There are 54.964 boxer records, at least 535.516 bouts and 10.268 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

LA SECONDA SFIDA TRA BUNDU E PETRUCCI

 

Nuova sfida tra Bundu e Petrucci

Per conoscere meglio la storia di Leonard Bundu consiglio il libro “In tensione. La storia di Leonadr Bundu”, scritto dalla giovane giornalista e scrittrice “fiorentina di adozione” Michela Lanza: “La storia del pugile dal doppio passaporto. Leonard Bundu, madre fiorentina e padre sierraleonese, è nato in Sierra Leone dove ha vissuto i suoi primi sedici anni di vita insieme alla sua famiglia e alla sua banda di amici. La natura del suo Paese ha fatto da cornice a scorribande giovanili dove spiccano l'Aqua Club, un luogo di ritrovo incantato immerso nel verde simbolo del relax e del divertimento, e una Panda bianca. Dopo la scomparsa del padre e anni difficili in cui ha toccato con mano la realtà della guerra civile, è tornato nella città natìa della madre. È nel capoluogo toscano che ha iniziato la nobile arte. Una palestra da frequentare alla ricerca di nuove amicizie e un destino segnato, quello dello sportivo, del pugile, del campione. Inizialmente restio a salire sul ring, Bundu ha seguito l'istinto del suo maestro che ha creduto in lui, non sbagliando. Il dilettantismo, la nazionale col c.t. Patrizio Oliva e poi il professionismo. È una strada lunga e faticosa quella percorsa da Leonard per diventare il campione dell'Unione Europea dei pesi Welter. Una strada percorsa con gioia, tensione, forza e umiltà. La stessa che lo rende una persona semplice, sensibile, oltre ad un padre affettuoso verso i suoi due figli. Poi il rapporto con la sua Firenze, con i Verdi del Calcio Storico Fiorentino, con la quotidianità familiare. Pugile, padre, compagno, cuoco, ma soprattutto sportivo con un obiettivo: salire sul tetto massimo dell'Europa”. (Romano Editore).




Alla mia domanda se è tutto a posto in vista di questo grande match “Leo” Bundu mi ha risposto:     “Si, sono pronto, mi sono preparato al meglio. L'avversario è molto, molto forte, entrambi imbattuti, sarà un grande match”.
D: By-passando questo incontro, il tuo futuro ?
R: “Questo incontro è il bivio più importante per la mia carriera pugilistica. In caso di vittoria valuterò nuove proposte, in caso di sconfitta c'è da valutare anche l'ipotesi di lasciare la boxe. Vediamo. Di sicuro offrirò, offriremo un grande spettacolo il prossimo 4 novembre”.

Daniele Petrucci romano di San Basilio dove è nato il 14 novembre 1980 (31 anni). Imbattuto da professionista pure lui: 30 incontri, 28 vittorie (di cui 10 per Ko) e due pareggi. Carriera professionistica iniziata il 20 luglio 2004 a Roma con una vittoria ai punti su sei riprese contro Ferenc Olah (Ungheria, classe 1983). Curiosi i numeri delle classifiche, Daniele Petrucci precede sempre Bundu di una posizione in graduatoria: 1° in Italia, 8° in Europa dove il dominio dell'inglese Kell Brook è imponente e 24° nel Mondo, graduatoria dominata dallo statunitense Floyd Mayweather Jr e dal filippino Manny Pacquiao. Una manciata di punti li dividono.




Combattimento quindi alla pari, tra due pugili che si conoscono da sempre: e molto bene in quando Daniele Petrucci è stato anche “sparring partner” di Leonard Bundu, ovvero, in passato con la maglia azzurra da dilettanti, si sono allenati insieme sul ring in vista degli impegni con la nazionale. Per Petrucci, Bundu è stato un esempio da imitare sul ring. Stessa altezza (m. 1.69), Leo Bundu più veloce di Daniele Petrucci, alias “Bucetto”. Ma forse il pugno di “Bucetto” è più pesante di quello di “Leo” (una mia personale considerazione avendoli visti più volte combattere). Anche se “Leo” in quanto a forza, mista a notevole rapidità, non scherza. Due atleti nell'insieme simili che fanno dello stile e della tecnica le loro armi vincenti e che arrivano a questo appuntamento all'apice della loro carriera sportiva, come dicevamo entrambi imbattuti. Un match che darà lustro all'intero movimento pugilistico italiano e non solo.


Posso passare come “cronista di parte” (con Leonard Bundu siamo entrambi fiorentini ed altre affinità ed interessi), ma io ho visto combattere “Leo” tantissime volte e devo sottolineare che il 13 marzo 2009 a Firenze ero a bordo ring nell'incontro vinto contro Frank Haroche Horta, valido per l'European Union Welterweight Title, come del resto il 19 marzo 2010 sempre a Firenze nell'incontro vinto con Carlos Adan Jerez per il WBA Inter-Continental Welterweight Title sempre a bordo ring e devo dire che lo stile e le capacità di “Leo” appassionano: ho visto due delle più belle pagine sportive in ambito boxe.


Ammiro incondizionatamente Daniele Petrucci. Ne apprezzo il suo stile. L'ho visto combattere (forse in uno dei suoi migliori combattimenti in carriera), l'8 marzo 2008 a Roma al “Tendastrisce” quando dopo trenta secondi dall'inizio della terza ripresa ha “spento la luce” a  Craig Watson da Manchester, detto "The Hammer", il martello. Fino a quel momento, l'inglese, era imbattuto. Incontro valido per l'European Union Welterweight Title, vacante.


Vinca il migliore, entrambi rappresentano la parte migliore dello sport italiano.

    Il prestigio della serata sarà completato da un sottoclou di primissimo livello che vedrà tra i protagonisti: l’altro allievo del maestro Alessandro Boncinelli all’Accademia Pugilistica Fiorentina, il fiorentino Rodrigo Bracco, campione italiano in carica dei pesi gallo, che affronterà Gianpietro Marceddu, già campione mondiale di thai boxe; l'imbattuto emergente peso superwelter aretino Orlando Fiordigiglio; e il talentuoso peso medio bolognese Simone Rotolo, già sfidante al titolo europeo e prossimo a dare di nuovo l'assalto alla corona continentale della sua categoria.



di  Ezio Alessio Gensini

Fonte: www.dazebaonews.it/sport/boxe/item/6300-boxe-nuova-sfida-tra-leonard-bundu-e-daniele-petrucci
 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 SETTEMBRE DEL 1935

Magnolfi vincitore di Negri di Priminao Michele Schiavone Il fiorentino Alfredo Magnolfi divenne campione italiano dei pesi gallo la seconda volta il 22 settembre 1935, nella sua città, quando ...

22/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 SETTEMBRE DEL 1962

Fabio Bettini, romano campione di Francia di Priminao Michele Schiavone Il pugile Fabio Bettini godette di due cittadinanze, prima quella italiana per la sua nascita a Roma, poi la francese per scelta...

21/09/2017

'TORO SCATENATO' HA PERSO L'ULTIMA BATTAGLIA

LaMOTTA MORTO A 96 ANNI DOPO BREVE MALATTIA di Primiano Michele Schiavone Mercoledì 20 settembre 2017 – Dagli Stati Uniti è rimbalzata la notizia della morte dell’ex ca...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 SETTEMBRE DEL 1942

Roberto Proietti, tre volte europeo di Priminao Michele Schiavone In un passato alquanto lontano capitò più volte che due italiani si affrontarono per la disputa di due campionati, cosa ...

20/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 SETTEMBRE DEL 1970

Zampieri su Proietti per ferita di Priminao Michele Schiavone Sono molti i casi in cui un pugile si afferma su un altro con il medesimo risultato prima del limite, nella stessa ripresa. Uno di questi ...

19/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 SETTEMBRE DEL 1951

Luigi Valentini batte Michele Palermo di Priminao Michele Schiavone L’undicesimo campione italiano dei pesi welter fu il romano Luigi Valentini che il 18 settembre 1951, nella capitale, spodest&...

18/09/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TONY MARINO

Al secolo Antonio Marino di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Antonio Marino è l’unico tra tutti gli italo-americani elencati in questa rassegna di cui non abbiamo potuto trovare altri ind...

17/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 SETTEMBRE DEL 1975

Fanali, tre volte campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il livornese Romano Fanali conquistò il titolo italiano dei pesi superleggeri per la terza volta il 17 settembre 1975 a Livorno...

17/09/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS