There are 55.039 boxer records, at least 536.096 bouts and 10.650 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

LOVAGLIO E CIRIANI, MASSIMI-LEGGERI VITTORIOSI

 

 

LOVAGLIO NUOVO CAMPIONE UE

Manzano, Udine, 21 novembre 2015 – La cintura dell’Unione europea dei pesi massimi-leggeri è stata consegnata per la quarta volta ad un italiano: dopo l’inaugurale titolo vinto da Pietro Arino nel 2002, il successo di Giacobbe Fragomeni nel 207 e la conquista di Mirko Larghetti nel 2013, alla lista si è aggiunto il nome di Maurizio Lovaglio, che si è imposto al connazionale Leonardo Damian Bruzzese per fuori combattimento tecnico alla dodicesima ed ultima ripresa. I due si sono affrontati per la seconda volta: il torinese ha ripetuto il risultato prima del limite conseguito nel dicembre del 2013 quando aveva tolto la cintura italiana dei cruiser al romagnolo per knockout tecnico nel decimo conclusivo round.

La rivincita non ha offerto novità sui due fronti avversari, improntati entrambi alla ricerca del colpo risolutore. La diversità è derivata da qualche capitombolo in più rispetto al combattimento precedente. Lovaglio è caduto nella quinta ripresa, con conteggio arbitrale, mentre ha toccato il tappeto in altre occasioni per la troppa foga e l’instabilità sulle gambe. Bruzzese ha toccato il tappeto nel sesto round ed è stato contato a sua volta.
L’arma vincente del piemontese è stato il sinistro lungo, stampatosi con ripetitività sul volto dell’avversario, che, a sua volta, ha trovato facile il percorso del destro, scarsamente usato per concludere favorevolmente le sue azioni.
Entrambi hanno accusato mancanza di stamina per una competizione importante e di lunga durata.
Lovaglio ha messo a nudo le sue carenze caratteriali che influiscono sul rendimento e la capacità di profitto ad alto livello: molte energie sono spese attraverso la tensione che manifesta palesemente, anche quando ha il match sotto controllo e potrebbe gestire evitando la concitazione che, invece, esprime negli attacchi convulsi.
Bruzzese ha saputo tenere alta la spalla sinistra mentre il pericolo arrivava dalla sua destra, da dove giungevano i diretti ed i ganci lunghi: si è preoccupato troppo della difesa ma non ha fatto quanto l’azione avversaria richiedeva, senza movimento sul tronco ed il tempismo necessario per le repliche essenziali a bloccare le prevedibili azioni offensive del piemontese.
Alla fine lo stillicidio dei colpi lunghi di Lovaglio ha aperto la breccia necessaria per chiudere il secondo capitolo. Per l’ennesima volta il piemontese, benché spossato, ha fatto arretrare sulle corde l’ostinato Bruzzese, ormai instabile sulle rigide gambe. A quel punto l’intervento risolutivo dell’arbitro ha chiuso la partita senza conteggio.
Lovaglio, 19-11-0 (12), ha conquistato il titolo dell’Unione europea al secondo tentativo, dopo la sconfitta sofferta a Grugliasco nel settembre 2014 contro il croato Stjepan Vudelija per squalifica nella quinta ripresa.
Bruzzese, 15-2-0 (5), dovrà ripartire dal campionato nazionale per ricostruire la carriera.

A CIRIANI LA CINTURA ITALIANA

L’udinese Nicola Ciriani è il sedicesimo campione italiano dei pesi massimi-leggeri dopo il successo pieno conseguito contro il giovane romano Simone Federici. Al termine delle 10 riprese il verdetto è stato unanime, come hanno riportato i cartellini dei tre giudici: 97-93, 97-94 e 96-94.
Ciriani ha fatto la sua seconda esperienza tricolore dopo il fallito tentativo di aggiudicarsi la vacante cintura dei mediomassimi nel marzo del 2014: a Roma è stato sconfitto con decisione unanime dal capitolino Mirco Ricci.
Ciriani, 13-1-0 (8), ha messo a frutto la sua esperienza contro il principiante avversario, dotato di tanta buona volontà ma a volte maldestro nelle sue fasi offensive.
Il confronto è stato convulso, farraginoso, incapace di offrire uno spettacolo soddisfacente.
Federici, giunto all’appuntamento con il record immacolato di 7 vittorie (4 prima del limite), costruito in due anni a spese di avversari balcanici di modesto calibro ma necessari per la sua crescita, ha portato contro l’avversario friulano solo la sua giovane vigoria fisica. Il laziale non ha saputo condurre azioni di attacco validamente offensive: solo colpi larghi portati con l’interno dei guantoni; il suo destro a martello veniva intercettato alla partenza e scansato con spostamenti sul tronco dell’avversario.
Ciriani, con un fisico più da mediomassimo che da cruirer, è stato molto attivo fin dalla prime battute del combattimento. Ha alimentato il confronto con le sue azioni d’attacco ed ha tentato di costruire un filo conduttore alla sua tattica.
Con il passare delle riprese la competizione è scivolata sul piano della baruffa, nella quale il friulano ha fatto valere la sua dimestichezza raccolta in più anni di pratica pugilistica.
Federici, 7-1-0 (4), deve fare tesoro di questa esperienza, benché negativa, perché ha il temperamento che serve al pugile volenteroso di andare lontano: dedizione ed esperienza faranno il resto, per sua grande soddisfazione.

Altri risultati:
Welter, Dario Morello V PT 6 Italo Brussolo
Superleggeri, Luca Maccaroni V KOT 3 (Abb) Emanuele De Prophetis
Leggeri, Massimiliano Ballisai V KOT 4 (Abb) Laszlo Fekete (Ungheria)
Piuma, Luca Rigoldi V KOT 2 David Hoppal (Ungheria)

Primiano Michele Schiavone
 

 

 

 

 

 

 

Archive

ADDIO A FRANCO ZURLO

Morto a 77 anni compiuti di Primiano Michele Schiavone Lunedì 18 giugno 2018 – Dopo una breve malattia è venuto a mancare il più rappresentativo esponente del pugilato brindisino, F...

18/06/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, WILLIE PASTRANO

Al secolo William Raleigh Pastrano di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Era nato il 27 novembre 1935 a Miami in Florida, dove trascorse gran parte della sua vita. Era poco più che un bam...

10/06/2018

UN GIORNO COME OGGI, L'1 GIUGNO DEL 1974

Emili batte Masala sulla via del tricolore di Priminao Michele Schiavone Il segno dei tempi che il pugilato italiano sta vivendo, connesso ai suoi mutamenti, fornisce la stima del suo valore intrinsec...

01/06/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 31 MAGGIO DEL 1961

Angelo Favari, aspettative senza fiducia di Priminao Michele Schiavone ono stati tanti i pugili che non hanno creduto fino in fondo nei propri mezzi ed hanno lasciato l’attività senza spe...

31/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 30 MAGGIO DEL 1956

Umberto Vernaglione alla vigilia del titolo italiano di Priminao Michele Schiavone Il pugilato di Taranto è stato sempre un valido serbatoio per la boxe nazionale. Negli anni '50 si fece largo ...

30/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 29 MAGGIO DEL 1945

Ernie Roderick da welter a medio e ritorno di Priminao Michele Schiavone La categoria dei pesi medi ha creato sempre un fascino ed un’attrazione per alcune eminenze dei pesi welter. Il 29 maggio...

29/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 28 MAGGIO DEL 1942

L'olandese Jo de Groot vincitore di Nico Diessen di Priminao Michele Schiavone Nei professionisti i campionati nazionali olandesi non sono stati tantissimi per il numero limitato dei praticanti. Per u...

28/05/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 27 MAGGIO DEL 1959

Salvatore Manca sfida Salvatore Burruni di Priminao Michele Schiavone Il laziale Salvatore Manca ebbe due occasioni di competere per il campionato italiano dei pesi mosca, trovandosi sul ring come avv...

27/05/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS