There are 54.970 boxer records, at least 535.565 bouts and 10.305 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

IL DUAL MATCH ITALIA vs RUSSIA FINITO 7-3

 

 

Affermazione della Nazionale Azzurra

Cammarelle è tornato sul ring dopo due anni

di Alfredo Bruno

Roberto Cammarelle contro Nikita Stogov

Roma, 11 marzo 2016 -- Non poteva esserci migliore inaugurazione per l’impianto della Polizia di Stato A. Vespucci. Ci si aspettava forse una maggiore affluenza, ma la serata è filata liscia collaudando a pieni voti il nuovo impianto. La Federazione al gran completo ha organizzato tutto in maniera perfetta. Il presidente Alberto Brasca e Francesco Montini, comandante delle Fiamme Oro, hanno avuto, se ce n’era bisogno, di essere per quanto riguarda Roma sulla strada giusta.

alcuni pugili della nazionale italiana con il coach russo

La serata ha visto il successo della nostra Nazionale per 7 a 3. Dopo i 69kg. c’è stata una bella esibizione di Antonella Rossi e Terry Ayala con il gruppo dell’Action Boxe, uno spettacolo nello spettacolo da sfruttare con maggiore frequenza. In mezzo a tutto questo per certi versi faceva la sua bella figura il volto sorridente di Nino Benvenuti, per l’occasione commentatore per RaiSport insieme a Davide Novelli, una sorta di augurio per Rio de Janeiro, per il Centenario e per tutto il movimento.

i russi schierati sul ring

La serata: 
Kg. 52 Vincenzo Picardi non affonda i colpi nel primo round contro Khasan Salohutdinov, un ventenne molto considerato in patria. Ma contro un Picardi in forma Olimpiade ci vuole ben altro e il russo deve incassare colpi d’effetto soprattutto alla figura e deve far appello, lui ventenne, al mestiere per rimanere in piedi. Vittoria chiara per Picardi 3-0.
Kg. 56 Si capisce subito che per Francesco Maietta sarà una serata tutta da soffrire con Mukhammad Sheikov, ex campione russo considerato tra i migliori nella sua “ricca terra”. Maietta si arma di coraggio e pazienza, bracca il suo avversario in continuazione e nel fare questo deve fare i conti con il talento e la velocità di un avversario, abile anche nell’uscire dalla traiettoria. Match di alto livello grazie anche al napoletano che non ha dato un attimo di tregua all’avversario. Nel terzo round si è avuta addirittura la sensazione che Maietta potesse capovolgere la situazione con un saettante sinistro “sentito” da Sheikov. Il russo recupera subito e replica, ma dà segnali di stanchezza per il continuo martellamento, sia pure impreciso, effettuato dall’italiano. Il verdetto va a Sheikov per 3-0, ma la prova di Maietta è più che positiva.
Kg. 60 Domenico Valentino è uno dei nostri “mostri sacri” e la sua entrata sul ring fa un certo effetto sul pubblico, come fa un certo effetto la struttura robusta di Ilez Gireev, argento agli ultimi campionati russi. Valentino sembra già sentire i benefici del duro allenamento con cui Bergamasco e Filimonov lo sottopongono. Guardia alta e massima concentrazione, unite alla scelta di tempo dei colpi di rimessa, mettono il bavaglio al pericoloso avversario sempre proteso alla ricerca della soluzione di forza.
Kg. 64 E’ la volta di una delle new entries della nostra Nazionale. Vincenzo Arecchia, rivelazione da Youth, affronta un altro giovane interessante: si tratta di Tigran Uzlyan, oro agli Universitari nel 2014 che non è poca cosa. Arecchia parte bene e prende sul tempo il suo avversario come dipinge bene l’uno due che si stampa allo scadere del primo round sul volto del russo. La differenza sta nella struttura fisica, qualità su cui Uzlyan impronta l’andamento della seconda ripresa dove Arecchia subisce un conteggio. Il napoletano recupera bene e il terzo round scivola senza sussulti. Match equilibrato ma la giuria vede Uzlyan 2-1.
Kg. 69 Vincenzo Mangiacapre si presenta sul ring con muscolatura possente. Il suo è uno show in chiaro-scuro e Aik Ayvasyan ci prova con ogni mezzo a inquadrare il bersaglio, ma non è facile. Qualche colpo di Ayvasyan arriva a segno più per l’interpretazione eclettica del nostro pugile che per bravura dell’ostinato avversario. Vittoria netta di Mangiacapre che quando preme sull’acceleratore sono guai.
Kg. 75 Tocca quindi ad un altro giovane fare gli onori di casa. Salvatore Cavallaro ha di fronte il possente, ma ancora grezzo, Ivan Paleev. Il mancino siciliano sembra voler controllare la situazione ma deve fare i conti con la testa del russo che non guarda tanto per il sottile. Il richiamo subito da Paleev sembra la partenza di una maggior accelerazione da parte di Cavallaro che timbra il cartellino del successo con un bellissimo uno-due nel terzo round che fa ammutolire il russo. Un 3-0 tutto dalla parte di Cavallaro.
Kg. 81 Tocca quindi a Valentino Manfredonia che contro Aleksandr Ahihmin sembra condurre il match a ritmo di samba: non si sa se per bravura sua o per demerito dell’avversario. Il napoletano fa tutto con la massima semplicità senza sbavature e si porta a casa una vittoria facile senza rischi.
Kg. 91 Non è certo fortunato Simone Fiori nella sua nuova categoria, perchè ha di fronte un brutto cliente in Dmitri Fomin, argento agli ultimi mondiali militari. La possanza del russo viene controbilanciata dalla scelta di tempo del nostro pugile. Match interessante: l’aggressività del russo è inesauribile, ma è ben contenuta da Fiori. Il match si decide tutto nel terzo round dove gli attacchi del russo vengono ammorbiditi dalle trattenute dell’azzurro, apparso troppo rinunciatario in questo round. Il verdetto, terzo round decisivo, va a Fomin per 2-1. A Fiori non rimane altro che curare un destro dolorante, suo handicap nel finale del match.
Kg.+91 Alessio Spahiu ha al suo angolo anche il tecnico Bugada che lo ha accompagnato nella sua “avventura” romana. I giganti russi sono sempre pericolosi e Sergei Egorov non smentisce questo concetto. Il russo dimostra subito il suo valore con qualità tecniche non indifferenti. Spahiu gli oppone oltre alla sua aggressività, anche il coraggio che gli permettere di attaccare senza soste. In gergo Spahiu “fa il match” ma i colpi migliori li porta Egorov che vede dirottare il verdetto dalla parte dell’ottimo Spahiu di misura ma forse con un po’ di campanilismo.
Kg.+91 Arriva il momento più atteso della serata: il ritorno sul ring di Roberto Cammarelle. Nell’ultimo tempo le voci si sono rincorse con tag d’obbligo come il rientro, Rio de Janeiro e quant’altro. Roberto dopo il suo match ha preso il microfono in mano e ha fugato tutti i dubbi: forse farà un altro match e poi appenderà i guantoni al chiodo. Nel dirlo camuffa l’emozione con l’affanno per le tre riprese appena disputate, ma i suoi ringraziamenti per tutti parlano chiaro.
Per quanto riguarda il match gli applausi stavolta partono non solo dal pubblico, ma si può dire dalle fondamenta dell’impianto. Nikita Stogov, campione Universitario, non gli regala niente anzi cerca il colpaccio che lo potrebbe proiettare ben oltre i propri confini. La classe non va in vacanza e lo capisci durante tutti i nove minuti: un repertorio vastissimo che ha reso Roberto Cammarelle, a livello dilettantistico, forse il più bravo tra i massimi mondiali degli ultimi 10 anni.

Alfredo Bruno

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 OTTOBRE DEL 1964

La rivincita di Serti su Mastellaro di Priminao Michele Schiavone Uno dei pochi pugili che conquistarono il titolo italiano per la prima volta, al secondo tentativo, dopo aver perduto la cintura europ...

16/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 OTTOBRE DEL 1969

Carmelo Coscia, un campione di lungo corso di Priminao Michele Schiavone Uno di quei pugili che si spesero a lungo prima di arrivare all’appuntamento con il campionato italiano professionistico ...

15/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 OTTOBRE DEL 1983

A Milano, un programma, tre titoli di Priminao Michele Schiavone Quando il capoluogo lombardo poteva essere definito un baluardo dell’organizzazione pugilistica italiana, il promoter milanese Eg...

14/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 OTTOBRE DEL 1956

Guido Mazzinghi batte Marino Faverzani di Priminao Michele Schiavone La prima ed unica difesa del titolo italiano dei pesi medi sostenuta dal toscano Guido Mazzinghi avvenne il 13 ottobre 1956 a Milan...

13/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 OTTOBRE DEL 1974

Efisio Pinna vincitore in Sudafrica di Priminao Michele Schiavone Il pugile cagliaritano Efisio Pinna fu l’unico vincitore prima del limite del sudafricano Kokkie Oliver, che affrontò a J...

12/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, L'11 OTTOBRE DEL 1984

Luigi Marini, due volte campione nazionale di Priminao Michele Schiavone Tra i pugili che hanno conquistato più di una volta il titolo italiano si trova il marchigiano Luigi Marini che l'11 ott...

11/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 10 OTTOBRE DEL 1986

Claudio Nitti campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il tarantino Claudio Nitti tornò al successo dopo il fallito tentativo di conquistare la cintura italiana dei pesi superpiuma con u...

10/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 9 OTTOBRE DEL 1965

Maurice Tavant avversario di sette italiani di Priminao Michele Schiavone Tra le tante sfide continentali combattute tra italiani e francesi, quella tenuta il 9 ottobre 1965 a Lione, in Francia, tra i...

09/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS