There are 54.971 boxer records, at least 535.570 bouts and 10.311 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

IL DOPO LANCIA-DI SILVIO: PERICOLOSA DERIVA

 

 

Per colpa di pochi facinorosi, il pugilato corre il rischio di catalogarsi come il calcio.

di  Giuliano Orlando

Avendo seguito l’evento in televisione,con sorpresa e dispiacere ho appreso solo in mattinata, della rissa furiosa dopo la battaglia, peraltro gagliarda e corretta tra Manuel Lancia (11-0-1) il campione italiano leggeri, riconfermato e lo sfidante Pasquale Di Silvio (17-6-1) sconfitto con l’onore delle armi. La riunione di Ostia, seguita dall’abituale numeroso pubblico, chiassoso ma non oltre le righe, presentava ben tre clou, tali sono da ritenersi i confronti titolati, non essendo stati da meno i match al femminile: quello europeo mosca tra l’inossidabile Simona Galassi (21-3-1) e l’indomabile trentenne francese Laetitia Arzalier (6-1) una specie di robot umano, che ha ripetuto per dieci round il programma d’attacco: avanti per scaricare colpi esterni senza alcun appoggio, quindi inefficaci, ma dimostrando resistenza e caparbietà incredibili, oltre a limiti tecnici notevoli. La Galassi stilisticamente è una docente di boxe, il repertorio è infinito, una mancina da videoteca. Non ha rischiato nulla, ma non ha neppure incantato e spesso si è chiusa in difesa, per recuperare il fiato. Raramente ha portato le serie che dall’angolo invocavano, limitandosi al diretto destro e al montante sinistro sopra e sotto. Per fermare la transalpina ci volevano almeno tre colpi, replicati. Vittoria netta: esagerato il croato Rukavina (100-91), corretti Lewis (Ing) 97-94 e Djagig (Serbia) 98-94. Fin qui nulla da dire. Non meno intenso il confronto valido per il tricolore leggeri tra l’avvocato Anita Torti (9-3-1), titolare della cintura e la romana Monica Gentili (3-1) che sfidava la pavese con sangue del Madagascar per via materna, il papà lombardo era ingegnere operativo da quelle parti negli anni ’70. Il primo incontro disputato a Pavia, a giudizio personale, era stato vinto in modo chiaro dalla Torti, pur se il verdetto indica split decision (2-1). L’autore del cartellino solitario, dopo aver rivisto l’incontro al video, ammetteva di essere andato fuori registro. L’angolo della romana, non era d’accordo, e ci può stare. Il tutto ristretto al dialogo tra sportivi. L’altra sera il match è stato di una chiarezza esemplare. La sfidante subito in avanti cercando la corta distanza e la titolare bene in linea, capace di costruire una barriera difensiva talmente attiva da chiudere la porta ad ogni replica o quasi. Che il pubblico esplodesse ad ogni colpo più o meno a bersaglio della Gentili, che combatteva in casa, ci pare giusto. Il bilancio reale però non aveva appigli, reso ancor più evidente dal conteggio subito all’ottavo round dalla sfidante, su un preciso destro, che da diversi round subiva in maniera netta i colpi diritti e precisi di una Torti decisamente più tonica del primo confronto. Redigendo un cartellino onestissimo, tra le due ci correvano almeno 4 punti, considerando che il round del kd, gliene concedeva due. E’ pur vero che la voce della tv non aiutava, semmai creava solo confusione, per l’inconsistenza del commento, ma ascoltando il giudizio dei tre giudici Muratore e Derasmo (96-93) e ancor più quello sconcertante del signor Di Mario (96-94) si capiva che l’ambiente aveva influito. Detto in soldoni, se non ci fosse stato l’ottavo round, per un giudice era incontro pari o forse avverso alla Torti. Per fortuna il pubblico e l’angolo della Gentili, risultavano più realisti del signor Di Mario e accettavano il giusto verdetto. Veniamo alla prevista battaglia leggeri al maschile, tra il più giovane Manuel Lancia (27 anni) titolare in carica e Pasquale Di Silvio (35 anni il 17 agosto) sfidante. I due si conoscono bene, non sono amici ma questo non significa nulla. Lo scorso anno, si erano affrontati sul ring di Guidonia e l’incontro era andato a Lancia con un verdetto risicato (2-1) anche se il pari avrebbe meglio espresso i valori. Stavolta la vittoria del campione è stata limpida, maturata nel corso dei dieci round, per un motivo molto semplice, la miglior condizione atletica e anche l’età hanno fatto la differenza. Lancia ha un repertorio non molto vario, ma i colpi sono efficaci e Di Silvio, ne ha pagato le conseguenze fin dall’inizio, subendo un conteggio sul gancio sinistro di Lancia alla seconda tornata. Bravo a recuperare dopo la botta, ma l’ottimo fraseggio tecnico dello sfidante, un fiorettista elegante ma senza quel pizzico di potenza che avrebbe fatto la differenza, non bastava. Il match è andato avanti a ritmi alti, con un tema unico: Lancia in avanti e Di Silvio a limitare i danni, anche se con reazioni d’orgoglio ammirevoli. Vittoria netta del campione e l’imprevisto extra match dopo il verdetto.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 OTTOBRE DEL 1984

Mike McCallum, tre corone iridate di Priminao Michele Schiavone Dagli anni ’80 del secolo passato si è assistito alla crescita del numero di pugili che hanno voluto superare i primati di ...

19/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE DEL 1968

Vittorio Saraudi sconfigge Giovanni Biancardi di Priminao Michele Schiavone Il terzo campione italiano di Civitavecchia fu Vittorio Saraudi, figlio di Carlo, precursore del pugilato nella città...

18/10/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE BELLOISE

Al secolo Michele Belloise di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La famiglia Belloise ebbe dieci figli, quattro femmine e sei maschi. Di questi tre divennero pugili: Mike, Steve e Sal. Gli ultimi ...

18/10/2017

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 OTTOBRE DEL 1964

La rivincita di Serti su Mastellaro di Priminao Michele Schiavone Uno dei pochi pugili che conquistarono il titolo italiano per la prima volta, al secondo tentativo, dopo aver perduto la cintura europ...

16/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 OTTOBRE DEL 1969

Carmelo Coscia, un campione di lungo corso di Priminao Michele Schiavone Uno di quei pugili che si spesero a lungo prima di arrivare all’appuntamento con il campionato italiano professionistico ...

15/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 OTTOBRE DEL 1983

A Milano, un programma, tre titoli di Priminao Michele Schiavone Quando il capoluogo lombardo poteva essere definito un baluardo dell’organizzazione pugilistica italiana, il promoter milanese Eg...

14/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS