There are 56.820 boxer records, at least 540.554 bouts and 11.205 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

UN GIORNO COME OGGI, IL 7 SETTEMBRE 1963

 

 

A Milano, Sandro Mazzinghi campione del mondo

Quarto italiano dopo Carnera, D’Agata e Loi

di Primiano Michele Schiavone

Il 7 settembre del 1963, nel Velodromo Vigorelli di Milano – dalla fine del 2000 denominato Velodromo Maspes-Vigorelli in onore del defunto ciclista Antonio Maspes, sette volte campione del mondo nella velocità – veniva incoronato il quarto italiano campione mondiale di pugilato, dopo Primo Carnera, Mario D’Agata e Duilio Loi. Si trattava di Sandro (Alessandro) Mazzinghi, il secondo toscano dopo il citato D’Agata. L’italiano conquistava la cintura dei pesi medi jr, conosciuta anche come categoria dei pesi superwelter, togliendola allo statunitense Ralph Dupas, detentore dello scettro da cinque mesi, da quando l’aveva sottratta al connazionale Denny Moyer con una difesa all’attivo sostenuta contro lo stesso avversario due mesi dopo. Il campione di New Orleans iniziava la difesa del titolo con una tattica di rimessa basata sull’uso del sinistro di sbarramento. L’italiano, aiutato nella preparazione da Steve Klaus, mostrava maturità, evitando di gettarsi nella lotta feroce. Usando la mobilità sul tronco evitava i colpi dell’americano, poi lo avvicinava per colpire in modo razionale ed efficace. Già nella prima ripresa un destro largo faceva tremare le gambe all’americano, portandolo a inciampare e a finire per un istante fuori dalle corde. A quel punto Dupas capiva che doveva cambiare tattica se voleva mantenere il titolo. Dal secondo tempo passava alla pratica di attacco per rubare il tempo allo sfidante che, dal canto suo, continuava a incalzarlo con discernimento. Con il passare dei minuti l’americano univa alla strategia tattica l’esperienza per creare problemi al toscano, ferito all’occhio sinistro e con il viso segnato da abrasioni. Mazzinghi non demordeva, anzi, alimentava sempre di più il combattimento con la sua azione asfissiante, ma regolata con atti studiati in palestra e messi in pratica nella sfida milanese. Nella nona ripresa, mentre l’americano provava a lanciare il suo largo sinistro, che più volte era entrato nella guardia avversaria, Mazzinghi scagliava il suo destro che andava a segno e faceva crollare al tappeto il campione. Mentre l’arbitro svizzero Rolf Neuhold scandiva il 6 del conteggio Dupas si alzava, ma mostrava gli occhi spenti e le braccia penzoloni, manifestazioni sintomatiche che lo obbligavano a fermare il confronto a 1:45. In quel preciso istante l’italiano si trovava sul tetto del mondo, ripagato di tutti i sacrifici sostenuti nei mesi precedenti l’incontro. In quel match l’italiano aveva fatto vede i progressi acquisiti, che lo ponevano sul piano di un autentico demolitore, capace di combattere in modo razionale, rischiando di meno ma sempre pronto a cogliere il risultato prima del limite. Aveva messo a frutto la tattica tesa a demolire l’avversario ripresa dopo ripresa, preparando il terreno per il colpo risolutore. Il campione di Pontedera, a un mese dal 25mo compleanno, aveva migliorato la serie dei trionfi portandola a quota 29 (19 anzitempo) contro 1 sconfitta. Il creolo Dupas, prossimo al 28mo anno di età, lasciava il ring con l’insuccesso numero 19 a fronte di 100 risultati positivi e 6 verdetti di parità.
Nella riunione organizzata dalla S.I.S. il campionato del mondo veniva sorretto da quattro confronti.
Nella divisione dei pesi massimi il 27enne bresciano Piero Tomasoni, 18-1-2, perveniva al successo sul 23enne alessandrino Giorgio Masteghin, 12-4-0, al termine delle 10 riprese. Il più basso lombardo aveva combattuto l’anno precedente per il vacante titolo italiano dei pesi mediomassimi, perdendo ai punti contro il toscano Del Papa. Il più pesante piemontese era stato campione italiano nel 1958 agli assoluti di Terni e aveva affrontato quattro volte Franco De Piccoli, divenuto poi medaglia d’oro alle olimpiadi di Roma, vincendo in due occasioni e perdendo in altrettante circostanze.
Per i pesi medi il 24enne Tommaso Truppi, 24-2-2, superava in 8 tempi il 32enne tedesco Heinrich Freytag, 15-8-3. Il vincitore, originario di Brindisi che si era stabilito a Modena come professionista, aveva vinto la cintura tricolore agli assoluti del 1959 a Milano.
Tra i welter il 24enne fiorentino Luciano Piazza, 14-1-0, s’imponeva allo statunitense Willie James, 26-12-2, per fuori combattimento tecnico nell’ottava sessione. Il toscano aveva vinto agli assoluti del 1960 a Torino nella categoria dei pesi superleggeri.
Il 31enne peso gallo marchigiano Federico Scarponi, 37-18-3, superava ai punti sulle 8 riprese il 29enne fiorentino Alfredo Filiè, 7-3-0. Il più esperto vincitore era stato due volte campione italiano dei pesi gallo e sfidate al titolo europeo della categoria in due occasioni.

Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 OTTOBRE 1961

A Milano, per una rischiosa difesa mondiale di Primiano Michele Schiavone Il 21 ottobre del 1961 a Milano, presso l’ex Padiglione 3 della Fiera, primo palazzo dello sport cittadino, il 32enne tr...

21/10/2020

Americani di origine italiana: Mike Dundee

Autentico contender al titolo mondiale di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone Sembrerebbe uno dei tanti protagonisti ricordati in questa rassegna ma Michele Posateri si dist...

21/10/2020

IL RICORDO DI MARIO BARUZZI

Addio a Mario Baruzzi grande protagonista negli anni '60 e '70 di Alfredo Bruno Martedì 20 ottobre 2020 – Anche Piermario Baruzzi ci ha lasciato in un anno che sembra un epitaffio continuo per il nostro sport,...

20/10/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 OTTOBRE 1990

A Cesena, per un mondiale di ultima generazione di Primiano Michele Schiavone La World Boxing Organization, organismo mondiale di pugilato nato alla fine del 1988 a opera di alcuni dissidenti della Wb...

20/10/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 OTTOBRE 1962

A Milano, per una rivincita rovente di Primiano Michele Schiavone Il capoluogo lombardo la sera del 19 ottobre 1962 diventava sede della riunione di pugilato imperniata sul campionato italiano dei pes...

19/10/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE 1974

A Roma, per rivedere Ringo di Primiano Michele Schiavone Nel 1974 la città eterna veniva scelta dall’argentino di origine italiana Oscar Bonavena quale sede per il rilancio della sua carr...

18/10/2020

ROZZANO RICORDA SALVATORE LA SERRA

INTITOLATO A SUO NOME IL PALASPORT COMUNALE di Primiano Michele Schiavone 18 ottobre 2020 – Lo sfortunato pugile rozzanese Salvatore La Serra sarà ricordato per sempre grazie alla lodevol...

18/10/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE 1970

In Lombardia, per due riunioni miste di Primiano Michele Schiavone Nella data del 17 ottobre 1970 si svolgevano due riunioni miste organizzate sul territorio lombardo, una a Lodi, l’altra a Gall...

17/10/2020

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS