There are 55.037 boxer records, at least 536.089 bouts and 10.588 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

WSB: L'ITALIA NEI QUARTI, MANFREDONIA A RIO

 

 

Colpo doppio nella 14ma giornata

Il mediomassimo italiano batte il croato con un pulito 3-0.

Prima sconfitta del Kazakistan (3-2), capolista del girone B.

di Giuliano Orlando

BERGAMO, 25 aprile 2015 – Finalmente una serata da ricordare a lungo. Per godersela, ci voleva una doppia impresa dei Thunder Italia contro la corazzata kazaka, giunta a Bergamo imbattuta nelle 13 precedenti giornate di qualificazioni delle World Series. I ragazzi allenati da Lello Bergamasco supportato stupendamente dallo staff, con Damiani, Icio Stecca e il fisioterapista Giulietti all’angolo, hanno compiuto il miracolo. Per la prima volta i lupi di Astana, scendono dal ring battuti, con un 3-2 che suona trionfale per la nostra pattuglia, davvero commovente. Onore ai tre che hanno vinto, ma anche ai due sconfitti, perché è stato lo spirito di squadra il vero protagonista di una serata seguita da un pubblico numeroso e competente, Dicevamo che ci voleva l’uno-due, per ottenere in un colpo il pass olimpico per Manfredonia e l’accesso ai quarti per l’Italia, impresa compiuta al completo. Un premio meritato per la nostra franchigia, spesso bistrattata da arbitri e giudici incapaci e qualche volta prevenuti. Vincendo il confronto con gli asiatici, l’Italia sale a quota 27 nel girone B, tenendo dietro il Venezuela che unisce bravura collettiva e qualche spinta casalinga, come è stato per la sfida contro l’Italia, costata l’ingiusta esclusione di Mangiacapre dal pass per Rio. A Bergamo si è imposto l’indiano Bidhuri nei 52 kg. contro il fortissimo Zhakupov, segaligno atleta dell’allungo infinito. Per batterlo ha dovuto mettere il cuore oltre ogni ostacolo, soffrendo e reagendo quando sembrava in debito d’ossigeno. Un successo di stretta misura (2-1), col giudice russo Malyshev che ha segnato un vergognoso 45-50, a dimostrazione di malafede, più che di incapacità. Nei leggeri, intenso confronto tra il campano Cosenza e Chshegrinov, dalla boxe speculare, che l’italiano è riuscito ad accaparrarsi grazie alle riprese centrali, dove la precisione e la continuità, hanno fatto la differenza. Non è riuscito a farcela il lungo irlandese Nolan nei 69 kg., mancino generoso ma legnoso, contro lo sgusciante Shymbergenov, abilissimo nel tocca e fuggi, Premiato dai giudici di misura, giustamente.
 
L'italiano Manfredonia attacca il croato Sep  /  Foto di Luigi Riberi
 
Quando sono saliti sul ring i mediomassimi Manfredonia e il croato Sep, la temperatura è salita al massimo. Chi vince si assicura il pass olimpico e la vittoria di squadra. Confesso di aver visto con preoccupazione la scelta del russo Malyshev come arbitro e il pensiero si è dimostrato reale, nonostante il successo chiaro di questo pugile nato a Recife in Brasile, adottato piccolissimo da una famiglia napoletana, cresciuto all’ombra del Vomero, in palestra giovanissimo, debutto negli jr. folgorante, poi un lungo stop per problemi fisici e sentimentali. Nel 2012 torna e con pazienza e perseveranza sale ai vertici, premiato lo scorso anno col tricolore a Galliate. Entra in nazionale, si distingue positivamente, poi il debutto nei Thunder Italia e la striscia positiva che ha toccato i sette successi su altrettanti incontri. L’ultimo è stato il bello e sofferto, perché il croato Sep è un tipo tosto, rotto a tutte le intemperie, esperienza da vendere e scorrettezze a gogo. Purtroppo il mediocre arbitro russo ha fatto il possibile per rovinare la festa a Manfredonia, lasciando correre spinte e testate di Sep, che l’ha messa sulla rissa da strada, senza che l’ineffabile Malyshev andasse oltre amichevoli richiami. Una pena questo russo. Nonostante questo, Manfredonia ottiene un pulito 3-0 e lascia di sasso il croato, che ci ha provato in ogni modo, usando molte scorrettezze non rilevate. “Un sogno che si è avverato – ha urlato l’azzurro – una gioia sconfinata. Da quando sono giunto in Italia con i nuovi genitori, non sono mai tornato in Brasile. Lo farò con la nazionale italiana. Che soddisfazione!”. L’ultimo confronto tra il gigante Hrgovic, altro croato e il nostro Spahiu, è durato meno di due round, come nelle previsioni. Troppo forte Filip, uno dei favoriti a Rio. Giustamente l’arbitro ha fermato il match a metà del secondo round, con Spahiu in difficoltà.
Una bella soddisfazione, essere stata l’unica franchigia che ha chiuso in vantaggio il confronto diretto col Kazakistan, non dimenticando che all’andata in trasferta, siamo stati sconfitti 3-2. Concluse le qualificazioni, entrano di diritto in semifinale Cuba e Kazakistan, prime dei due gironi. Il 7-8 maggio, si scontrano (andata e ritorno) Azerbajan-Messico e Russia-Italia, chi la spunta entra in semifinale. Che si svolgono il 21-22 maggio, sempre andata e ritorno. La finalissima l’11 e 12 giugno si lotta per vincere il titolo della quinta edizione. Più avanti le finali individuali, che riguarda appunto anche Manfredonia. Al momento non si conosce la sede della finale. Una conclusione che ci ha fatto tornare il sorriso, dopo la delusione col Venezuela. Un grazie i Thunder, che hanno veramente dato tutto.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 26 APRILE DEL 1982

Davey Moore, medio Jr, mantiene il titolo di Priminao Michele Schiavone Il newyorkese Davey Moore, omonimo dell’ex campione iridato del Kentucky che regnò nei pesi piuma dal 1959 al 1963,...

26/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 25 APRILE DEL 1972

Ben Villaflor vince il titolo mondiale di Priminao Michele Schiavone Il dodicesimo campione mondiale delle Filippine in ordine di tempo fu Ben Villaflor, che il 25 aprile 1972 conquistò il tito...

25/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 APRILE DEL 1961

Harold Johnson stende Von Clay di Priminao Michele Schiavone Risale al 24 aprile 1961 la data nella quale furono introdotte e applicate la regola riguardante il conteggio obbligatorio degli 8 secondi ...

24/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 APRILE DEL 1971

Bepi Ros piega Baruzzi di Priminao Michele Schiavone Il veneto Bepi Ros divenne campione italiano dei pesi massimi per la seconda volta il 23 aprile 1971 a Bologna, dove riprese la cintura dal brescia...

23/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 APRILE DEL 1946

Origo sfida Cortonesi per il titolo di Priminao Michele Schiavone Al ligure Dario Origo toccò competere per il campionato italiano dei pesi piuma il 22 aprile 1946 nella sua Genova, contro il c...

22/04/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TONY DE MARCO

Al secolo Leonardo Liotta di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tony De Marco è stato il quarto pugile, con sangue italiano nelle vene, a conquistare la corona mondiale dei pesi welter dopo...

21/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 APRILE DEL 1934

Carlo Cavagnoli pareggia con Edelweis Rodriguez di Priminao Michele Schiavone La prima difesa del titolo italiano dei pesi mosca da parte del campione Carlo Cavagnoli ebbe luogo a Parma il 21 aprile 1...

21/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 APRILE DEL 1985

Lupino, più volte campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il sardo-piemontese Maurizio Lupino partecipò al suo primo campionato professionistico il 20 aprile 1985, a Ceriale in p...

20/04/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS