There are 55.017 boxer records, at least 535.898 bouts and 10.393 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

SILVIO BRANCO: MI RITIRO DA CAMPIONE

 

 

Conferenza stampa A&B Events

A maggio verrà presentato un libro su Silvio Branco

Luci alla ribalta per la A&B Events che si è presa in carico l’organizzazione della conferenza stampa di presentazione della biografia romanzata del pluri campione Silvio Branco. La leggenda del Pugilato Italiano, Europeo e Mondiale si ritira, lasciando tantissimi appassionati, giornalisti, manager e promoter con la voglia di vederlo ancora una volta sul ring. Il “barbaro” del pugilato Mondiale si ritiene soddisfatto della sua lunghissima e longeva carriera agonistica, esprimendo parole molto importanti: “HO VINTO TUTTO E NON DEVO DIMOSTRARE PIU’ NIENTE A NESSUNO, MI RITIRO DA CAMPIONE!”. Per gli amanti dei numeri vi riassumiamo in breve la sua mirabolante carriera.  La carriera pugilistica professionistica di Silvio Branco inizia nel 1988. Nel 1992 arriva la sua prima sconfitta in carriera ,per opera di Agostino Cardomone. Smaltita la delusione, nel 1993 arriva il Titolo Italiano dei pesi Medi, battendo per K.O. De Cecilia. Tra il dicembre del 1993 e il giugno del ’94 grazie al calore dei tifosi, si conferma “re” dei pesi medi difendendo per ben tre volte il titolo tricolore. Nell'ottobre '94 conquista a Tandille in Argentina il Titolo Intercontinentale Wbc dei pesi medi. Il "Barbaro" demolisce l'avversario, riuscendo a mandarlo al tappeto per ben tre volte durante il match. Nell’attesa mondiale, il pugile civitavecchiese, nell' agosto del 1995 sale sul ring di Erice, per affrontare il russo Alexander Zaitsev. Un incontro durissimo dove viene premiata la miglior tecnica di Silvio, battendo ai punti il russo Zaitsev. Il Barbaro si corona il Titolo Intercontinentale IBF. Detenendo i titoli intercontinentali Wbc e Ibf, oltre ad essere campione italiano, il Barbaro insiste per un match-mondiale. Nel '96 la rinuncia di Bradley a venire in Italia, non lascia a Branco altre alternative che accettare di salire di categoria. Un primo intento. Mondiale Wbu dei supermedi contro un grande della boxe, Rodney Toney. Silvio non ce l'ha fatta. Ha pareggiato il mondiale. Un gran punteggio per uno che non si trova nella sua nuova categoria. Riportato nella categoria a lui più congeniale, quella dei medi puri, Silvio è molto più deciso, ed affronta nel settembre '96 l'americano Thomas Tate sul ring di Civitavecchia, per il Titolo Mondiale WBU dei pesi Medi. Questa volta tira fuori tutto ciò che aveva dentro di se, attaccando dal 1º secondo del gong e si incorona “Re” versione WBU. Se la tiene stretta, intorno alla vita, quella cintura, inseguita per tanto tempo, appena accarezzata con Toney e finalmente indossata contro Tate. Silvio Branco, il pugile di Civitavecchia, Campione del Mondo. Dal febbraio 97’ e l’agosto del 98’ mette in palio per ben sei volte la cintura, riuscendo sempre a riportarsela a casa. La successiva difesa è nel dicembre '98. Una sconfitta ai punti con Cardamone. Branco assicura problemi alla gamba. Non tutti lo credono fino ad essere sottoposto ad una serie di accertamenti, tre tac, due risonanze magnetiche, ed infine una scintigrafia nelle ossa. Si constata una frattura del terzo mediale della tibia. Però la corona mantenuta per più di due anni, comunque, è andata via. Dopo, una prognosi di 40 giorni di riposo per guarire la frattura. Silvio neanche può allenarsi, ma già pensa ad una nuova sfida a Cardamone. Una sfida che arriva cedendo nel 12' round a Cardamone.La perdita della corona, infoca Silvio, che comincia la scalata verso il terzo titolo iridato. Una meta sempre più in alto. Si sente di voler lottare per indossare la Corona dei Supermedi. Nell'aprile del 2000, combatte a Padova contro Glencoffe Johnson. Un avversario con un bel curriculum. Branco si appropria del Titolo Supermedi WBU. Comincia la preparazione di Silvio Branco in vista del suo nuovo obiettivo: il Mondiale Wba. E prima del previsto, il titolo è vacante. Nel febbraio '02, Silvio si lancia senza ripensarci. Un intento invano o positivamente dodici round di vero allenamento. Il 10 ottobre 2003, sul ring di Marsiglia l'ultimo sogno del Barbaro. A 37 anni sfida il marocchino Sahnoune (il Tyson marsigliese), campione mondiale Wba dei medio massimi, senza nessuna sconfitta in carriera. Sovvertendo il pronostico Silvio si è imposto per ko all'undicesima ripresa al campione in carica. Una vittoria stupenda, la più bella della boxe italiana da anni. Per la prima volta un italiano sul trono dei mediomassimi. Il "Barbaro" è CAMPIONE MONDIALE dei MEDIOMASSIMI WBA. Dopo il mondiale dei medi Wbu e dei super medi Wbu, ecco dunque, la terza cintura iridata, che proietta il campione civitavecchiese nella storia del pugilato, perché nessun europeo era riuscito a conquistare tre titoli mondiali in altrettante categorie di peso. In Francia, Branco ha disputato forse il suo match migliore. Nel luglio del 2006, un mese prima del compimento dei suoi 40 anni, Silvio Branco ha conquistato per la seconda volta il mondiale WBA dei mediomassimi, battendo nettamente il portoricano Manny Siaca. Ha difeso il titolo fino all'aprile del 2007, quando è stato battuto dallo sfidante croato Stipe Drews. Nel 2008 Branco è stato insignito del Collare d'oro al Merito Sportivo, la più alta tra le altre onorificenze sportive ricevute nel corso della carriera, tra cui quelle consegnategli da Romano Prodi, già Presidente del Consiglio, Francesco Storace già presidente della Regione Lazio, Silvio Berlusconi ex Presidente del Consiglio. Il 25 settembre 2009, a Montreal, ha sfidato inutilmente il campione mondiale WBC dei mediomassimi Jean Pascal, nel terzo tentativo di conquista del titolo assoluto, incontro sospeso per KOT al 10º round. Il 12 marzo 2012 ha sfidato il pugile italiano Giacobbe Fragomeni per il titolo internazionale WBC dei massimi leggeri, l'incontro è stato giudicato pari. Il 12 dicembre 2012, alla vigilia dell'attesissima ripetizione dell'incontro, provocatoriamente ha acquistato la cintura dei pesi massimi leggeri versione Wbc -pratica regolare e possibile rivolgendosi direttamente alla Wbc- ed ha pubblicato sul proprio profilo facebook foto con indosso la cintura dell'avversario. Il 15 dicembre 2012 a Riva del Garda, Branco e Fragomeni si sono affrontati con in palio la possibilità di disputare il Mondiale. L'incontro è stato il primo in tutta la storia della boxe al termine del quale non è stato letto il verdetto proclamante il vincitore. Il 17 dicembre 2012 la World Boxing Council ha diramato una nota ufficiale indicando in Giacobbe Fragomeni il vincitore del match, senza indicazione dei punteggi. Il 6 luglio 2013 a Civitavecchia,  Branco conquista il titolo Mondiale Silver WBC dei pesi massimi leggeri, sconfiggendo il finlandese Haapoja per decisione tecnica al 9º round, conquistando così la sua quarta corona in quattro differenti categorie di peso (unico in Europa). Questo è un momento importante per il pugilato Mondiale, Silvio orgoglioso e soddisfatto della sua carriera, appende i guantoni al chiodo con molta serenità, facendo questa scelta volontariamente. La riflessione è stata molto, ma molto lunga, diciamo che ci ha impiegato quasi un anno, ma un atleta perfezionista come “il barbaro” non poteva fare in altra maniera. Silvio ha passato una vita in palestra(a soli 14 anni era nella palestra dove è ancora), 26 lunghi anni di carriera professionistica, il più longevo pugile in Europa, un record da far spavento: 77 incontri, di cui 34 titolati, 63 vittorie( 37 ko); 11 sconfitte( 4 per ko) e 3 pareggi. Atleta pluri decorato: 2 volte collare d’oro al merito sportivo, a giugno consegna del terzo collare. “Campione per sempre” al galà dello sport di San Remo nel 2003, ed altri premi al valore e al merito sportivo. Ora Silvio Branco si racconta in un libro, per chiunque sogni di fare uno sport difficile ma meraviglioso come la boxe. la lettura del cammino di Silvio in palestra e sul ring sarà un prezioso insegnamento. Diventare pugile e durare a lungo ad alti livelli, una storia affascinante. In un racconto di vita e di sport si mette a nudo e trasforma le pagine in un isola di confessione. VI TROVERETE LA BOXE, VI TROVERETE LA VITA. La conferenza stampa, targata A&B Events, si terrà nella prima metà di maggio nella sala conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia, sita in Via Risorgimento 8/12.

La A&B Events nella persona di Alessandra Branco e Silvio Branco ringraziano la Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia nella persona di Vincenzo Cacciaglia e a tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione di tale libro. Un ringraziamento particolare và allo stesore del libro: Dott. Gino Saladini,  inoltre ringraziamo anticipatamente tutte le persone che interverranno alla conferenza:
Avv. Pier Salvatore Maruccio (Presidente C.A.F.), l’Avv. On. Pietro Tidei, l’attuale Commisario del Comune di Civitavecchia  Dott. Ferdinando Santoriello,  Dott. Ulrico Piaggio (medico sportivo),Dott. Marco Di Gennaro, Dott. D’Avenia, Dott. Di Iorio, Dott. Canestrelli, Dott. Giovanni La Rosa, Dott. Gesumino Aglioti (maestro attuale di Silvio Branco), Il Presidente della Federazione Pugilistica Italiana Dott. Alberto Brasca,  il Procuratore Capo, il Presidente del Tribunale, Il Comandante dei CC, Il Vice Questore di PS, Il comandante dei Vigili Urbani e di tutti i candidati a Sindaco. Inoltre, invitiamo tutti ad intervenire alla Conferenza Stampa sopracitata.

Fonte:  Alfredo Bruno

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 DICEMBRE DEL 1950

Sugar Ray Robinson in Svizzera di Priminao Michele Schiavone Uno dei più grandi pugili a livello mondiale, l’americano Sugar Ray Robinson, al secolo Walter Smith Jr, originario della Geor...

16/12/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 DICEMBRE DEL 1947

Correggioli, seconda vittoria su Bondavalli di Priminao Michele Schiavone Il sedicesimo campione italiano dei pesi piuma, il rodigino Enzo Correggioli, mise in palio per la prima volta il suo titolo a...

15/12/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 DICEMBRE DEL 1960

Alvaro Nuvoloni sovrasta Giovanni Fattori di Priminao Michele Schiavone Il romano Alvaro Nuvoloni affrontò il concittadino Giovanni Fattori il 14 dicembre 1950 a Cagliari, senza mettere in pali...

14/12/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 DICEMBRE DEL 1960

Piero Rollo pareggia con Ugo Milan di Priminao Michele Schiavone Nel secondo regno italiano dei pesi gallo il sardo Piero Rollo si trovò a fronteggiare il veneziano Ugo Milan, determinato a tog...

13/12/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 DICEMBRE DEL 1975

Vincenzo Ungaro professionista in Svizzera di Priminao Michele Schiavone Il 12 dicembre 1975 a Ginevra, Svizzera, il bresciano Vincenzo Ungaro chiuse la sua prima stagione professionistica, iniziata ...

12/12/2017

UN GIORNO COME OGGI, L'11 DICEMBRE DEL 1975

Vincenzo Ungaro professionista in Svizzera di Priminao Michele Schiavone Il 12 dicembre 1975 a Ginevra, Svizzera, il bresciano Vincenzo Ungaro chiuse la sua prima stagione professionistica, iniziata s...

11/12/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 10 DICEMBRE DEL 1982

Daniele Zappaterra supera Rosario Pacileo di Priminao Michele Schiavone Gli sportivi di Copparo esultarono la sera del 10 dicembre 1982, quando a Ferrara il loro beniamino Daniele Zappaterra conquist&...

10/12/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 9 DICEMBRE DEL 1982

Epifani e De Souza per la terza volta di Priminao Michele Schiavone Il 9 dicembre 1982 a Taranto il locale Eupremio Epifani affrontò per la terza volta il brasiliano Eloi Emiliano De Souza, il ...

09/12/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS