There are 55.037 boxer records, at least 536.089 bouts and 10.574 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

ADDIO A PANUNZI, FU UN IDOLO PER I ROMANI

 

 

LA BOXE IN LUTTO PER OTTAVIO PANUNZI

di Alfredo Bruno

ROMA, 4 marzo 2015Ottavio Panunzi, 82 anni, da tempo soffriva di un male purtroppo incurabile. Il suo fisico perfetto, non ha retto l’impatto e la zona di Centocelle piange il suo figlio diletto. Chi ha seguito la boxe negli anni '50 e '60, difficilmente non può ricordare questo aitante mediomassimo romano, “re” dei contorni delle grandi riunioni della Capitale, conteso dai vari organizzatori dell’epoca, Rino Tommasi in primis, che faceva carte false per averlo nelle sue manifestazioni. Da dilettante è stato uno dei pugili più importanti: due volte vincitore agli Assoluti nel 1953-1955, Campione dei Mondiali Militari, e protagonista nel 1956 alle Olimpiadi di Melbourne, dove dopo aver distrutto il canadese Gerald Collins, veniva superato di misura dal romeno Gheorghe Negrea, che a sua volta perdeva la finale con l’americano Boyd. Una carriera formidabile che non poteva passare inosservata in una piazza importante come quella romana. Luigi Proietti lo prese nel suo gruppo di campioni e l’Indomita e l’Audace furono per lungo tempo le sue palestra. Ottavio aveva un fisico scultoreo ed una potenza micidiale, capace di capovolgere qualsiasi situazione, solo che da professionista non mantenne le aspettative. Era pur sempre un idolo per i romani, quando usciva dagli spogliatoi con il suo bel accappatoio il pubblico lo osannava. I suoi primi match li disputò a Bologna, ma il primo campanello d’allarme lo subì ad opera del tedesco Gunther Huber. La sua mascella non era a prova di bomba, ma i suoi pugni sì e se ne accorse Huber nella rivincita quando fu schiantato in 4 round. Sante Amonti, un altro beniamino, sudò le proverbiali sette camicie al Palazzetto. Diciamo che la conduzione su di lui non fu delle migliori. Non era facile trovargli un avversario, tutti lo schivavano. Una sua serie di successi fu interrotta da Domenico Baccheschi, pugile solido e buon tecnico. Dopo un po’ fu sconfitto da Plinio Scarabellin e da Artenio Calzavara, senza dimenticare che quest’ultimo era stato campione d’Europa, mentre il primo era un massimo e non un mediomassimo. Il 1960 sembra l’inizio della sua riscossa, gli avversari cadono come birilli e supera Baccheschi in un accesa rivincita. Il 1961 sembra scorrere sulla falsariga del precedente: anche un pugile esperto e formidabile incassatore come l’anziate Nando Spallotta conosce contro di lui la prima umiliazione prima del limite. Solo il quotato Germinal Ballarin lo ferma per ko dopo un match con capovolgimenti di fronte con il pubblico con il fiato sospeso, mentre Ottavio supera ai punti gente di caratura internazionale come il tongano Halafihi e il campione belga Eli Elandon. Il romano non rifiuta nessun avversario, ma il brasiliano Renato Moraes, uno dei “cobra” importati da Tagliatti lo giustizia al settimo round dopo un match durissimo. Metterlo dopo poco contro un soggetto come Freddy Mack, che aveva tenuto in scacco Amonti e Rinaldi, non fu una buona idea. Ma Moraes e Mack all’epoca non trovavano avversari. Da grande promessa il romano era diventato il collaudatore ideale per gente come Del Papa, futuro campione d’Europa, e Guerrino Scattolin, un veneto intagliato nella roccia. Fu Renato Moraes a mettere fine alla sua carriera. Una fine non decretata dal ko subito, ma dalla consapevolezza che da lui si voleva l’impossibile.
 
Alfredo Bruno

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 APRILE DEL 1985

Julio Cesar Chavez liquida Ruben Castillo di Priminao Michele Schiavone Il messicano Julio Cesar Chavez mise in gioco per la prima volta la sua cintura mondiale WBC dei pesi superleggeri contro Ruben ...

19/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 APRILE DEL 1969

Luigi Patruno è campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il 18 aprile 1969 a Napoli si svolse il vacante campionato italiano dei pesi medi tra il locale Mario Lamagna e Luigi Patruno, ao...

18/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 APRILE DEL 1969

Italo Biscotti a un passo dal titolo italiano di Priminao Michele Schiavone Il piemontese di origine pugliese Italo Biscotti dovette superare la prova di una eliminatoria per giungere al traguardo tri...

17/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 APRILE DEL 1927

Victorio Campolo sgomina Erminio Spalla di Priminao Michele Schiavone La sfida tra i pesi massimi Victorio Campolo, argentino nato in italiana, e il piemontese Erminio Spalla, combattuta...

16/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 APRILE DEL 1959

Sonny Liston, il grande orso di Priminao Michele Schiavone Il peso massimo americano Sonny Liston, conosciuto con l’appellativo "The Big Bear" si esibì per la quarta volta a Mia...

15/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 APRILE DEL 1973

Nervino all'ultimo incontro di Priminao Michele Schiavone Il mancino bresciano Giuliano Nervino concluse la carrieara professionistica nella sua città il 14 aprile 1973, quando mise in palio il...

14/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 APRILE DEL 1950

Cardinale pareggia con Falcinelli di Priminao Michele Schiavone Il pugliese Tino Cardinale viveva stabilmente in Francia da alcuni anni quando gli proposero di partecipare al campionato italiano dei p...

13/04/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 APRILE DEL 1985

La Vite al secondo tentativo italiano di Priminao Michele Schiavone Il siciliano di nascita Giuseppe La Vite, ligure di adozione, ricevette la seconda occasione di competere per un campionato nazional...

12/04/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS