There are 54.990 boxer records, at least 535.762 bouts and 10.355 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

LAZIO, FINALI DELLA FASE REGIONALE SENIOR E YOUTH

 

 

Applausi per i contendenti

di Alfredo Bruno

Dopo cinque giorni di combattimenti (parola giusta) si sono concluse la Fase Regionale per il Torneo Nazionale Senior e la Fase Regionale per gli Assoluti Youth. Molte luci, comprese quelle accese nel bell’impianto Americo Vespucci, erede dello storico Lagrange, e poche ombre. Il tutto è merito degli organizzatori Boxing Arcesi e Phoenix Gym, del comportamento corretto di pugili e dei maestri, di arbitri e cronometristi, oltre all’apporto fondamentale dei medici. Il pubblico merita un discorso a parte con un tifo acceso e corretto che ha riempito le serate come l’orchestra fa con il cantante.

Le finali iniziano dai più piccoli (Youth). Iuliano e Petruzzella non arrivano ai 49kg ma hanno il pepe addosso. Iuliano sfrutta al massimo l’allungo contro un avversario alla disperata ricerca della corta distanza per scaricare le sue bordate. Vince Iuliano. Tra Tigan e Pistaferri il match scorre sull’equilibrio di una lama. I due piccoli guerrieri non si risparmiano, il verdetto non facile da emettere viene assegnato a Tigan. Daniel Spada è una delle nostre speranze, sul ring detta legge con la sua tecnica e scelta di tempo. Santoro subisce, ma dimostra carattere e coraggio con un finale garibaldino che tiene sul chi va là l’allievo di Condello. Proietti parte a spron battuto per sorprendere Gasparri. Ma quest’ultimo pian piano prende le misure, compreso un finale al veleno con duri scambi. Match in società tra Scarda e Furlanetto, appartenenti alla Phoenix Gym. Per il primo, pluricampione nazionale, si è trattato di un Torneo di riposo. Furlanetto ha ascoltato il detto “non svegliare il can che dorme” facendo da comprimario al suo blasonato avversario. Rossetti è una forza della natura e per Salvati è stato tutt’altro che agevole tenerlo a freno. Il pugile delle Fiamme Oro ha intelligenza e mestiere, due ingredienti in compagnia dei diretti per contrastare l’avversario anche se il verdetto a suo favore non è condiviso da molti. Di Fiore e Legnante sono due pugili di ottima qualità e per certi versi simili nel loro modo di boxare. Match equilibrato con verdetto assegnato all’allievo di Simula. Pietrosanti e Lusi hanno fatto intravedere una carica agonistica non indifferente non risparmiandosi per l’intero match. Vittoria assegnata a Lusi, apparso più preciso, ma sono entrambi da seguire.

Si passa quindi ai più grandi (Senior). Ruggeri ha attaccato per tutti e nove i minuti, costringendo alla difensiva Serangeli che fatica a tenerlo a distanza. I giudici premiano l’impostazione tecnica di Serangeli, mentre per Ruggeri tanta fatica per una sconfitta. Di Bonaventura e Caputi nell’affrontarsi scelgono la strada della prudenza, che dà ragione al pugile della Frontaloni. Per Marte, tra l’altro in mitologia dio della guerra, verrebbe voglia di dire che è di un altro pianeta, ma il gioco di parole rende bene l’idea del pugile che si allena in palestra con i Sarchioto. Paccasassi non è certo un tipo tenero e non si tira indietro, un errore fatale che gli costa il verdetto con scambi finali al cardiopalma. Marquez aveva cominciato bene con Montoni, ma non poteva certo prevedere l’ossessionante ritmo a cui il pugile della Phoenix l’avrebbe sottoposto. Difficile tenerlo a freno, con le buone e le cattive, fino al finale che diventa quasi una liberazione per l’allievo di Pancione. I 69kg possono definirsi tranquillamente la categoria regina del Torneo per numero di iscritti e per il loro valore, molti senz’altro in poco tempo diventeranno Elite. La sfida finale, dopo selezioni durissime, ha visto di fronte Tagliavini e Baccei. Descrivere il match è impossibile, ma il miglior commento lo hanno fatto gli applausi che hanno accompagnato le varie fasi ora favorevoli a uno ora all’altro. Boxe di buona tecnica, ma anche di sostanza. Uno spettacolo da vedere in televisione. Vince Tagliavini e con merito, il pugile di Mattioli e Ascani sembra sempre trovare una risorsa in più dei suoi avversari. Baccei dopo aver eliminato in semifinale Campanella, altro grande protagonista, stavolta ha cercato di scalare una montagna invalicabile. Fabrizio Carbotti, fratello del Nazionale Mirko, è un’altra delle rivelazioni del Torneo, anche se il ragazzo ha già dimostrato i suoi numeri. Ha padronanza sul ring e il suo destro che sembrerebbe di disturbo diventa invece un colpo secco nel finale della sua traiettoria. Predilige essere attaccato per contrare l’avversario con le sue lunghe leve. Fatto l’elogio di Carbotti, viene anche spontaneo dire che il valore di un pugile sale quando ha di fronte un avversario bravo, e qui parliamo di Califano, un irriducibile pronto a sfruttare ogni distrazione dell’avversario. Match interessante tra due scuole diverse, ma superare Carbotti è un problema. Corgnale è l’unico arrivato in finale per la Gim Boxe Setteville che ha presentato un bel gruppo di protagonisti. Corgnale, longilineo, sembra avere il radar nei guantoni, e per Aureli l’unica strada percorribile è quella della corta distanza, ma è come toccare i fili dell’elettricità. Nel terzo round per l’allievo di Vagni ci sta pure un conteggio, preludio alla sconfitta. Entriamo nella zona colossi con Alfonsi e Zolli. Il primo può essere definito come un’altra delle rivelazioni del Torneo. Sembra capitato sul ring per caso, ma è solo un’impressione, perchè assorbe bene gli attacchi dell’avversario e quando parte con le sue serie sono dolori. Zolli, al rientro dopo vari anni, veniva contato nel primo round, ma sembrava aver smaltito cercando l’iniziativa. Nel terzo round Alfonsi si scatenava costringendo ad un nuovo conteggio Zolli. Poco dopo era l’arbitro a decretare lo stop per evitare guai peggiori. Chiudono la serata D’Adamo e Benedetti. I due supermassimi non si risparmiano. D’Adamo, un veterano dei Tornei, cerca di tenere l’iniziativa ma si deve guardare dalla reazione del suo avversario. Tre riprese a tutto ritmo con il successo del pugile di Cassino.

Finisce così una bella serata dove sul ring si sono alternati personaggi del nostro boxing (dilettanti e professionisti) per premiare gli atleti. Tanto per fare alcuni nomi: Ranaldi, Lancia, Mazzei, Nodaro, Bellusci, Carbotti senior, Bevilacqua, Fiori, i piccoli Spada, Vianello con la sua compagna Laura, campionessa di BeachVolley.

FINALI SENIOR

Kg. 52 Tiziano Serangeli (Frontaloni) b. Francesco Ruggeri (Bucciarelli Boxe).

Kg. 56 Ivan Di Bonaventura (Frontaloni) b. Leonardo Caputi (Ecole de Combat).

Kg. 60 Daniele Marte (Imperium) b. Lorenzo Paccasassi (Il Gladiatore).

Kg. 64 Matteo Montoni (Phoenix Gym) b. Hidalgo Marquez (Laurentino Boxe).

Kg. 69 Emiliano Tagliavini (Team Boxe Roma XI) b. Sauro Baccei (Filippella Sporting).

Kg. 75 Fabrizio Carbotti (Silicella Boxing) b. Giuseppe Califano (Boxing Arcesi).

Kg. 81 Edoardo Crognale (Setteville Nord) b. Gianmarco Aureli (Il Gladiatore).

Kg. 91 Dario Alfonsi (Co.Na. Boxe) b. Alessandro Zolli (Domenico Tiberia) kot 3.

Kg. 91+ Ivan D’Adamo (Training Boxe Cassino) b. Alessio Benedetti (Marco Aurelio.

FINALI YOUTH

Kg. 49 Mario Iuliano (SS Lazio) b. Simone Petruzzella (Frascati Boxe).

Kg. 52 Tiberius Tican (Il Gladiatore) b. Giovanni Pistaferri (Audace).

Kg. 56 Daniel Spada (SS Lazio) b. Danilo Santoro (Roma Est).

Kg. 60 Christian Gasparri (Cosmo) b. Valerio Proietti (Il Gladiatore)

Kg. 64 Andrea Scarda (Phoenix Gym) b. Nicolò Furlanetto (Phoenix Gym).

Kg. 69 Remo Salvati (Fiamme Oro) b. Pietro Rossetti (Team Boxe Roma XI).

Kg. 75 Alessio Di Fiore (Venus) b. Francesco Legnante (Olimpic Romans).

Kg. 81 Michelangelo Lusi (Fiamme Oro) b. Alessio Pietrosanti (Volsca).

Commissario di Riunione: Mollicone Orfeo
Arbitri/Giudici: Scali Roberto, Angileri Fabio, Derasmo Raffaele, Sstipa Vincenzo

Alfredo Bruno

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 NOVEMBRE DEL 1977

Azevedo pareggia con Backus di Priminao Michele Schiavone Il 19 novembre 1977 l’ex campione mondiale dei pesi welter Billy Backus, guardia destra originario di Canastota, New York, e nipote del ...

19/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 NOVEMBRE DEL 1972

Ugo Poli sconfigge Bruno Pieracci di Priminao Michele Schiavone La provincia di Sondrio trovò nel valtellinese Ugo Poli, originario di Ardenno, l’elemento di spicco per promuovere negli a...

18/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 NOVEMBRE DEL 1985

Giampiero Pinna vincitore di Mario Bitetto di Priminao Michele Schiavone Il sassarese Giampiero Pinna, divenuto campione italiano dei pesi mosca al terzo tentativo, il 17 novembre 1985, a Vercelli, so...

17/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 NOVEMBRE DEL 1967

Franco Innocenti supera Antonio Villasante di Priminao Michele Schiavone L’aretino Franco Innocenti tornò al successo il 16 novembre 1967, nella sua città, dove affrontò l&r...

16/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 NOVEMBRE DEL 1973

Giorgio Braconi sconfigge Cosimo Convertino di Priminao Michele Schiavone Il bresciano Giorgio Braconi per accedere al campionato italiano dei pesi superleggeri dovette disputare una semifinale al tit...

15/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 NOVEMBRE DEL 1970

Luciano Sarti vince contro Mario Lamagna di Priminao Michele Schiavone Il padovano Luciano Sarti divenne campione d’Italia dei pesi medi il 14 novembre 1970, nella sua città, dove vinse s...

14/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 NOVEMBRE DEL 1977

Giancarlo Usai batte Vincenzo Quero a Rimini di Priminao Michele Schiavone La seconda stagione come campione italiano dei pesi leggeri del sardo Giancarlo Usai fu proficua rispetto alla precedente, qu...

13/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 NOVEMBRE DEL 1949

Belardinelli batte Fattori per il titolo di Priminao Michele Schiavone Il 12 novembre 1949, nella sua Roma, il campione italiano dei pesi mosca Otello Belardinelli difese per la prima volta la sua cin...

12/11/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS