There are 55.017 boxer records, at least 535.932 bouts and 10.444 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

DELLA ROSA, MEA CULPA PER LA PROVA DI OSTIA

 

 

Intervista a Emanuele Della Rosa

di Alfredo Bruno

Sono passati cinque giorni dall’infausta serata di Ostia in cui Emanuele Della Rosa si è giocato sul ring una delle più grosse opportunità che può capitare ad un pugile: la conquista del Titolo Europeo. Ci aspetta nel suo panificio “La spiga d’oro”. La cosa che salta immediatamente agli occhi è quella di vedere un volto senza alcun segno, nonostante al Pala Di Fiore si sia disputato un combattimento feroce, impietoso, una guerra condotta senza pietà. Non sfugge neanche la delusione per questa sconfitta: “La gente mi domanda se ho vinto, e quando io dico di no si meraviglia che io abbia perso prima del limite e non ai punti”.

Emanuele Della Rosa in fase di attacco contro il temibile Isaac Real  -  foto di  Renata Romagnoli

La vittoria e la sconfitta s’incrociano in un duello senza fine. Un giudizio su questo spagnolo Isaac Real, piovuto dal nulla?
“Tengo a precisare subito che non è assolutamente l’avversario più forte che ho incontrato. Un uomo battibilissimo e sono quasi sicuro che perderà alla prossima difesa del suo titolo. Il match l’ho perso, lui sul ring è stato più bravo di me, ma fondamentalmente il match l’ho perso io”.
 
Ritieni di aver commesso qualche errore?
“Ne ho commesso tanti, troppi. E’ accaduto quello che pensavo che non mi sarebbe successo mai affrontando un illustre sconosciuto. Mi sentivo già il titolo in tasca, ma inconsciamente non ero tranquillo. Mi dicevo: adesso mi sposo con la mia compagna, faccio conferire il Battesimo al mio bambino e festeggiamo l’ europeo. Pensando a tutte queste belle cose avevo una brutta sensazione, una sorta di pessimismo latente. Così è stato. Io non mi ritengo un grande pugile, uno dei più forti, ma se ci rifacessi altre tre-quattro volte sono sicuro di poterlo sempre battere”.
 
Qual è stato durante il match l’errore che in pratica ti ha condannato?
“L’errore l’ho commesso fin dall’inizio, lo consideravo un match facile. Non ammettevo che dalla  Spagna, dove il pugilato ha minore tradizione e qualità della nostra Nazione, ci fosse un pugile capace di superarmi. Era una mentalità errata e l’ho pagata cara. Mea culpa”.
 
Nella seconda ripresa dopo aver subito due conteggi a tua volta lo hai messo al tappeto…
“Pensavo che il match fosse finito lì. Ho commesso l’errore di non recuperare ossigeno, perché i due atterramenti mi avevano sfiancato. Le mie ultime energie le ho sprecate pensando che era finito e purtroppo non era così. Ho perso per sfinimento non solo fisico, ma anche mentale”.
 
Se ci sono…quali sono i tuoi programmi futuri?
“ Ho voglia di riscatto anche più di prima. Io dicevo fra me e me vinco questo europeo e poi basta, anche perché ho molti altri impegni. Adesso invece per assurdo ho trovato gli stimoli per andare avanti. Certo per continuare devo essere integro, se nei prossimi match vedo che accuso e barcollo lascio perdere, perché devo essere onesto con me e mio fratello (Enrico), che mi ha sempre seguito. Anche gli amici, la stampa, devono aiutarmi a capire quando è il momento di lasciare. Se avviene questo vorrà dire che mi sono divertito con l’unico rimpianto di non aver vinto l’europeo, che era il mio sogno”.
 
Abbiamo visto che in questo match hai sempre attaccato…
“E’ stato l’errore terminale. Io dovevo capire invece in quella fase in cui stavo recuperando di boxarlo, senza cercare di buttarlo giù, visto tra l’altro che i colpi dritti li prendeva tutti. Ero incazzato, vedevo nero…ma che devo dire: voltiamo pagina !”.
 
Facendo un resoconto della tua vita che cosa ti ha dato il pugilato?
“A me ha dato tantissimo. Io sono contento di aver fatto e di fare il pugilato. Mio figlio in pratica è nato con il pugilato. La mia compagna l’ho conosciuta con il pugilato. Un mio amico mi presentò la ragazza, appassionata di questo sport. Attraverso la boxe ho avuto amici veri. Mi ha forgiato nel carattere”.
 
Invertendo la domanda…che cosa ha preso da te il pugilato?
“La boxe ha preso una gran fetta della mia vita. Io dico che forse potrei essere un uomo migliore senza il pugilato e lo diventerò quando smetto. E’ uno sport che mi leva tempo e mi ricompensa con la fatica”.
 
Tu in un intervista hai detto di essere un fornaio che fa il pugilato…
“Verissimo, lo confermo. Sono qua dentro il mio forno per questo motivo. Io a tutti i ragazzi dico sempre: prima il lavoro, poi la boxe. In Italia e forse in tutto il mondo non è facile vivere con il pugilato. Sono pochi i pugili che guadagnano tanti soldi. Io inizialmente il pugilato lo facevo come hobby, ma poi si è trasformato in passione”.
 
Hai parlato con Cherchi?
“Ho avuto poco tempo per parlarci, perché sono dovuto andare subito in Ospedale per fare accertamenti. Io comunque gli ho detto che voglio continuare e chissà, una sconfitta come questa mi insegnerà qualcosa e mi farà diventare più forte”.
 
Mi sfiora la domanda…chi te lo fa fare?
“Si è vero. C’è chi va a pesca, chi va a caccia, e io faccio il pugilato”.  

E’ lui a voler concludere: “Tutti i più grandi campioni hanno avuto la loro caduta e si sono ripresi. Io non sono un grande, però sono caduto come loro e voglio riprendere. Poi si vedrà”.

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 GENNAIO DEL 1954

Luigi Fasulo sfida Mario D'Agata di Priminao Michele Schiavone Un altro boxeur nato pugilisticamente in un’era sbagliata fu Luigi Fasulo. Questi il 23 gennaio 1954 sfidò a Napoli il campi...

23/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 GENNAIO DEL 1977

Onelio Grando alla seconda sfida italiana di Priminao Michele Schiavone Per alcuni atleti a volte si dice che sono nati in epoca sbagliata. In quel gruppo si può annoverare il friulano Onelio G...

22/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 GENNAIO DEL 1989

Juan Martin Coggi, argentino caro agli abruzzesi di Priminao Michele Schiavone L’argentino Juan Martin Coggi, ritenuto di origini italiane, in particolar modo di derivazione abruzzese, trov&ogra...

21/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 GENNAIO DEL 1993

Gianfranco Rosi, difesa mondiale in Francia di Priminao Michele Schiavone L’ultimo successo ottenuto nella qualità di campione del mondo da parte dell’italiano Gianfranco Rosi porta...

20/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 GENNAIO DEL 1977

Facciocchi, primo assalto al campionato italiano di Priminao Michele Schiavone La prima carta giocata dal cremonese Trento Facciocchi per il campionato italiano dei pesi medi la rivolse il 19 gennaio ...

19/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 GENNAIO DEL 1965

Morocho Hernandez campione mondiale di Priminao Michele Schiavone Il primo venezuelano campione mondiale di boxe fu Carlos Hernandez che il 18 gennaio 1965 tolse la corona dei pesi welter jr allo stat...

18/01/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TIPPY LARKIN

Al secolo Antonio Pilleteri di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tippy Larkin, nato con il nome di Antonio Pilleteri, è stato considerato uno dei più abili pugili italo-americani, quasi all...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 GENNAIO DEL 1981

Marvelous Marvin Hagler, prima difesa mondiale di Priminao Michele Schiavone La prima messa in gioco del titolo mondiale ‘undisputed’ dei pesi medi da parte dello statunitense Marvin Hagle...

17/01/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS