There are 55.037 boxer records, at least 536.089 bouts and 10.583 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

LA BOXE IN LUTTO PER GIOVANNI GIRGENTI

 

 

Nobile figura del pugilato siciliano

Articolo di Gianni Virgadaula
Fonte:
Alfredo Bruno 2out

Giovedì 11 gennaio 2018 -- Oggi la boxe italiana è in lutto per un uomo tranquillo che aveva dato molto al pugilato, pur non avendo acquisito quei risultati che avrebbe meritato se fosse stato un pizzico più fortunato e meno tiranneggiato da arbitri e giudici. Nato il 18 dicembre del 1942 a Marsala, la città dello “Sbarco dei Mille”, Giovanni Girgenti, dopo una brillante carriera dilettantistica che lo aveva portato a conquistare 2 titoli italiani assoluti nei piuma, una finale europea con il sovietico Stepaskin, e a partecipare nel 1964 alle Olimpiadi di Tokyo, esordì nei professionisti nel 1965 battendo per abbandono alla seconda ripresa Emilio Privato. Il suo primo procuratore fu Bruno Amaduzzi, che lasciò poi il posto ad Andrea Ciaccio, quando il manager bolognese decise di occupasi esclusivamente della carriera di Nino Benvenuti.
Dopo un primo tentativo fallito nel 1968 di conquistare il titolo italiano dei piuma contro Renato Galli, il 27 luglio 1969 Girgenti raggiunse quel suo primo traguardo battendo in 12 riprese Nevio Carbi. Difese poi il titolo dall’assalto di Ambrogio Mariani, e poi da Ugo Poli, Umberto Simbola e Antonio Chiloiro, sconfitti ai punti. Egli però in quegli anni si era fatto conoscere anche all’estero. Infatti, il 9 dicembre del 1966 aveva pareggiato in 10 riprese con l’australiano (nato a Parigi) Johnny Famechon. Essendo stato quello un verdetto controverso e certo casalingo, venne organizzato nel giugno del ‘67 un 2° incontro sempre a Melbourne. Stavolta i giudici diedero vincitore l’australiano, ma è indubbio che favorirono ancora una volta il pugile locale, destinato fra l’altro a divenire il futuro campione del mondo dei piuma. E difatti, quando nell’aprile del ’69 Girgenti e Famechon si incontrarono per la terza volta, Johnny aveva già in testa la corona di campione mondiale della categoria per la WBC. Stavolta l’incontro si tenne nella elegante cornice dell’Hotel Hilton di Londra, e il match si risolse ancora una volta sulla distanza delle 10 riprese, con Famechon proclamato vincitore ai punti. Girgenti ammise poi che quell’ultimo match era stato anche l’unico in cui il campione si era aggiudicato il verdetto per meriti propri.
Nel 1970, senza più rivali in patria, il marsalese abbandonò il titolo italiano, avendo ormai maturato altre ambizioni. Si venne così a concretizzare la possibilità di combattere a San Paolo del Brasile con Eder Jofre, lo straordinario campione che aveva dominato la categoria dei pesi gallo, e che dopo un temporaneo ritiro era ritornato sul ring con la determinazione di riconquistare il titolo mondiale. In questo contesto Girgenti era stato chiamato a collaudare le condizioni del "gallo d’oro", ma quel 5 dicembre del ’70, il siciliano difese cara la pelle, manovrando bene il sinistro e anticipando sempre col destro un Jofre chiaramente sorpreso dall’abilità dell’avversario. Alla fine delle 10 riprese, il verdetto venne assegnato di stretta misura al brasiliano, ma Girgenti, ancora una volta defraudato da una giuria partigiana, raccolse applausi e consensi come mai prima gli era capitato in carriera. Certo è che quell’incontro con Jofre, legittimò una sua sfida in ambito europeo. Così, il 14 agosto 1971 ad Alicante affrontò per il titolo europeo dei piuma il formidabile cubano naturalizzato spagnolo Josè Legra, già campione del mondo della categoria. Girgenti combatté con la consueta generosità, ma la sua eccellente tecnica non gli fu sufficiente per arginare la forza di Legra, che infine lo sconfisse per KO al 9° round.
Rientrato in Italia, Girgenti riconquistò il titolo italiano battendo Augusto Civardi per abbandono al nono tempo. Di seguito, il 20 febbraio del 1972, respinse a Palermo l’assalto di Renato Galli, superato anch’egli ai punti. Poi, il 12 maggio a Torino, lasciò il titolo nelle mani del napoletano Elio Cotena, astro nascente della categoria. Il 29 novembre 1972 nuovo incontro fra i due, ma ancora una volta Cotena riuscì ad imbrigliare la scintillante boxe di Girgenti, alla quale però fece sempre difetto un pizzico di potenza.
Salito nella categoria superiore, agli inizi del ’73 il siciliano conquistò il titolo italiano dei superpiuma battendo nella sua Marsala Mario Redi; titolo che successivamente difese 7 volte anche contro uomini di valore come Mario Sanna e Natale Vezzoli, prima di lasciarlo nelle mani di Giuseppe Mura, che pure egli aveva sconfitto in un precedente combattimento. Nel '74 ad Oslo, Girgenti fece anche il tentativo di conquistare la corona europea dei superpiuma contro Svein Erik Paulsen. Ma dopo 15 riprese combattute diligentemente, mantenendo una leggera ma costante superiorità, i giudici assegnarono il verdetto al pugile norvegese. Fu quella l’ennesima beffa, ed anche l’inizio del declino per il marsalese. Nondimeno, nel ’76 Girgenti tentò ancora di riconquistare il titolo italiano dei superpiuma, ma la sfida combattutasi a Magliano Sabino lo vide perdente contro Salvatore Liscapade. Fu l’ultimo suo incontro su un totale di 69 combattimenti, 48 dei quali vinti. Ne aveva perduti 15, e 6 ne aveva pareggiati.

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 24 APRILE DEL 1961

Harold Johnson stende Von Clay di Priminao Michele Schiavone Risale al 24 aprile 1961 la data nella quale furono introdotte e applicate la regola riguardante il conteggio obbligatorio degli 8 secondi ...

24/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 23 APRILE DEL 1971

Bepi Ros piega Baruzzi di Priminao Michele Schiavone Il veneto Bepi Ros divenne campione italiano dei pesi massimi per la seconda volta il 23 aprile 1971 a Bologna, dove riprese la cintura dal brescia...

23/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 APRILE DEL 1946

Origo sfida Cortonesi per il titolo di Priminao Michele Schiavone Al ligure Dario Origo toccò competere per il campionato italiano dei pesi piuma il 22 aprile 1946 nella sua Genova, contro il c...

22/04/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TONY DE MARCO

Al secolo Leonardo Liotta di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tony De Marco è stato il quarto pugile, con sangue italiano nelle vene, a conquistare la corona mondiale dei pesi welter dopo...

21/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 APRILE DEL 1934

Carlo Cavagnoli pareggia con Edelweis Rodriguez di Priminao Michele Schiavone La prima difesa del titolo italiano dei pesi mosca da parte del campione Carlo Cavagnoli ebbe luogo a Parma il 21 aprile 1...

21/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 APRILE DEL 1985

Lupino, più volte campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il sardo-piemontese Maurizio Lupino partecipò al suo primo campionato professionistico il 20 aprile 1985, a Ceriale in p...

20/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 APRILE DEL 1985

Julio Cesar Chavez liquida Ruben Castillo di Priminao Michele Schiavone Il messicano Julio Cesar Chavez mise in gioco per la prima volta la sua cintura mondiale WBC dei pesi superleggeri contro Ruben ...

19/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 APRILE DEL 1969

Luigi Patruno è campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il 18 aprile 1969 a Napoli si svolse il vacante campionato italiano dei pesi medi tra il locale Mario Lamagna e Luigi Patruno, ao...

18/04/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS