There are 60.131 boxer records, at least 558.980 bouts and 9.590 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

ACCADDE OGGI, VITTORIO SARAUDI A ROMA

 

   

Il 27 novembre 1964 piega Johnny Halafihi

di Alessandro Bisozzi

Vittorio Saraudi, figlio di Carlo Saraudi (lo sfortunato eroe delle Olimpiadi di Parigi del 1924), era un atleta eclettico e assai guascone, ma un pugile dal pugno molto difficile da digerire.
Nato nel 1941 a Civitavecchia, aveva seguito le orme di suo padre e quelle di suo fratello Giulio, di tre anni più vecchio.
Alto e dal fisico poderoso, Vittorio era un medio-massimo completo, anche se con una mascella piuttosto fragile. Non era certamente in possesso di grandi qualità tecniche, ma la grinta con la quale sapeva affrontare gli avversari lo rendeva un picchiatore assai temibile.
Passato professionista nel 1963 dopo aver vinto la medaglia di bronzo ai campionati internazionali militari, Saraudi arrivò al confronto col tongano Johnny Halafihi con dodici vittorie su altrettanti incontri disputati in appena un anno e mezzo di attività. Dodici successi caratterizzati da nove k.o. inflitti non oltre il quarto round.
Era pericoloso Vittorio, fragile nel mento ma molto pericoloso e non era facile avvicinarlo perché possedeva un jeb terribile e oltremodo lungo.
Johnny Halafihi, nato a Tonga nel 1933, professionista fin dal 1954, non era molto alto per essere un medio-massimo. Robusto e tarchiato era tuttavia in possesso di un'eccellente tecnica e di un pugno di tutto rispetto.
Anche lui si distinse per una serie ininterrotta di vittorie per k.o., compresa quella che gli fece conquistare il titolo della Nuova Zelanda, contro il forte Charley Beaton.
Quando nel 1956 si trasferì in Inghilterra, ottenendo la licenza inglese, il giovane Johnny fece massacri tra i fortissimi picchiatori che gli si opposero per metterlo alla prova. Per tre anni nessuno riuscì a fermarlo, neppure il mitico Johnny Sullivan, il campione inglese dei pesi medi che ogni tanto si divertiva a stendere al tappeto anche colleghi della categoria superiore.
Nel 1960 aveva provato a strappare il titolo del Commonwealth al sudafricano Mike Holt, titolo che gli dovette lasciare dopo aver pareggiato un match che forse aveva vinto. Ci provò ancora due mesi dopo e poi nel 1962, ma il grandissimo Chic Calderwood (che nel 1966 perse il campionato del mondo contro Josè Torres), lo bloccò entrambe le volte.
Sempre nel 1960, a Roma, Halafihi perse la rivincita concessa a Giulio Rinaldi che riscattò la sconfitta subita l'anno prima in Inghilterra.
Il tongano era un pugile di classe e rappresentava la prima prova importante per Saraudi che lo affrontò il 27 novembre 1964 sul ring del Palazzetto dello Sport di Roma.
Il match rappresentava uno dei sottoclou di due importanti incontri che vedevano impegnati il campione d'Italia dei pesi medi Nino Benvenuti contro Aristeo Chavarin, e l'ex campione del mondo della stessa categoria, Sugar Ray Robinson, opposto al nostro Fabio Bettini. 
Halafihi parte tentando subito la prova di forza. Vittorio sulle prime non riesce a contenere l'irruente azione dell'avversario e alla seconda ripresa un potente e larghissimo gancio destro lo raggiunge alla mandibola spedendolo al tappeto.
Il civitavecchiese riesce comunque a recuperare, si rialza e contrattacca immediatamente.
La migliore qualità di Saraudi era quella di ritrovare la concentrazione proprio quando le cose sembravano precipitare. I suoi modi da spaccone lasciavano immediatamente il passo a quelli dell'esperto pugile di mestiere e per chi se lo ritrovava davanti, Vittorio rappresentava un serio problema da gestire.
In appena un paio di riprese l'italiano riesce a riportarsi in vantaggio. Una serie ininterrotta di destri e sinistri centrano il volto di Halafihi, che non si aspettava una reazione così rapida e decisa.
Colpi precisi, particolarmente assestati, arrivano a bersaglio e il tongano appare in difficoltà, arretra davanti alla mole del rivale che lo sovrasta di quasi dieci centimetri in altezza.
Alla quarta ripresa, un diretto destro di Saraudi raggiunge la fronte dell'avversario provocandogli uno squarcio largo e profondo sul sopracciglio sinistro. Le condizioni della ferita, che comincia a sanguinare copiosamente, appaiono piuttosto gravi e il medico chiamato ad intervenire non può far altro che segnalare all'arbitro l'impossibilità di proseguire il combattimento.
Vittorio Saraudi batte Johnny Halafihi per fuori combattimento.
 
Alessandro Bisozzi

 

 

 

Archive

IL RICORDO DEL COMPIANTO TOMMASO GALLI

La boxe in lutto per la scomparsa di Tommaso Galli, tra i più grandi del pugilato italiano Fu campione europeo in tre diverse categorie Mercoledì 1 maggio 2024 – Lo vogliamo ricordare con il racconto de...

01/05/2024

IL RICORDO DI ERNESTO BERGAMASCO

Due volte campione agli Assoluti di Primiano Michele Schiavone Lunedì 18 marzo 2024 – È giunta ieri sera la notizia della morte di Ernesto Bergamasco di Torre Annunziata, Napoli, da non co...

18/03/2024

IL RICORDO DI FEDERICO SCARPONI

E’ morto Federico Scarponi. Glorioso pugile sambenedettese, aveva 92 anni Il cordoglio del sindaco Spazzafumo: "Il suo nome resterà impresso nell’albo dei cittadini illustri" lanuovariviera.it ...

15/02/2024

IL RICORDO DI BRUNO DE PACE

Boxe, la Quero-Chiloiro Taranto piange la scomparsa del pugile Bruno De Pace _____Bluenote.it_____ La società di boxe Quero-Chiloiro Taranto piange la scomparsa del pugile Bruno De Pace. Migrato negli anni Sessanta ...

05/02/2024

UNO SGUARDO SUL MONDO

Resoconto della settimana passata di Primiano Michele Schiavone 28 gennaio 2024, Deauville, Francia – Il vacante titolo nazionale francese dei pesi superleggeri non è stato assegnato dopo...

29/01/2024

UNO SGUARDO SUL MONDO

Resoconto della settimana passata di Primiano Michele Schiavone 13 gennaio 2024, Quebec City, Canada – L’imbattuto mediomassimo Artur Beterbiev (20-0-0, 20 KOs) ha difeso le sue cinture mo...

15/01/2024

IL RICORDO DI YAWE DAVIS

Campione con i guantoni e attore simpatico Morto a soli 61 anni di Primiano Michele Schiavone Mercoledì 10 gennaio 2024 – È di ieri la notizia della dipartita dell’ex ca...

10/01/2024

UNO SGUARDO SUL MONDO

Resoconto della settimana passata di Primiano Michele Schiavone 6 gennaio 2024, Las Vegas, Nevada, USA – I due confronti più importati svolti al Virgil Hotels, programmati entrambi ...

07/01/2024

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER