There are 56.754 boxer records, at least 539.762 bouts and 11.111 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

DI ROCCO FORMATO MONDIALE, DOMINA PIISPANEN

 

 

A Milano difesa europea spettacolare

Applausi anche per Caccia, Giacon, Branco e Moscatiello.

PalaBadminton esaurito. Marvin Hagler ospite d’onore.

di Giuliano Orlando
 
MILANO. Per certi versi il pugilato è come il primo amore. Nonostante tradimenti e tentativi di cancellarlo, da nemici e anche supposti amici, non lo scordi mai. Non solo, la passione la trasmetti a figli e nipoti. Ed erano proprio questi ultimi a tenere banco al PalaBadminton, la struttura milanese che per la prima volta ha ospitato la boxe. Una gioventù bella, con tante presenze femminili, coinvolta che ha fatto il tifo non solo per Di Rocco, che era il protagonista assoluto, ma si è sgolata per Giacon e Moscatiello, come per Branco e la prossima volta tiferà per il ferrarese Caccia, un welter presentatosi nel modo migliore sulla piazza per lui inedita. La OPI2000 dei Cherchi, ha compiuto l’ennesimo miracolo, portando un migliaio di persone ad assistere alla prima difesa dell’europeo welter di Michele Di Rocco (36-1-1). Richiamo tutto inedito, dalla struttura al campione. La prima potrebbe diventare il nuovo Palalido, viste le caratteristiche e l’ubicazione (Nord-Ovest), servita dai mezzi urbani e dal Metro. Per quanto riguarda Di Rocco, meglio di così non si poteva presentare. Al decimo round, ha voluto concedere al finlandese Ville Piispanen (17-4-3) un attimo di speranza, complice una distrazione difensiva del campione, il destro dello sfidante colpiva preciso il viso dell’italiano, che finiva al tappeto. Mettendo un pizzico di apprensione ai presenti. Pubblico deliziosamente giovane, significativo del cambio generazionale. La risposta chiesta dagli organizzatori per proseguire il ritorno della boxe a Milano. Anche la famiglia Cherchi ha variato i ruoli. Alessandro, il figlio più giovane, ha assunto il non facile compito dell’organizzatore, dopo l’esperienza di titolare della palestra OPI Gym, aperta a Milano da un paio d’anni, diventata il riferimento per tutti i campioni della OPI2000, dove assieme a Franco Cherchi, l’insegnante storico del team, porta avanti un compito non facile di promozione, premiato dall’incremento di giovani e appassionati che apprendono gli elementi di base della boxe. Salvatore Cherchi il fondatore del team, può curare con minor assillo i contatti con gli enti internazionali. Cristian l’altro figlio, è l’anello di congiunzione tra la parte organizzativa e quella operativa, sfruttando l’ormai lunga esperienza acquisita con la presenza nelle manifestazioni più importanti in America ed Europa e i promoter che contano. La serata milanese è uno dei punti chiave dell’organizzazione in proiezione 2014. Fosse andata male, il ripensamento era d’obbligo. Nonostante la concomitanza con le feste, il tempo inclemente, tribune e bordo ring si sono riempite, creando quell’atmosfera ideale tra pubblico e atleti. Che hanno dato il meglio.
 
Michele Di Rocco in fase di attacco, tema dominante del match  /  foto di Marco Chiesa
 
Di Rocco era inedito a Milano. Ci è arrivato da campione d’Europa e non ha tradito le attese. Ottimamente preparato da Franco Cherchi, ha tenuto un ritmo altissimo per dodici riprese, rendendo in alcuni round addirittura stridente la differenza di valori. Il verdetto dei giudici (119-110, 118-110, 118-110) specchia quanto visto sul ring. A parte l’inatteso kd del decimo, ininfluente. Di Rocco ha perduto solo due round, l’8° e il 9°, per il resto la velocità e la precisione hanno ampliato il distacco ad ogni ripresa. Il sinistro ha martellato la faccia di Piispanen e il destro ha centrato sopra e sotto, per tutto il match. Il rapporto dei pugni a bersaglio era di 10-1. Al termine il volto del finlandese presentava il conto: tumefatto e tagliato, segno di una martirio sopportato con grande stoicità. E il merito di non aver mai rinunciato a provarci. Il campione ha il limite nella scarsa potenza, ma in fatto di boxe è un vero artista. Adesso attende l’esito dell’asta per la sfida ufficiale contro l’irlandese del Nord, il mancino Paul McKloskey (24-3-1), 34 anni, già campione d’Europa (2009-2011) e sfidante al mondiale contro Amir Khan due anni addietro. Nel 2010, mise ko il nostro Giuseppe Lauri per l’europeo. Dal 2011 ad oggi, ha combattuto cinque volte, con tre sconfitte, l’ultima sabato sera a Leeds (Ing) contro il collaudatore Dave Ryan (Ing. 15-8) sulle 8 riprese.
 
Nel resto del programma, buona impressione ha destato il welter emiliano Alex Caccia (10) bene impostato e abile anche nelle schivate. Ha tenuto sotto pressione il lituano Trizno (17-28-2) senza mai permettergli confidenze. Che si è preso il lettone Konstatis Sakara (13-29-2) contro l’attempato Gianluca Branco (48-3-1) lento a scaldarsi, ma alla fine in grado di vincere nettamente.
 
Tanti applausi per Moscatiello (16-2-1), il welter che Vincenzo Ciotoli della “Forza e Coraggio” sta cercando di rifinire per sfruttare al meglio la potenzialità atletica. Contro Cepur (7-18-1) ha eseguito il compito con diligenza, boxando per linee interne e scaricando le bordate al momento giusto. Dopo un kd al primo round, lo sfidante al tricolore, replica bene nel terzo dove conclude l’opera, con bella sicurezza.
 
Vince prima del limite anche Luca Giacon (23-1), dopo un avvio prudente di fronte al più alto Ivans Levickis (Let. 7-9),’Black Manba’ aumenta velocità e colpi e il destro alla milza conclude l’opera e fa tornare il sorriso al giovanotto. Nella Muay Thai, vince Luca Roma sul marocchino Amir Wissaad, dopo tre round piacevoli e combattuti.
 
Papà Salvatore, ritrova il sorriso: “Con un pizzico di follia, abbiamo vinto la scommessa. Dei cinque incontri nessuno ha deluso. Non un fischio. E’ arrivato anche Marvin Hagler, la leggenda dei medi e il pubblico lo ha accolto con un applauso lunghissimo. Con lui erano presenti tanti altri campioni. La gente apprezza queste cose. Il 14 febbraio allestiremo l’europeo dei mosca tra Andrea Sarritzu (34-6-5) e il bielorusso Valery Yanchy (22-3-2) di stanza in Spagna. Si tratta di una rivincita, dopo il pari precedente. Il guerriero sardo ha lasciato ottimi ricordi a Milano, e il pubblico ha la memoria lunga. Tornerà Giacobbe Fragomeni (31-4-2) dopo il mondiale a Chicago, deciso a prendersi soddisfazioni, magari in campo europeo. Riproporremo Luca Giacon e Antonio Moscatiello, che hanno entusiasmato. E pure a Marzo saremo a Milano con una riunione importante, di cui daremo notizia più avanti. Entro l’anno potrebbe arrivare l’opportunità mondiale per Di Rocco”.
Giustificata la soddisfazione di Alessandro Cherchi: “Abbiamo allestito la serata in meno di due settimane, superando difficoltà burocratiche incredibili. Dal permesso per la sicurezza arrivato poche ore prima, con limitazioni incredibili. Nonostante questo è arrivato il pubblico ed è uscito soddisfatto. La struttura va bene ma dobbiamo poterla sfruttare al meglio, non con soli 900 posti quando se ne possono usufruire di almeno 1300-1500. Spero di aprire un dialogo di collaborazione con le società lombarde. Mi serve l’aiuto del Comitato Lombardo. Noi assicuriamo il prologo con i dilettanti che è sempre promozione, a loro volta le palestre ci aiuteranno nella prevendita, come fanno altre discipline. Io resto dell’opinione che dilettanti e professionisti sono anelli delle stessa catena e contrariamente a quello che pensa l’AIBA, si può convivere riconoscendone i due ruoli”.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

Archive

UN GIORGO COME OGGI, L'11 AGOSTO 1967

A Rimini, s'insegue il titolo nazionale welter di Primiano Michele Schiavone L'11 agosto del 1867 andava in scena a Rimini, sulla riviera romagnola, una riunione professionistica fondata sul combattim...

11/08/2020

UN GIORGO COME OGGI, IL 10 AGOSTO 1966

A Senigallia, sfida nazionale superleggeri di Primiano Michele Schiavone Il 10 agosto 1966 a Senigallia, in provincia di Ancona, si svolgeva una interessante riunione fondata sul vacante titolo italia...

10/08/2020

Americani di origine italiana: Italian Joe Gans

Un campione senza corona di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone Un’altra figura epica del pugilato statunitense di origine italiana si trova nelle gesta di Italian Joe Gans, nato in...

08/08/2020

UN GIORGO COME OGGI, IL 6 AGOSTO 1964

Ascoli Piceno, sfida tra imbattuti mediomassimi di Primiano Michele Schiavone La sera del 6 agosto 1964 andava in scena nella città marchigiana di Ascoli Piceno un caratteristico confronto tra ...

06/08/2020

UN GIORGO COME OGGI, IL 5 AGOSTO 1961

A Saint-Vincent, una riunione internazionale di Primiano Michele Schiavone L'italiano Duilio Loi si presentava il 5 agosto 1961 a Saint-Vincent, Valle d'Aosta, in qualità di campione mondiale d...

05/08/2020

Americani di origine italiana: Patsy Kline

Un peso piuma di assoluto valore mondiale di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone La persistente ricerca di pugili americani di origine italiana ci ha portati a indagare sulla carriera di ...

02/08/2020

Americani di origine italiana: Tommy Daly

Al secolo Tommaso Brescia, esempio di pugile per la stampa italiana di Pietro Anselmi e Primiano Michele Schiavone Tommy Daly, al secolo Tommaso Brescia, nativo di San Costantino Albanese nell&rs...

24/07/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 LUGLIO DEL 1963

Mario Vecchiatto batte Franco Brondi per il tricolore di Alfredo Bruno Il 18 luglio 1963 a Lignano Sabbiadoro sul ring installato nella pista di pattinaggio, ripreso in TV, si svolgeva il campionato italiano dei leggeri. I...

18/07/2020

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS