There are 54.978 boxer records, at least 535.597 bouts and 10.314 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

LA CINTURA EBU TORNA A BUNDU

 

 

Travolge nella nona riprese il finlandese Koivula

Vittoriosi Fiordigiglio, Turchi, Ardito, Obbadi, Indaco a Tiganas

di Primiano Michele Schiavone

Firenze, 22 aprile 2016 – La voce dell’annunciatore Mimmo Zambara ha riecheggiato per tutta la serata sotto la volta del Nelson Mandela Forum, per presentare i pugili che si sono avvicendati nelle competizioni ed informare sull’esito dei confronti.
La serata è stata aperta dai pesi piuma neo pro Shoaib Zaman, pakistano residente a Brescia, e Dionisie Tiganas, moldavo domiciliato a Ferrara. Una ferita accidentale di Zaman ha fermato il confronto a 1:25 della terza ripresa e la lettura dei cartellini ha dato a Tiganas (6-1-0) la vittoria per decisione tecnica. Zaman (3-2-0) ha saputo contenere l’esuberanza fisica dell’aggressivo avversario fino allo stop arbitrale.
Sono poi saliti sul ring i pesi massimi: il campano Eugenio Indaco opposto all’umbro Gianluca Sirci. Con verdetto ai punti sulle 6 riprese il più pesante Indaco (3-1-0) è stato preferito a Sirci (5-6-0), che accusava un dolore alla spalla al termine della sfida.
Per il terzo combattimento, nella categoria dei pesi mosca, si sono presentati Mohammed Obbadi, toscano di origine marocchina, ed il georgiano David Kvaratskhelia. Il pugile locale ha fatto faville già nella prima ripresa, alternando serie veloci al bersaglio grosso ed al capo dell’avversario. Kvaratskhelia (11-17-0) è rimasto al suo angolo all’inizio della seconda ripresa lasciando ad Obbadi (9-0-0) il successo per abbandono.
È toccato poi ai superwelter Orlando Fiordigiglio e Gary Abajyan affrontarsi sulla distanza delle 8 riprese. “Il guerriero” Fiordigiglio ha mostrato un po’ di ruggine ma la sua superiorità sull’avversario georgiano non è stata mai messa in discussione. Abajyan (31-26-1) ha retto il confronto con l’italiano fino alla fine, dando a Fiordigilio (24-1-0) l’esatta portata delle sue condizioni e le dovute indicazioni per riprendere il percorso che porta alla sua seconda sfida continentale. Ricordiamo che il suo unico vincitore, il francese Cedric Vitu, difenderà la cintura EBU il 27 maggio prossimo contro lo sfidante obbligatorio Isaac Real.
Per il quinto match hanno oltrepassato le corde i massimi-leggeri Fabio Turchi e Toni Visic, per un impegno sulle 8 riprese. Il toscano Turchi (5-0-0) anche contro il veterano croato Visic (19-20-1) ha fatto valere la sua potenza. Le sue combinazioni al viso ed al tronco hanno indotto l’avversario a toccare il tappeto tre volte ed ha concluso la sfuriata a 2:20 della seconda ripresa, quando l’arbitro ha pronunciato l’out.
La sesta sfida preliminare ha portato sul ring il locale Angelo Ardito ed il peruviano con licenza italiana Eder Barreto, chiamato a sostituire l’indisposto Alessandro Balestri. Il confronto è durato 6 riprese ed è stato accattivante per l’impregno profuso dai due pugili, entrambi alla ricerca dell’ultimo colpo per il successo finale. Il verdetto ai punti ha premiato Ardito (9-5-2), ex campione nazionale dei pesi superpiuma. Barreto (8-8-3), peruviano residente ad Ostia, Roma, ha mostrato una carica agonistica che lo pone in primo piano nel panorama pugilistico nazionale.

Alla fine è arrivato il turno di Leonard Bundu, impegnato contro il finlandese Jussi Koivula per la vacante cintura EBU dei pesi welter.

L’italiano ha aperto le ostilità senza badare alle schermaglie preparatorie, utili ad inquadrare l’avversario. La tattica del fiorentino è stata poco avveduta di fronte ad un pugile fresco di energie, preparato a dovere e capace di colpire di rimessa con un destro insidioso che a partiva a tempo. Bundu sapeva che la questione si sarebbe risolta comunque a suo favore, era solo questione di tempo, ed ha premuto sull’acceleratore più del dovuto, senza trovare gli spazi con il sinistro, che quando l’ha usato più avanti, ha risolto gran parte dei problemi creati dal finlandese. L’italiano non ha messo a frutto le tattiche avvedute utilizzare il Inghilterra per superare in grande stile Lee Purdy e Frankie Gavin, anche se il risultato finale gli ha dato comunque ragione, piegando definitivamente  nella nona ripresa il più alto oppositore.

Il finlandese, classificato al numero veni nella classifica EBU, ha mostrato di possedere uno standard internazionale, un target, per usare l’espressione commerciale, che lo pone lontano dalle posizioni alte di una rating prestigioso e qualificato. Se non ci fosse stato il “pasticcio” Branco mai lo avremmo visto nella posizione di co-sfidante per la cintura vacante EBU. Fino a quando il fisico ha retto, grazie ad una adeguata preparazione, ha saputo frenare l’avanzata dell’italiano, quando le gambe non hanno sorretto le intenzioni, il bersaglio è diventato vulnerabile, lasciando campo libero alla dilagante offensiva avversaria. Ha provato con le tenute ma ha rimediato due richiami, nella sesta e nona ripresa. Nell’ottavo round Bundu è arrivato con il destro pesante al volto e per Jokivula, scivolato più volte a causa del tappeto bagnato, si è fatto buio, finendo pesantemente sulla stuoia. Ha toccato nuovamente il tappeto ed ha continuato a stare in posizione verticale per la stoica tenacia di resistere alla turbinosa tempesta che lo sballottava. Le vicende non sono cambiate nel nono tempo ed un’altra caduta del finlandese ha convinto l’arbitro a fermare l’inutile combattimento.
Dopo meno di due anni Bundu, 41 anni compiuti, è tornato a cingere la cintura EBU dei pesi welter, lasciata vacante nell’autunno 2014 per cercare uno spazio iridato.  Ora il suo record contiene 33 trionfi (11 prima del limite), 1 insuccesso e 2 risultati di parità derivanti da decisione tecnica.
Koivula, 32 anni compiuti lo scorso dicembre, ha messo nel suo carnet la sconfitta numero 3 a fronte di 19 vittorie (7 anzitempo) ed 1 verdetto di parità.

Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 OTTOBRE DEL 1977

Lassandro, tre volte titolare nazionale di Priminao Michele Schiavone L’elenco dei pugili diventati campioni italiani per tre volte nella stessa categoria contempla il nome di Damiano Lassandro,...

22/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 OTTOBRE DEL 1934

Edelweiss Rodriguez campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Uno dei primi pugili riminesi che si fece conoscere a livello italiano fu Edelweiss Rodriguez, vincitore del titolo nazionale profes...

21/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 OTTOBRE DEL 1979

John Tate vincitore di Gerrie Coetzee di Priminao Michele Schiavone Il primo campionato del mondo disputato in Sudafrica da pesi massimi fu ospitato a Pretoria il 20 ottobre 1979, combattuto tra il pu...

20/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 OTTOBRE DEL 1984

Mike McCallum, tre corone iridate di Priminao Michele Schiavone Dagli anni ’80 del secolo passato si è assistito alla crescita del numero di pugili che hanno voluto superare i primati di ...

19/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE DEL 1968

Vittorio Saraudi sconfigge Giovanni Biancardi di Priminao Michele Schiavone Il terzo campione italiano di Civitavecchia fu Vittorio Saraudi, figlio di Carlo, precursore del pugilato nella città...

18/10/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE BELLOISE

Al secolo Michele Belloise di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La famiglia Belloise ebbe dieci figli, quattro femmine e sei maschi. Di questi tre divennero pugili: Mike, Steve e Sal. Gli ultimi ...

18/10/2017

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS