There are 55.051 boxer records, at least 536.133 bouts and 10.688 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

WSB: VERSO I QUARTI DOPO IL 4-1 CON LA POLONIA

 

 

Scontro diretto in Venezuela il 18 aprile. 

Mangiacapre e Manfredonia "vedono" i Giochi.

A Bergamo due giorni di boxe.

di Giuliano Orlando

Milano13 aprile 2015 – Il c.t. Lello Bergamasco, dopo il 4-1 sulla Polonia ad Andria (Bt), può a giusta ragione ritenersi soddisfatto. La classifica, a due turni dalla fine dei play off, consente di sperare nell’accesso ai quarti, traguardo che appariva piuttosto problematico, dopo un avvio non certo promettente: un punto dopo due turni, sconfitte con l’Azerbajan e gli USA in trasferta. Pedaggio preventivato, con una franchigia nuova di zecca, pochi stranieri e molti debuttanti italiani. Operazione indispensabile, vista la necessità del ricambio generazionale. Turno dopo turno, pur pagando pedaggio come era prevedibile, i Thunder Italia hanno recuperato posizioni, conquistando sette vittorie, contro un pari e due sconfitte, quattro in totale. WSB-logoAttualmente la classifica del Girone B, ci pone dietro a Kazakistan 36 e Azerbajan 26, contro i 23 punti italiani. La matematica non ci mette al sicuro, ma neppure ci esclude. Nella tappa pugliese, solo il welter Morello è stato sconfitto dall’irlandese Donnelly con un 2-1 beffardo. L’ospite parte bene, e tiene testa al calabrese per due round, poi le cose cambiano. Morello trova la misura costringendo Donnelly alla difesa serrata, non sempre impermeabile. Le tre riprese conclusive sono di marca italiana, ma di questo parere è solo il lituano Vasiliauskas, mentre il croato Tadic e il bielorusso Asanau vedono il punto in più per Donnelly, confermando la loro inaffidabilità. Gli altri quattro confronti non possono cambiare direzione. L’indiano Bidhuri (52) domina il modesto Kozlowski, monotematico fino alla noia. Introvaia (60) non è certo fortunato. Rientra dopo lunga sosta dovuta a ferite e a fine match, si ritrova ancora tagliato e con una spalla fuori posto. Primo colpevole l’arbitro ungherese Juhasz, che non mai richiamato Polski che, vista la situazione, ha approfittato senza pagare pedaggio. Dire che ad Andria i giudici ci abbiano favorito è affermare il falso, semmai il contrario. Nei mediomassimi, l’atteso Manfredonia sta ritrovando la condizione che sembrava smarrita un mese addietro. Tryc ha fatto la comparsa, anche se si è impegnato allo spasimo. Valentino ha usato gambe e braccia al meglio e il polacco che cerca la corta distanza è andato sempre a farfalle. Cinque riprese nette, anche se il georgiano Gogochurit ha assegnato il primo round all’ospite. Il dramma è che non lo fanno in malafede, sono purtroppo mediocri e hanno la testa confusa. Condizionati dalle direttive AIBA, non facili da recepire, a meno che non sei un volpone come l’irlandese Gallagher, buono per tutti gli usi, abilissimo ad annusare ogni cambio del vento. A Manfredonia, ha fatto gioco la sconfitta imprevista del cubano De La Cruz, doppio campione iridato, subita all’Havana contro Mina, che dopo due round in cui la tattica del tocca e fuggi gli frutta punti, al terzo Mina gli impone la corta distanza e la situazione cambia, lo stop per ferita alla fine del quarto tempo, premia l’ospite con un 2-1, clamoroso. Manfredonia guida con 30 punti, seguito dal croato Sep 28 e dal cubano De La Cruz 26. Il 25 aprile a Bergamo, con Italia-Kazakistan, Manfredonia affronta il croato Sep e anche se perde 2-1, va ai Giochi. Ottimo il rendimento del campione italiano dei +91, Alessio Spahiu, debuttante nelle WSB, con una bella vittoria sul valido Hryniuk, primi quattro round alla grande, l’ultimo senza correre rischi. Il bergamasco dalle radici albanesi, è ormai una realtà e merita la riconferma per l’appuntamento del 25 aprile a Bergamo, davanti al pubblico di casa, nella sfida con la corazzata kazaka. Alessio trova il croato Hrgovic, imbattuto nel torneo, il favorito per Rio. Spahiu conosce il rischio, ma non ha nulla da perdere, semmai esperienza da acquisire. Sabato prossimo, penultima giornata dei play, l’Italia sul ring di Maiquetia in Venezuela. Al di sopra del risultato, importante per mantenere la terza posizione, decisiva la prova di Mangiacapre (64), per ufficializzare il pass olimpico. Deve battere chiaramente il non disprezzabile Arcon, alla portata di Vincenzo, ma che davanti al pubblico di casa ha sempre vinto. Oltre all’incoraggiamento del pubblico, ci auguriamo non abbia quello dei giudici. In Venezuela il ct Bergamasco dovrebbe confermare gli irlandesi Barnes (49) e Conlon (56), Mangiacapre (64), Cavallaro (75), mentre è atteso il debutto del pugliese Squeo nei massimi. La vittoria è alla portata dei Thunder, oltre che necessaria, per evitare l’aggancio proprio dei Caciques, che in caso di vittoria, potrebbero poi superarci nell’ultimo turno, nella trasferta in Polonia, qualora l’Italia cedesse al Kazakistan a Bergamo. Al momento solo ipotesi. La città orobica ospita, oltre che l’ultimo turno eliminatorio delle World Series il sabato, anche la sfida Italia-Germania, la domenica, primo test in vista degli impegni della Nazionale, sempre guidata da Bergamasco. Il responsabile azzurro, lancia altri giovani. Si fanno i nomi di Arecchia (69) e Lizzi (75) campioni europei youth 2014, oltre al romano Carbotti nei +91, D’Andrea e Bagatin, mentre il +91 Vianello è in bacino di carenaggio, per la ferita all’orecchio destro. Il leggero Boufrakech, in alternativa a Cosenza, per il quintetto nelle WSB del 25 aprile.

Risultati e classifiche del 12° turno. Girone A. G.B.-Russia 1-4; Ucraina-Algeria 5-0; Cuba-Messico 4-1; Marocco-Cina 5-0. Classifica: Cuba 36, Russia 28; Ucraina 24; Messico 22; Marocco 19; G.B. 12; Cina 9; Algeria 5. Girone B. Italia-Polonia 4-1; Portorico-Kazakistan 1-4; Azerbajan-Usa 5-0; Argentina-Venezuela 2-3. Classifica: Kazakistan 36; Azerbajan 26; Italia 23; Venezuela 20; Portorico 18; Usa 17; Polonia 12, Argentina 4. Sono già promossi ai Giochi: 49: Veitia (Cuba), 60. Selimov (Rus), 69: Butaev (Rus) e Rabii (Mar).
 
Giuliano Orlando

 

 

 

 

 

Archive

IL RICORDO DI GIANCARLO USAI

Scomparso a 68 anni compiuti di Primiano Michele Schiavone Mercoledì 1 agosto 2018 – Nella giornata di ieri è venuto a mancare, a 68 anni di età, l’ex pugile Giancarlo Usai, ...

01/08/2018

L'ULTIMO SALUTO A MANZARO

Morto dopo lunga malattia di Primiano Michele Schiavone Luglio 2018 – L’ex pugile professionista Antonio Manzaro, deceduto nella mattina del 3 luglio dopo molte sofferenze, ha avuto l’estremo omag...

18/07/2018

ADDIO A GIANCARLO DI MANNO

Terracina in lutto per la scomparsa di Giancarlo Di Manno di Alfredo Bruno La boxe di Terracina perde un altro dei suoi grandi protagonisti. Giancarlo Di Manno se ne è andato all’et&agrav...

07/07/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE ROSSMANN

Al secolo Alberto Del Piano di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Nato a Turnesville nel New Jersey l’1 Luglio 1955 da padre calabrese, che gli fece anche da manager, e da madre ebrea dalla ...

23/06/2018

ADDIO A FRANCO ZURLO

Morto a 77 anni compiuti di Primiano Michele Schiavone Lunedì 18 giugno 2018 – Dopo una breve malattia è venuto a mancare il più rappresentativo esponente del pugilato brindisino, F...

18/06/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, WILLIE PASTRANO

Al secolo William Raleigh Pastrano di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Era nato il 27 novembre 1935 a Miami in Florida, dove trascorse gran parte della sua vita. Era poco più che un bam...

10/06/2018

UN GIORNO COME OGGI, L'1 GIUGNO DEL 1974

Emili batte Masala sulla via del tricolore di Priminao Michele Schiavone Il segno dei tempi che il pugilato italiano sta vivendo, connesso ai suoi mutamenti, fornisce la stima del suo valore intrinsec...

01/06/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 31 MAGGIO DEL 1961

Angelo Favari, aspettative senza fiducia di Priminao Michele Schiavone ono stati tanti i pugili che non hanno creduto fino in fondo nei propri mezzi ed hanno lasciato l’attività senza spe...

31/05/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS