There are 54.978 boxer records, at least 535.597 bouts and 10.315 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

FEGATILLI RIMANE SUL TRONO EUROPEO

 

Il BELGA HA CONSERVATO LA CINTURA PER DECISIONE TECNICA

La sfida del brindisino Antonio De Vitis al campione europeo dei pesi superpiuma Ermano Fegatilli è stata interrotta alla fine del sesto round, dopo che l’arbitro Howard John Foster ha ritenuto compromettente proseguire il match per una ferita apertasi sopra l’occhio destro dell’italiano.

A quel punto, applicando lo norma dell’EBU, l’arbitro ha chiesto al supervisore inglese Charles Giles la lettura dei cartellini per la proclamazione del verdetto.

Il risultato è andato al campione con una decisione a maggioranza. Due giudici avevano sommato fino a quel momento un lieve margine di vantaggio per il belga. Vencislav Nikolov e Christophe Fernandez avevano totalizzato entrambi 58-56. Il terzo, Mark Green, aveva riportato un eguale totale per i due contendenti di 57-57.

De Vitis si mostra avvilito dopo il verdetto  /  foto campioni.cn

Il confronto è iniziato con molta cautela da parte di entrambi i contendenti. I due ricordavano la prima sfida valida per l’allora vacante titolo dell’Unione europea, combattuta 12 riprese in Belgio nel maggio 2007 quando il locale trionfò sul pugliese con una decisione a maggioranza.
Nel secondo round il confronto prende le connotazioni proprie di un combattimento di boxe e si vedono le prime scintille. “Il dottore” Fegatilli, kg. 58.400, si fa apprezzare per un costruttivo lavoro al corpo ed un montante destro di buona fattura. De Vitis, kg. 58.700, cerca di recuperare con un maggiore pressione.
La terza frazione vede da una parte il campione fare sfoggio di colpi con un taglio tecnico particolare mentre lo sfidante lo incalza per togliergli l’iniziativa.
I due temi tattici messi a confronto proseguono nel corso della quarta ripresa. Il belga guadagna il centro del quadrato e si rende pericolo con serie alternate al tronco ed al volto. L’italiano non riesce a tagliargli la strada per imporre il suo pugilato a corta distanza. Fegatilli si mostra più veloce e De Vitis deve spendere maggiori energie per accorciare la distanza.
L’italiano è costretto ad aumentare i rischi nel quinto round per i colpi di sbarramento del campione. Il pedaggio è pagato con un fiotto di sangue che gli sgorga dalla palpebra dell’occhio destro. De Vitis viene spospinto ad intensificare gli attacchi che esaltano le sue qualità di combattente.
Nel sesto tempo il match s’infiamma per il crescendo di scambi. Lo zampillo di sangue del pugliese diventa copioso e l’arbitro chiede il controllo medico. Dopo l’assenso del sanitario il combattimento prosegue con maggiore ferocia e la disperata rimonta del pugliese che percepisce il pericolo dello stop per ferita.
Il presentimento diventa certezza durante l’intervallo per decisione irrevocabile del referee inglese.
 
Ermano Fegatilli
 
Il 27enne Fegatilli ha difeso per la prima volta la sua cintura EBU dei pesi superpiuma esattamente dopo un anno ed migliorato il suo record che oggi riporta 25 vittorie (5 prima del limite) e 4 sconfitte.
De Vitis, 33 anni compiuti da poche settimane, non perdeva dal 2007 quando dovette accettare la prima sconfitta impostagli dallo stesso Fegatilli. Ora sul record del brindisino si leggono 22 trionfi (11 prima del limite), 2 insuccessi, 1 pareggio ed 1 no-contest.

 

MANNO RESPINGE ARDITO

La difesa volontaria del titolo europeo è stata preceduta da un’altra chance facoltativa della stessa categoria dei pesi superpiuma, concessa dal campione italiano Benoit Manno allo sfidante di turno Angelo Ardito.

I due si sono affrontati per la terza volta ed anche in questa circostanza il piemontese è risultato superiore al toscano.

Al termine delle 10 riprese dirette dall’arbitro Giovanni Muskovic, la vittoria ai punti è stata assegnata al campione con decisione unanime formulata dai giudici Dario Bibbiani, Giovanni Fiorentino e Antonio Giubelli.
Manno, 30 anni di Torino, ha fatto sfoggio della sua migliore tecnica descritta da colpi lunghi e ripetuti in serie.
Ardito, 34 anni di Firenze, ha mostrato molto coraggio dinanzi al bagaglio tecnico del suo avversario. Ha usato molta audacia, specie nelle ultime frazioni del match, quando ha messo in seria difficoltà il campione, apparso a corto di ossigeno e di energie.
Nell’ultimo round la pressione di Ardito è risultata insostenibile per il campione che, spossato, ha fatto ricorso a prolungate trattenute sanzionate dall’arbitro con la perdita di un punto.
Poi è arrivato liberatorio il suono del gong e Manno, kg. 58.900, ha mantenuto la cintura alla sua prima difesa, registrando la vittoria numero 9 (2 prima del limite) contro 1 sconfitta.
Il record di Ardito, kg. 57.500, riporta 5 successi (1 prima del limite), 4 rovesci ed 1 pareggio.
 
Il programma professionistico è stato aperto dal confronto sulla distanza delle 6 riprese tra Vincenzo Finiello, kg. 63.100, e Luigi Mantegna, kg. 62.900, in un derby tra frusinati.
Il 28enne Finiello, 5-0-0 (1), ha esibito maggiore velocità di esecuzione, accompagnata da altrettanta andatura, per avere padronanza lungo l’arco del match.
Il volenteroso 36enne Mantegna, 1-28-0 (1), ha retto il combattimento con la sua abituale versatilità che garantisce lo spettacolo e la sua durata. Il pugile di Frosinone, a dispetto del suo record, è stato sfidante al campionato nazionale dei pesi leggeri jr in due occasioni.
 
 Primiano Michele Schiavone
 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 OTTOBRE DEL 1979

Kalule, ugandese con licenza danese di Priminao Michele Schiavone Tra i tanti africani che trovarono nel vecchio continente il luogo ideale per realizzare i loro sogni ci fu Ayub Kalule, l’ugand...

23/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 OTTOBRE DEL 1977

Lassandro, tre volte titolare nazionale di Priminao Michele Schiavone L’elenco dei pugili diventati campioni italiani per tre volte nella stessa categoria contempla il nome di Damiano Lassandro,...

22/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 OTTOBRE DEL 1934

Edelweiss Rodriguez campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Uno dei primi pugili riminesi che si fece conoscere a livello italiano fu Edelweiss Rodriguez, vincitore del titolo nazionale profes...

21/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 OTTOBRE DEL 1979

John Tate vincitore di Gerrie Coetzee di Priminao Michele Schiavone Il primo campionato del mondo disputato in Sudafrica da pesi massimi fu ospitato a Pretoria il 20 ottobre 1979, combattuto tra il pu...

20/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 OTTOBRE DEL 1984

Mike McCallum, tre corone iridate di Priminao Michele Schiavone Dagli anni ’80 del secolo passato si è assistito alla crescita del numero di pugili che hanno voluto superare i primati di ...

19/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE DEL 1968

Vittorio Saraudi sconfigge Giovanni Biancardi di Priminao Michele Schiavone Il terzo campione italiano di Civitavecchia fu Vittorio Saraudi, figlio di Carlo, precursore del pugilato nella città...

18/10/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE BELLOISE

Al secolo Michele Belloise di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La famiglia Belloise ebbe dieci figli, quattro femmine e sei maschi. Di questi tre divennero pugili: Mike, Steve e Sal. Gli ultimi ...

18/10/2017

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS