There are 54.990 boxer records, at least 535.762 bouts and 10.362 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

CAMPIONATI ITALIANI ELITE, CRONACA DEL TERZO GIORNO

 

 

Terza giornata agli Assoluti,  Quarti di Finale dai welter ai supermassimi

di Alfredo Bruno

ROMA, 13.12.2012 – Nella terza giornata si entra nei quarti degli Assoluti che si disputano nell’impianto della Caserma S. Gelsomini. Logicamente assottigliandosi la partecipazione cade anche qualche testa di serie. I verdetti sembrano trovare d’accordo un po’ tutti, semmai qualche perplessità, ma quello avviene da tempo, lo lascia il computo del punteggio finale.
 
Primi a passare sotto i riflettori sono i welter con i canonici 4 match. Carmelo Morello (EM) e Marvin Perugini (MC) passano il turno. Il primo regola e controlla Antonio Ruberti (LB); mentre il secondo, guardia destra con buona tecnica e velocità, crea poche illusioni a Nicola D’Andrea (TS), appena 19 anni, che data la sua giovane età ha pienamente soddisfatto. Negli altri due match in pratica si scontrano le teste di serie con qualche ambizione finale. Alfonso Di Russo (AB) logora round dopo round Ignazio Crivello (SC). Quest’ultimo dopo un buon primo round deve lasciare il passo al duro lavoro al corpo di Di Russo, che mette il timbro della sua presenza in questa categoria. Tra Alessandro Marziali (FFOO) e Dario Morello (FAZ) è lotta tra “poliziotti”. La spunta il secondo, ma non entusiasma di fronte alla boxe rapida del suo avversario. Morello, guardia stretta e coperta, mette a segno pochi colpi ben “fotografati” dalle macchinette, necessari comunque per superare un Marziali che gli ha creato non poche difficoltà. Sabato in semifinale si troveranno di fronte i due finalisti al “Guanto d’Oro”. A Di Russo quella sconfitta subita a Firenze non andò giù, Morello raccoglie la sfida del pugile abruzzese per confermare la sua superiorità.
 
Nei 75 kg. troviamo Luca Capuano (FAZ) che sembra voler entrare decisamente nel ruolo di gran favorito di questa categoria. Lo conferma il chiaro successo ottenuto contro David Traversi (TS), un duro che si deve inchinare di fronte alla boxe completa del guardia destra pugliese. Riuscire a colpire Danilo Creati (AB) non è cosa semplice, di questo si rende ben conto Stefano Puccetti (EM), intenzionato a imporre la sua maggiore potenza. Creati mette in vetrina la sua boxe piacevole con il neo qualche volta di “specchiarsi” e prendere qualche colpo che potrebbe evitare. L’abruzzese entra a buon diritto in semifinale, ma per lui che viene dai welter, il problema sarà quello di affrontare gente ben inquadrata fisicamente in questa categoria.
 
Valerio Ranaldi contro Giuseppe Perugino
 
Giuseppe Perugino (FFOO) evita con abilità i colpi dritti di Valerio Ranaldi (LZ) per poi rientrare con precisione al corpo e al volto dell’avversario. Il pugile delle Fiamme Oro inizia il terzo round con un vantaggio di tre punti, anche se comincia a trovare qualche difficoltà per contenere l’aggressività del suo avversario. Ma Ranaldi non solo è aggressivo, è anche più potente e lo dimostra con un round di fuoco, nel quale Perugino rischia di “crollare”. Ranaldi vince per un punto, ma si dimostra brutto cliente per il prossimo avversario. Raffaele Munno (CP) fa subito assaggiare la sostanza dei suoi colpi al corpo di Giulio Zito (LB) che non sta certo a guardare. Zito assorbe e risponde alle mazzate dell’avversario, ma un richiamo subito nel secondo round è il primo messaggio di una resa imminente ma onorevole.
 
Si entra a tambur battente nel regno degli 81 kg. Adriano Sperandio (LZ) con buona scelta di tempo stoppa le intenzioni del poderoso Massimiliano Oberti. Un richiamo per ciascuno è la sola parità del match, a differenza del punteggio che premia la boxe più varia del laziale.
 
Simone Fiori contro Giuseppe Claudio Squeo
 
Simone Fiori (FFOO) ha doti non comuni di tempismo e velocità per la sua categoria. Giuseppe Squeo, più basso, non gli dà tregua e cerca disperatamente di accorciare la distanza per piazzare le sue mazzate. Fiori comunque controlla la situazione e vince. Valentino Manfredonia (CP) è un “sorvegliato” speciale per il titolo della categoria. Conferma le sue credenziali tenendo l’iniziativa di fronte a Stefano Failla (EM), pugile abile ma poco propenso, ed è un peccato, all’attacco. Per Gianluca Rosciglione (CSE), uno dei favoriti, dall’alto della sua vasta esperienza non ci sono problemi per domare l’ancora inesperto Nikolas Cesaroni (MC).
 
Nei 91 kg. Francesco Soggia (LZ) sembra intenzionato a fare suo per la terza volta consecutiva il titolo di campione. Michele Olindo Gallo (CP) regge banco per un round, poi comincia a scricchiolare di fronte alla boxe efficace del laziale. Il match viene interrotto per ferita di Gallo al terzo round, ma ormai i giochi erano fatti. Mattia Faraoni (LZ) ha una boxe piacevole a vedersi, ma in questa categoria ci vuole molta più sostanza nei colpi. Endri Spahiu (LB) interpreta meglio il ruolo di outsider e incamera con maggiore efficacia una preziosa vittoria. Con Claudio Landi (TS) bisognerebbe fare un ragionamento sui ricorsi storici. Con l’emiliano Francesco Golfi è riuscito ad agguantare la parità sul finire. La differenza colpi gli ha dato ragione. Una vittoria sul filo di lana, la sua, come è avvenuto anche nella prima giornata. Per il battagliero Landi la vittoria arriva solo con lo straordinario e il batticuore. Fabio Turchi (CSE) sul ring fa presenza isolata sul ring, visto che il suo avversario, Luca Spadaccini (AB), non si è presentato.
 
Arriviamo in cima alla montagna con i supermassimi. Mario Federici (FFOO) possiede una discreta velocità per il suo peso e rispetto al battagliero Giuseppe Mancuso (CL) possiede un allungo decisamente superiore. La radiografia del match sta tutta qui a favore di Federici. Per certi versi Matteo Rondena (LB), appena 10 match disputati, diventa una piacevole scoperta per il pubblico e una spiacevole scoperta per Tommaso Rossano (CP), uno dei pezzi pregiati della categoria. Rondena per due rounds ha combattuto alla pari con il quotato avversario, cedendo solo nel finale anche per stanchezza. Un bel match molto applaudito.
 
Roberto Cammarelle contro Mauro Logoluso
 
Nuovo show di Roberto Cammarelle (FFOO). Stavolta a farne le spese è Mauro Logoluso (EM). Inutile fare la cronaca se non dire che Logoluso ha avuto la soddisfazione di addizionare un punto per round. Cammarelle toccherà quindi al campione uscente.
 
Eugenio Indaco con i suoi secondi
 
Eugenio Indaco (CP) che nella giornata di ieri ha superato brillantemente Stefano Arcese (LZ), il più “anziano” di questi Assoluti. Il pugile della Campania, perfetta scelta di tempo e rapidità fuori del comune, potrebbe anche costringere il “superblasonato” campione a tirare fuori gli artigli, e sarebbe già una bella novità.
 
RISULTATI
 
Welter:
Carmelo Morello (EM) b. Antonio Ruberti (LB) 12-10;
Marvin Perugini (MC) b. Nicola D’Andrea (TS) 14-4;
Alfonso Di Russo (AB) b. Ignazio Crivello (SC) 13-8;
Dario Morello (FAZ) b. Alessandro Marziali (FFOO) 14-10.
 
Medi:
Luca Capuano (FAZ) b. David Traversi (TS) 16-6;
Danilo Creati (AB) b. Stefano Puccetti (EM) 11-5;
Valerio Ranaldi (LZ) b. Giuseppe Perugino (FFOO) 15-14;
Raffaele Munno (CP) b. Giulio Zito (LB) 13-7.
 
Mediomassimi:
Adriano Sperandio (LZ) b. Massimiliano Oberti 23-10;
Simone Fiori (FFOO) b. Giuseppe Claudio Squeo (PL) 15-7;
Valentino Manfredonia (CP) b. Stefano Failla (EM) 19-9;
Gianluca Rosciglione (CSE) b. Nikolas Cesaroni (MC) 20-8.
 
Massimi:
Francesco Soggia (LZ) b. Michele Olindo Gallo (CP) rsci 3;
Endri Spahiu (LB) b. Mattia Faraoni (LZ) 11-7;
Claudio Landi (TS) b. Francesco Golfi (EM) +10:10;
Fabio Turchi (CSE) b. Luca Spadaccini (AB) wo.
 
Supermassimi:
Mario Federici (FFOO) b. Giuseppe Mancuso (CL) 16-10;
Tommaso Rossano (CP) b. Matteo Rondena (LB) 18-13;
Roberto Cammarelle (FFOO) b. Mauro Logoluso (EM) 24-3;
Eugenio Indaco (CP) b. Stefano Arcese (LZ) 15-5.
 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 NOVEMBRE DEL 1929

Jacovacci, secondo pari con Oldani di Priminao Michele Schiavone Il 24 novembre 1929 Milano ospitò per la seconda volta la sfida portata dal locale Giuseppe Oldani al titolare italiano dei pesi...

24/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 NOVEMBRE DEL 1966

Golfarini vincitore di Pellarin di Priminao Michele Schiavone Il nome del livornese Remo Golfarini occupa il posto numero 6 nell’albo d’oro dei campionati italiani dei pesi superwelter. Il...

23/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 NOVEMBRE DEL 1925

Edoardo Garzena s'impone a Pietro Bianchi di Priminao Michele Schiavone L'ultima difesa vittoriosa del titolo italiano dei pesi leggeri di Edoardo Garzena si svolse a Milano il 22 novembre 1925, contr...

22/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 NOVEMBRE DEL 1986

Ronzoni supera Scapecchi di Priminao Michele Schiavone Il campione italiano numero 17 dei pesi superleggeri fu Maurizio Ronzoni, che il 21 novembre 1986 tolse la cintura al grossetano Alessandro Scape...

21/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 NOVEMBRE DEL 1961

Truppi batte il tedesco Moll di Priminao Michele Schiavone Il peso medio modenese di origine brindisina Tommaso Truppi lasciò il ring di Modena da imbattuto la sera del 20 novembre 1961, quando...

20/11/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MELIO BETTINA

Al secolo Emilio Antonio Bettina di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Melio Bettina. Anche se non viene annoverato tra i grandi della categoria fu sicuramente un ottimo pugile, un mediomassimo dal record...

19/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 NOVEMBRE DEL 1977

Azevedo pareggia con Backus di Priminao Michele Schiavone Il 19 novembre 1977 l’ex campione mondiale dei pesi welter Billy Backus, guardia destra originario di Canastota, New York, e nipote del ...

19/11/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 NOVEMBRE DEL 1972

Ugo Poli sconfigge Bruno Pieracci di Priminao Michele Schiavone La provincia di Sondrio trovò nel valtellinese Ugo Poli, originario di Ardenno, l’elemento di spicco per promuovere negli a...

18/11/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS