There are 55.017 boxer records, at least 535.932 bouts and 10.443 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

REMIGIO BOLLANA, EMIGRATO E CAMPIONE MANCATO

 

 

Un breve ricordo nell'anno della sua morte, ad 89 dalla nascita

Vinse due volte agli assoluti italiani nei pesi welter; lasciò la boxe quando emigrò in USA

di Iginio Dobrilla

Firenze, 26 agosto 2015 – Raccontare la vista di Remigio Bollana è come narrare una storia affascinante, realizzata in un arco di tempo ricco di eventi epici, devastanti, dolorosi, nel contempo esaltanti, intriso anche di risvolti umani, suggellato dal riscatto e dalla liberazione dei popoli oppressi.
Nato il 26 agosto 1926 a Pola, quando la città istriana era una provincia della Venezia Giulia ed apparteneva al Regno d’Italia: dal 1918, dalla fine della prima guerra mondiale, ritornò sotto il Regno Italico dopo l’assegnazione all'Impero Austriaco.
Bollana amava ricordare che i suoi antenati portavano il cognome Bollanaz, cambiato in seguito all’avvento del fascismo.
Iniziò a lavorare nel gennaio 1941 come operaio nel cantiere navale "Scoglio Olivi" di Pola; continuò fino al giuno 1944.
Con l’avvento della guerra, durante l’occupazione nazista, Remiglio si distinse come partigiano: dal 9 settembre 1943 al 20 giugno 1944 prese parte agli eventi del gruppo di “Agitazione e Propaganda”; quando si trasferì alla I^ Brigata d'assalto-III Battagflione-III^ compagnia, continuò le sue battaglie in Jugoslavia.
Venne fatto prigioniero il 15 ottobre 1944 dalla Wermacht (forze armate tedesche) e mandato prima a Fiume, poi a Trieste e infine, il 1° novembre dello stesso anno, internato a Duisburg in Germania.
Al termine delle ostilità belliche riprese a lavorare alle dipendenze del 167th Regiment Cavalry British Armi di stanza a Pola.
Nel febbraio 1947, quando Pola venne consegnata alla Jugoslavia per effetto delle decisioni sottoscritte nel corso della Conferenza di Parigi del 1946, la famiglia Bollana decise di abbandonare la città natale e trasferirsi a Firenze: come sfollati i Bollana presero la residenza nella caserma dismessa di via Guelfa 23, insieme ad altre centinaia di famiglie giuliano dalmate, si sistemarono in alloggi separati da pareti di cartone e senza servizi igienici. Nel capoluogo toscano trovò lavoro come imballatore presso la ditta di vernici Pietro Rossi di Firenze: iniziò nel marzo 1947 e vi rimase fino all’gosto 1951.
Intanto Remigio si stava affermando come pugile dilettante, allenandosi nella storica palestra fiorentina di Campo di Marte; in due occasioni salì sul podio più alto dei campionati nazionali: nel 1949 a Firenze e nel 1950 a Parma conquistò il titolo di campione d’Italia dei pesi welter. Alto circa 170 cm, aveva una struttura fisica compatta ed una massa muscolare molto sviluppata ma ben proporzionata. Potremmo dire che il fisico di Mazzinghi ricordava il suo, con il torace, braccia e gambe più musolosi e rotondi, ma meno legnosi. Tanto da incutere rispetto.
Dopo la vittoria nel secondo campionato italiano di boxe decise di passare professionista. Nell’estate del 1951, solo dopo le nozze in Italia con Antonia Budicin, partì per gli USA per fare degli incontri di boxe. Disputò solo due combattimenti all’inizio del 1952; decise di smettere con il pugilato per dedicarsi al lavoro fisso.
Il 6 dicembre 1956 ottenne la cittadinanza di naturalizzazione americana nella contea di Oneida, Stato di New York.
Gli fu possibile trovare subito un lavoro ben retribuito, molto superiore a quanto guadagnava col pugilato, come manovale edile, attività che molti locali si rifiutavano di fare perchè troppo faticosa.
Queste le sue tappe lavorative negli States, sempre in qualità di muratore-carpentiere, dal 28 settembre 1951 al 31 agosto 1990: presso Ruffins's A.I. Contracting N.Y., Murnane Associates Co. Plattsburgh N.Y. e Schneid Const. Co Inc. Syracuse N.Y.
Dopo essere stato in affitto in giro per lo Stato di New York acquistò un appezzamento di terreno a Utica, all’indirizzo 18 Lin Rd, e vi costruì una tipica villetta all'americana (un piano terreno con un ampio locale interrato e garage a fianco).
Con il passare degli anni divenne un appassionato di pesca nei grandi laghi.
Mi raccontava che quando giunse a New Yok City fu sorpreso dal vedere la sera le autostrade della città illuminate dai fari delle file di grosse automobili come da noi fu possibile vedere solo decenni dopo. In Italia allora pochi avevano la fortuna di possedere la moto.
Remigio era una persona umilissima e amabilissima che conoscendolo si stentava a credere potesse aver preso a pugni qualcuno anche solo per sport. Un particolare curioso: per tutto il resto della sua vita non ha mai voluto mangiare patate in qualunque modo gli venissero preparate, perché gli ricordavano di quando aveva patito la fame come partigiano e sotto la prigionia, mangiando solo patate o anche solo le bucce di patate.
La fisionomia ed il profilo assomigliavano a quello dell'astronauta russo Yuri Gagarin.
Una volta lo sfidai al braccio di ferro e nonostante fossi molto più giovane mi schiacciò giù il braccio senza alcun problema.
Morto l’8 marzo 2015 a Utica, Stato di New York, ha lasciato la moglie e 4 figli, 3 maschi ed una femmina sparsi per gli States.

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 GENNAIO DEL 1977

Onelio Grando alla seconda sfida italiana di Priminao Michele Schiavone Per alcuni atleti a volte si dice che sono nati in epoca sbagliata. In quel gruppo si può annoverare il friulano Onelio G...

22/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 GENNAIO DEL 1989

Juan Martin Coggi, argentino caro agli abruzzesi di Priminao Michele Schiavone L’argentino Juan Martin Coggi, ritenuto di origini italiane, in particolar modo di derivazione abruzzese, trov&ogra...

21/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 GENNAIO DEL 1993

Gianfranco Rosi, difesa mondiale in Francia di Priminao Michele Schiavone L’ultimo successo ottenuto nella qualità di campione del mondo da parte dell’italiano Gianfranco Rosi porta...

20/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 GENNAIO DEL 1977

Facciocchi, primo assalto al campionato italiano di Priminao Michele Schiavone La prima carta giocata dal cremonese Trento Facciocchi per il campionato italiano dei pesi medi la rivolse il 19 gennaio ...

19/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 GENNAIO DEL 1965

Morocho Hernandez campione mondiale di Priminao Michele Schiavone Il primo venezuelano campione mondiale di boxe fu Carlos Hernandez che il 18 gennaio 1965 tolse la corona dei pesi welter jr allo stat...

18/01/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TIPPY LARKIN

Al secolo Antonio Pilleteri di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tippy Larkin, nato con il nome di Antonio Pilleteri, è stato considerato uno dei più abili pugili italo-americani, quasi all...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 GENNAIO DEL 1981

Marvelous Marvin Hagler, prima difesa mondiale di Priminao Michele Schiavone La prima messa in gioco del titolo mondiale ‘undisputed’ dei pesi medi da parte dello statunitense Marvin Hagle...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 GENNAIO DEL 1969

Roy Jones Jr emette il primo vagito di Priminao Michele Schiavone Nella città statunitense di Pensacola, Florida, il 16 gennaio 1969 vide la luce Roy Jones Jr, futuro campione di pugilato, iscr...

16/01/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS