There are 56.655 boxer records, at least 538.578 bouts and 10.964 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

MICHAEL AZZARÀ, VOLTO NUOVO PER IL PROFESSIONISMO

 

 

Conosciamo Michael Azzarà pronto per l'esordio al Memorial Marcello Calabrese

di Stefano Buttafuoco

Su di lui il manager Marcello Paciucci ha voluto puntare in modo deciso per la sua ostinata volontà di passare professionista e per quel suo modo di combattere, generoso e spettacolare, riconosciutogli da tutti gli addetti ai lavori che lo hanno seguito nei suoi otto anni di carriera dilettantistica. Parliamo di Michael Azzarà (nella foto di Riccardo Cici), supermedio romano di ventitrè anni, pronto ad esordire tra i professionisti il prossimo 22 Ottobre nell’ambito del I Memorial Marcello Calabrese (Via Vertumno, 5).

Allora Michael, pronto per questo tuo debutto?

“Non vedo l’ora, è il raggiungimento di un traguardo che mi ero prefissato da quando avevo sedici anni e misi il mio primo piede in una palestra di pugilato. Ancora ricordo l’emozione di quella giornata, mi sembra passato così poco tempo”

Di quale palestra si trattava?

“Era la Talenti Boxe, la palestra dove tutt’ora mi continuo ad allenare e che non lascerò mai. E’ qua che ho trovato tutto quello che mi mancava: lo stimolo a crescere sia fisicamente che mentalmente, il piacere di mettermi in discussione, di confrontarmi, di lottare. E’ la magia della boxe, lo sport più bello del mondo”

Da dilettante come è andata?

“Ho fatto cinquantasei incontri vincendone una quarantina. L’anno scorso sono arrivato alle semifinali dei regionali, ma francamente non ho mai dato tanta importanza ai risultati . Non ho mai fatto calcoli, non ho mai evitato un match anche se difficile e con gente più esperta di me. Per me è stato importante avere un riscontro del lavoro fatto in palestra ed accumulare esperienza per farmi trovare pronto nel difficile passaggio al professionismo”

Sei nato a Roma, in un quartiere “difficile” come San Basilio. Cosa ti ha dato e cosa ti ha levato crescere in un ambiente così particolare ?

“Mi ha dato la determinazione di puntare in alto senza l’aiuto di nessuno. La strada ti da velocemente la consapevolezza di dover fare tutto da solo. Mi ha tolto forse un pò di spensieratezza. Sono cresciuto con mia madre e mia nonna e dopo il diploma ho dovuto subito mettermi a lavorare per contribuire alle spese familiari, anche se mia madre voleva generosamente farmi frequentare l’università”

Che rapporto hai con il tuo allenatore?


“Direi particolare. In Roberto Ferri ho trovato la figura paterna che non ho mai avuto. Mio padre ha abbandonato mia madre appena sono nato e l’ho visto pochissime volte. Devo dire che non mi è mai mancato lui come persona, ma come ruolo si. Una figura maschile vicino è importante, ti rassicura, ti da forza e io sono stato fortunato a trovarla nel mio coach anche se in ritardo”

Obiettivi sul ring?

“Ho fatto spesso i guanti con atleti professionisti. Ho la consapevolezza di avere i mezzi per fare bene anche se chiaramente devo fare esperienza. Per questo motivo ho chiesto al mio manager Marcelo Paciucci – che voglio ringraziare per la fiducia accordatami – di farmi combattere con continuità, anche con avversari di buon livello”
E sembra averti accontentato se è vero che il tuo primo incontro sarà contro un pugile con alle spalle quattro vittorie di cui tre per ko

“E’ vero. Si tratta di Bojan Radovic, un pugile che ha già affrontato Diego Di Luisa e Baptiste Castegnero, il francese che ha battuto Ranaldi. E’ un elemento pericoloso che vince i suoi incontri quasi sempre per Ko e che quando perde lo fa ai punti. Ma va bene così, io non mi tiro indietro. Salirò sul ring con grande umiltà e determinazione, sapendo di stare solo all’inizio di un lungo percorso che spero possa portarmi a qualcosa di importante”

Fonte: Alfredo Bruno

 

 

 

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 FEBBRAIO DEL 1958

Giancarlo Garbelli batte Stefano Bellotti di Alfredo Bruno Il 19 febbraio 1958 per Giancarlo Garbelli, ormai da un anno sul trono nazionale dei welter, si prospettava al Palazzetto romano di viale Tiziano, un avver...

19/02/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 FEBBRAIO DEL 1971

Marco Scano batte Gianni Zampieri di Alfredo Bruno Il 17 febbraio 1971 a Porto Santo Stefano è in palio il titolo italiano dei welter. Il campione è Gianni Zampieri, romano di Centocelle, un sosia sia...

17/02/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 FEBBRAIO DEL 1971

A Londra uno "stoico" Franco Zurlo battuto da Alan Rudkin di Alfredo Bruno Il 16 febbraio 1971 non fu certo un giorno propizio per il brindisino Franco Zurlo. Alla Royal Hall di Londra il nostro pugile la...

16/02/2020

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA: MANCINI

RAY "BOOM BOOM" MANCINI di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Soprannominato "Boom Boom" per le sue caratteristiche di combattente indomito Ray Mancini poteva contare su un seguito i...

16/02/2020

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA

Prima e dopo Carnera e D'Agata di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Quando la sera del Giugno 1956 a Roma, sul ring montato nel rettangolo di gioco dello Stadio Olimpico, Mario D’Agata conquistò c...

15/02/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 FEBBRAIO DEL 1989

Esordio tra i pro di Giovanni Parisi di Alfredo Bruno Il 15 febbraio 1989 a Vibo Valentia faceva il suo esordio tra i professionisti Giovanni "Flash" Parisi. Un esordio atteso con ansia dagli appassionati...

15/02/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 FEBBRAIO DEL 1964

Pari tra Tommaso Galli e Renè Libeer di Alfredo Bruno Il 13 febbraio 1964 al PalaEur di Roma nella riunione che vedeva come match clou Angel Robinson Garcia contro Francesco Caruso le attenzioni del pubblico...

13/02/2020

UN GIORNO COME OGGI, IL 10 FEBBRAIO DEL 1963

In Belgio pari tra Mario Sitri e Pierre Cossemyns di Alfredo Bruno Il 10 febbraio 1963 Mario Sitri andò a Bruxelles roccaforte di un’icona della boxe belga come Pierre Cossemyns, che fu per lungo tempo...

10/02/2020

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS