There are 54.970 boxer records, at least 535.565 bouts and 10.307 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

ACCADDE OGGI: 3 LUGLIO 1938 NASCE GIULIO SARAUDI

 

 

Giulio Saraudi, il grande campione dei "puri"

di Alessandro Bisozzi

Figlio del grande maestro ed ex pugile Carlo Saraudi, Giulio era nato a Civitavecchia il 3 luglio 1938.
Cresciuto tra le corde di un ring, il ragazzino aveva imparato a tirare pugni ancor prima di camminare.
Sulle orme di suo fratello Pietro, più vecchio di sette anni ed eccellente pugile dilettante prima di abbandonare la boxe per dedicarsi alla conduzione del bar di famiglia, Giulio cominciò a praticare la nuova palestra della "Pugilistica Civitavecchiese" inaugurata nel 1950 e gestita da suo padre.
Proprio in quel periodo, un episodio drammatico (il rinvenimento di un cadavere in mare da parte sua) gli causò un forte trauma psicofisico dovuto all'eccessivo sforzo sostenuto nella successiva fuga in cerca di aiuto. Uno shock che lo costrinse ad una serie di cure mediche che lo obbligarono ad una lunga assenza dalla palestra, nella quale riprese ad allenarsi diverso tempo dopo solo grazie alla sua grande forza di volontà e alla ostinata perseveranza del padre.
Giulio ebbe la fortuna di frequentare un ambiente d'eccezione, dove oltre a suo padre c'era un fitto via vai di personaggi dal passato illustre quali Vittorio Tamagnini, Aldo Tombolelli, Alberto Guainella e la presenza di forti pugili in attività, come Nicola Funari, Mario Crisostomi, Francesco Fratalia.
In lui, oltre alla passione trasmessa geneticamente, si univa una naturale predisposizione alla boxe raffinata ed elegante, segno di una grande padronanza del mestiere.
Giulio aveva una scherma pulita, attentamente studiata e soprattutto redditizia al massimo, fatta di schivate millimetriche e di colpi secchi e precisi.
La sua faccia bonaria, priva dei segni caratteristici del pugile di professione, era sempre preparata al sorriso e il suo carattere propenso al buon umore.
Attivo fin dall'età di quindici anni, il forte pugile civitavecchiese si distinse in una lunga serie di incontri che lo avvicinarono ben presto al suo primo titolo italiano dei dilettanti nel 1958.
Quello fu solo il prologo, un assaggio della sequela quasi ininterrotta di successi che nei primi anni sessanta fecero di lui il dominatore della scena nazionale ed internazionale dilettantistica nella categoria dei medio-massimi.
Da quell'anno, Giulio Saraudi si accaparrò tutto quello che c'era da vincere, un successo dietro l'altro fino al 1965, quando passò professionista.
Dopo il primo, il secondo titolo italiano l'anno seguente, poi la medaglia d'oro al torneo internazionale militare e il bronzo agli europei di Lucerna.
Per il pugile civitavecchiese il 1959 si chiuse con prospettive piuttosto buone in vista delle imminenti Olimpiadi.
Il 1960 fu un anno memorabile per lo sport italiano: dal 25 agosto all'11 settembre si svolsero a Roma le Olimpiadi, il primo grande evento organizzato nel nostro paese dopo il disastro dell'ultima guerra.
La ricostruzione era in piena attività e l'Italia aveva bisogno di dimostrare al mondo intero le sue potenzialità e la sua affidabilità in tutti i campi, compreso quello organizzativo.
Fu un successo senza precedenti, una grandiosa manifestazione che accese i riflettori sul nostro paese, e sulla più bella città del mondo, per due settimane indimenticabili di sport.
Ad accendere la fiaccola olimpica e dare l'avvio ai giochi fu un atleta civitavecchiese di diciannove anni, Giancarlo Peris, vincitore, in quello stesso anno, dei campionati studenteschi di corsa campestre.
Giulio Saraudi fu convocato a quelle Olimpiadi dopo aver vinto di nuovo il torneo internazionale militare. Fu uno dei dieci meravigliosi atleti chiamati a rappresentare i colori azzurri nel pugilato.
Agli ottavi di finale superò nettamente il pakistano Safdar e ai quarti l'argentino Gargiulo, ottenendo, così, la qualificazione in semifinale dove incontrò il polacco Zbigniew Pietrzykowski, atleta fenomenale già sei volte campione nazionale, bronzo alle Olimpiadi di Melbourne e vincitore di tre edizioni consecutive dei campionati europei in tre differenti categorie di peso.
Nell'altra semifinale dei medio-massimi si affrontarono il trentenne australiano Anthony Madigan e un atleta americano di appena diciotto anni, già vincitore dei Golden Gloves e destinato a diventare, se non il più grande, senz'altro il più famoso pugile del mondo: Cassius Clay.
Saraudi, purtroppo, in quella gara non brillò per bravura e fu superato dal polacco che si guadagnò la finale con un verdetto piuttosto chiaro.
Madigan, invece, davanti alla già chiara classe di Clay, si difese con un'energia tale che alla fine fu si sconfitto, ma con l'onore, per lui, di un prolungato applauso da parte del pubblico che fischiò anche a lungo il suo disappunto nei confronti dei giudici, autori di un verdetto ritenuto forse un po' troppo a favore dell'americano.
La medaglia d'oro alla fine fu conquistata da Cassius Clay dopo un bel match con un indomito Pietrzykowski, mentre Saraudi dovette accontentarsi di quella di bronzo, alla pari con Madigan.
 
 
Il 1961 fu l'anno d'oro per il civitavecchiese: si aggiudicò ancora un campionato italiano, poi il torneo internazionale militare ed infine il gradino più alto del podio agli europei di Belgrado, dove in finale si prese la rivincita sul rumeno Gheorghe Negrea, il pugile che lo aveva battuto a Lucerna due anni prima.
Nel 1962 un'altro titolo italiano, il quarto, a dimostrazione di una schiacciante supremazia nei medio-massimi, poi un riconoscimento meritatissimo, un premio come miglior pugile dell'anno.
Giulio Saraudi chiuse la sua carriera dilettantistica dopo aver conquistato altri due titoli italiani, nel 1963 e 1964.
Passato professionista, il forte medio-massimo civitavecchiese non ottenne gli stessi risultati fino ad allora conquistati tra i "puri". Quattordici incontri in tre anni di carriera, nove vittorie, una sconfitta e tre pareggi: questo lo scarno record di Giulio Saraudi.
Sei titoli italiani, tre internazionali militari, un europeo e la medaglia di bronzo alle Olimpiadi: questa, invece, la fantastica marcia trionfale di uno dei migliori pugili dilettanti italiani di sempre.
Il 19 aprile 2005, Giulio Saraudi si spense a Civitavecchia all'età di sessantasette anni, dopo una lunga malattia.

 

 

 

Archive

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 OTTOBRE DEL 1964

La rivincita di Serti su Mastellaro di Priminao Michele Schiavone Uno dei pochi pugili che conquistarono il titolo italiano per la prima volta, al secondo tentativo, dopo aver perduto la cintura europ...

16/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 OTTOBRE DEL 1969

Carmelo Coscia, un campione di lungo corso di Priminao Michele Schiavone Uno di quei pugili che si spesero a lungo prima di arrivare all’appuntamento con il campionato italiano professionistico ...

15/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 OTTOBRE DEL 1983

A Milano, un programma, tre titoli di Priminao Michele Schiavone Quando il capoluogo lombardo poteva essere definito un baluardo dell’organizzazione pugilistica italiana, il promoter milanese Eg...

14/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 OTTOBRE DEL 1956

Guido Mazzinghi batte Marino Faverzani di Priminao Michele Schiavone La prima ed unica difesa del titolo italiano dei pesi medi sostenuta dal toscano Guido Mazzinghi avvenne il 13 ottobre 1956 a Milan...

13/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 OTTOBRE DEL 1974

Efisio Pinna vincitore in Sudafrica di Priminao Michele Schiavone Il pugile cagliaritano Efisio Pinna fu l’unico vincitore prima del limite del sudafricano Kokkie Oliver, che affrontò a J...

12/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, L'11 OTTOBRE DEL 1984

Luigi Marini, due volte campione nazionale di Priminao Michele Schiavone Tra i pugili che hanno conquistato più di una volta il titolo italiano si trova il marchigiano Luigi Marini che l'11 ott...

11/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS