patria per poi esibirsi ad Oslo con un successo ai punti sul norvegese Kristian Hoydahl; riottenuta la sfida al titolo italiano spodesta Romano Fanali ai punti; mantiene la cintura pareggiando con Tommaso Marocco, perde da Everaldo Costa Azevedo e vince su Giuseppe Minotti confermandosi campione d’Italia.
Anche il 1974 si avvia con una sconfitta ai punti rimediata a Randers, in Danimarca, per mani del locale Joergen Hansen – reduce dalla sfida mondiale a Bruno Arcari e futuro campione d’Europa – si rifà in patria quando respinge Giorgio Braconi e mantiene la cintura tricolore; ottiene il risultato di parità a Johannesburg contro il locale Kokkie Olivier – campione sudafricano – ed ottiene finalmente la chance europea con il campione Perico Fernandez: una ferita lo toglie dalla gara, senz’appello, nella seconda ripresa. Lo spagnolo Fernandez subito dopo il successo sul toscano conquista la vacante cintura mondiale WBC lasciata vacante da Bruno Arcari. Archivia la stagione con due sconfitte nella città spagnola di Bilbao, situata nei Paesi Baschi.
Come gli capita da due anni, apre il 1975 con una sconfitta infertagli da Bruno Freschi – sottomesso tre anni prima – al settimo round, nel tentativo di tornare campione d’Italia per la terza volta. Torna a combattere ad Oslo, in Finlandia, contro il locale Kristian Hoydahl – sconfitto due anni prima – ma deve cedere ai punti. Da quell’anno inizia l’inesorabile declino. Porta a casa due vittorie contro 11 sconfitte ed 1 pari, calcando il ring fino all’agosto del 1978, con 36 primavere sulle spalle.
Come professionista è salito sul ring 68 volte: 34 sono stati gli esami conclusi positivamente (12 le soluzioni prima del limite), 27 le prove negative e 7 i risultati di parità.
In tutta la sua carriera Cerù è stato un pugile pieno di coraggio, che ha sempre mostrato tanto cuore da opporre alla classe di avversari meglio attrezzati tecnicamente. Ha reso la vita difficile a quanti lo hanno affrontato. La sua vivacità agonistica, unita al dinamico pugilato praticato, ha garantito sempre lo spettacolo e gli ha dato grandi soddisfazioni. Ha affrontato tutti con lo stesso spirito, in Italia ed all’esterno, dove è andato 14 volte, comportandosi sempre con decoro e dignità, meritandosi la stima di pugili ed organizzatori. In quegli anni non si cercavano sempre avversari di comodo ed il Cerù di turno veniva sempre gradito ed ammirato.

Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 26 APRILE DEL 1982

Davey Moore, medio Jr, mantiene il titolo di Priminao Michele Schiavone Il newyorkese Davey Moore, omonimo dell’ex campione iridato del Kentucky che regnò nei pesi piuma dal 1959 al 1963,...

26/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 25 APRILE DEL 1972

Ben Villaflor vince il titolo mondiale di Priminao Michele Schiavone Il dodicesimo campione mondiale delle Filippine in ordine di tempo fu Ben Villaflor, che il 25 aprile 1972 conquistò il tito...

25/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 APRILE DEL 1961

Harold Johnson stende Von Clay di Priminao Michele Schiavone Risale al 24 aprile 1961 la data nella quale furono introdotte e applicate la regola riguardante il conteggio obbligatorio degli 8 secondi ...

24/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 APRILE DEL 1971

Bepi Ros piega Baruzzi di Priminao Michele Schiavone Il veneto Bepi Ros divenne campione italiano dei pesi massimi per la seconda volta il 23 aprile 1971 a Bologna, dove riprese la cintura dal brescia...

23/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 APRILE DEL 1946

Origo sfida Cortonesi per il titolo di Priminao Michele Schiavone Al ligure Dario Origo toccò competere per il campionato italiano dei pesi piuma il 22 aprile 1946 nella sua Genova, contro il c...

22/04/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TONY DE MARCO

Al secolo Leonardo Liotta di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tony De Marco è stato il quarto pugile, con sangue italiano nelle vene, a conquistare la corona mondiale dei pesi welter dopo...

21/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 APRILE DEL 1934

Carlo Cavagnoli pareggia con Edelweis Rodriguez di Priminao Michele Schiavone La prima difesa del titolo italiano dei pesi mosca da parte del campione Carlo Cavagnoli ebbe luogo a Parma il 21 aprile 1...

21/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 APRILE DEL 1985

Lupino, più volte campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il sardo-piemontese Maurizio Lupino partecipò al suo primo campionato professionistico il 20 aprile 1985, a Ceriale in p...

20/04/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS