There are 55.039 boxer records, at least 536.089 bouts and 10.623 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

BERGAMO RADDOPPIA: EUROPEO DI MARSILI E TRICOLORE

 

 

 

Il campione EBU concede la rivincita a Mizsei, mentre Scarpa e Acatullo lottano nei superleggeri.

In TV su Italia1 dalle 23.45.

di  Giuliano Orlando

Bergamo si sta abituando alla continuità pugilistica ad alto livello, come fu con Rottoli e Messi, sperando che dalla fucina dei Bugada, escano fuori ragazzi in grado di riprendere il discorso pugilistico, considerato che la città ha un potenziale di pubblico notevole. Magari sono molto passionali, ma questo è nel loro dna. Ne fanno fede i supporter dell’Atalanta anche troppo coinvolti. In attesa che il sogno si realizzi, la Bergamo Boxe si attiva moltissimo. Dopo le WSB è arrivato il tempo dell’europeo e del tricolore professionisti. In collaborazione con la OPI2000 della famiglia Cherchi, appuntamento sabato sera al Palasport Piscine Italcementi, struttura adattissima alla boxe. Evento trasmesso su Italia 1 dalle 23.45.
 
Emiliano Marsili kg 60.400 e Gyorgy Mizsei Jr kg 60.600
 
L’imbattuto Emiliano Marsili (30-0-1) difende la cintura continentale leggeri e ritrova l’ungherese Gyorgy Mizsei jr. (21-12) figlio d’arte, che a soli 21 anni, ha esperienza da vendere, avendo frequentato la palestra di Kiskunfelegyhaza, cittadina di 30.000 abitanti non lontana dalla capitale Budapest, fin da piccolo. Papà Gyorgy è stato un superwelter di ottima quotazione, bronzo ai Giochi di Barcellona nel 1992, sconfitto dal cubano Carlos Lemus in semifinale. Terzo agli europei di Velje in Danimarca nel 1996, fuori negli ottavi ad Atlanta nello stesso anno. Una strana carriera professionistica: debutto nel 1997 con una sconfitta e una vittoria, stop fino al 2006 con una vittoria e fine della carriera l’anno dopo con un pari. Piccolo particolare, dai superwelter è salito ai cruiser. Molto più continuo come insegnante. Il figlio ha respirato pane e boxe in tenera età. I primi incontri a 14 anni, nel 2012 a diciannovenne, il salto nel professionismo. L’attuale record non è esaltante: 12 sconfitte contro 21 vittorie, etichettandosi subito pugile con la valigia. Bastano i numeri a dimostrarlo. Dei 33 incontri disputati, solo 12 in patria, il resto nel mondo: Slovacchia, Inghilterra, Canada, Sud Africa, Belgio e Italia, dove al debutto lo scorso aprile, a Solofra in Campania, ha tolto la cintura UE leggeri a Brunet Zamora. La seconda volta a Viterbo, pur sconfitto nettamente ha creato non pochi problemi a Marsili. Mi sono dilungato sullo sfidante, per spiegare come a 21 anni ne ha già masticato più di tre tra i prize-fighter, non tanto sui ring di casa contro collaudatori comodi, ma all’estero contro rivali decisi a batterlo. Come è sempre avvenuto. Unica eccezione la Slovacchia, dove ha raccolto molti successi. Vista l’altezza da medio e lo smisurato allungo, boxa di rimessa e si avvale di grande mobilità sulle gambe e sul tronco, spesso al limite del regolamento, usando anche la testa, abbracciando gli avversari a corta distanza. Marsili da ottimo contrista, soffre questi pugili e lo ha dimostrato a Viterbo. Oltretutto il magiaro è avversario a sorpresa, in quanto quello designato era Antonio De Vitis (26-4-1) il brindisino al quale veniva offerta una ghiotta opportunità. Purtroppo la scorsa settimana una bronchite inattesa lo metteva ko, senza combattere. Salvatore Cherchi ha bussato a molte porte, ma solo Mizsei si è detto disponibile. Accettando un bis nel quale nulla ha da perdere ma solo da guadagnare, oltre alla borsa inattesa. Marsili è pugile molto intelligente, che pur avendo debuttato al professionismo dal 2003, ha iniziato la vera carriera solo nel 2010, quando a Brescia, scalzava l’allora imbattuto Luca Marasco dal titolo italiano leggeri. Dopo le difese con Di Silvio e Gassani, la grande impresa a Liverpool battendo a sorpresa per gli inglesi il favorito Derry Mathew, impallinato letteralmente e costretto alla resa nel settimo round. Il match valeva il titolo IBO, che in molti paesi è una sigla mondiale. Da noi, non essendo riconosciuta, dava l’impressione di una cintura pericolosa. Non entro nel merito delle decisioni successive. Altro capolavoro, il ko inflitto all’ottimo Luca Giacon, prendendosi l’europeo il 9 aprile 2013. Dopo quel trionfo quattro difese positive. Stasera dovrà confermare il suo valore.
 
Francesco Acatullo Kg 62.500 e Andrea Scarpa Kg 63
 
Un altro confronto stuzzicante riguarda il tricolore superleggeri, attualmente vacante, dopo le dimissioni di Andrea Scarpa (16-2), che ci ha ripensato e prova a tornare sul podio. Avversario il vogherese adottivo Francesco Acatullo (7-2-1) forse un passo rischioso, ma non certo arrendevole. Scarpa ha un destro mortifero, mentre il rivale boxa di rimessa e non ama lo scambio corto. Sarà comunque una battaglia rovente. Gli otto round previsti tra Roberto Ruffini (5-5-2) e il più esperto Emy De Prophetis (16-6) valgono il ruolo di sfidante del campione.
 
A Bergamo giornata storica per la Lega Pro Italiana. Si elegge il consiglio direttivo della struttura su cui si ripongono le speranze del nostro professionismo, dopo il diktat dell’AIBA, che non riconosce altro professionismo fuori dall’APB. Nella mattinata verrà riconosciuto il presidente Carlo Nori, unico candidato, successivamente verranno eletti 4 organizzatori senior e 2 jr., 2 rappresentanti dei pugili, 1 tecnico, 1 procuratore. Le cariche hanno durata biennale, fino al 31.12.2016. Col supporto della FPI, mentre dal primo gennaio 2017, verrà fondata la Federazione Professionistica Italiana.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 MAGGIO DEL 1966

Vargellini sconfigge Donati di Priminao Michele Schiavone Il forlivese Pietro Vargellini arrivò per la prima volta a combattere sulle 8 riprese il 21 maggio 1966 a Forlì, sua città...

21/05/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, JOEY GIARDELLO

Al secolo Carmine Orlando Tilelli di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La vicenda sportiva ed umana di Carmine Orlando Tilelli, nato a Brooklyn il 16 luglio 1930 da padre calabrese e da madre napoletana,...

20/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 MAGGIO DEL 1946

Ezzard Charles supera Archie Moore di Priminao Michele Schiavone Lo statunitense Ezzard Charles, soprannominato "Cincinnati Kid" in onore della città dell’Ohio dove si stabil&ig...

20/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 MAGGIO DEL 1921

Erminio Spalla debutta negli Stati Uniti di Priminao Michele Schiavone Il piemontese Erminio Spalla rimase contagiato dal diffuso desiderio dei suoi colleghi italiani di combattere negli Stati Uniti e...

19/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 MAGGIO DEL 1979

Felicioni sfida Salvemini di Priminao Michele Schiavone Il laziale Roberto Felicioni si guadagnò il diritto di competere nel campionato italiano professionistico dei pesi medi e il 18 maggio 19...

18/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 MAGGIO DEL 1968

Biancardi prepara la sfida italiana di Priminao Michele Schiavone Negli anni in cui l’Europa dell’est vietava l’attività professionistica, le organizzazioni italiane ingaggiav...

17/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 MAGGIO DEL 1960

Tom McNeeley con Ulli Ritter sulla via del mondiale di Priminao Michele Schiavone La lista statunitense di pugili appartenenti alla stessa famiglia annovera tra gli altri la casata McNeeley, tutti pes...

16/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 MAGGIO DEL 1935

Bernasconi è campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il lombardo Domenico Bernasconi divenne campione italiano dei pesi gallo al suo quinto combattimento, il 15 maggio 1935 a Milano, to...

15/05/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS