There are 55.017 boxer records, at least 535.932 bouts and 10.439 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

L’IMPRESA BLANDAMURA

 

 

Nessun italiano aveva mai vinto in trasferta

L’UE nata nel 2002, ha visto 29 italiani cingere la cintura

di Giuliano Orlando

L’impresa di Emanuele Blandamura sul ring di Stoccarda non ha precedenti nella storia italiana relativa alle cinture dell’Unione Europea, emanazione dell’EBU. Nata nel 2002, come riconoscimento a quei pugili in ascesa, ma ancora lontani dai migliori in Europa, negli 11 anni di vita ha allestito 1383 incontri, che suddivisi nelle 14 categorie interessate fanno una media di 125 incontri all’anno. Di per se un buon movimento. Il rapporto tra le categorie, vede i welter come i più attivi con 22 incontri alla media di due all’anno, appena sotto i cruiser, i medi e i superleggeri con 18 match, a quota 14 mediomassimi e leggeri, a 13 i superwelter, a 12 massimi, superpiuma, piuma, gallo e mosca, 10 nei supergallo, supermedi fanalino, fermo a 8, con lunghe pause. Inattivo dal 2003 al 2006, si è mosso solo grazie alla Danimarca, che ha ospitato cinque degli otto incontri allestiti. Gli altri: due in Italia e uno in Germania. Per la cronaca, l’ultimo campione è stato l’italo senegalese, Ali Ndiaye nel 2011, quando a Pontedera battè Andrea Di Luisa ko al 12 round, dopo una battaglia dagli esiti alterni.
 
Emanuele Blandamura colpisce Marcos Nades con il sinistro
 
Gli italiani sono nettamente in testa per numero di pugili che hanno detenuto il titolo. Ad oggi risultano 29, l’ultimo appunto il medio Emy Blandamura, primo italiano capace di conquistare all’estero la cintura, dopo ben 18 tentativi, dei quali 16 perduti e un solo pari, ottenuto da Stefano Zoff nel dicembre 2006 a Slagese in Danimarca contro il locale Martin Kristiansen, titolo vacante. Il cammino ascensionale di Blandamura inizia nel dicembre 2006 al Palalido di Milano, agli assoluti dilettanti. Udinese di nascita (1979), arriva a Roma giovanissimo, cresce sotto le cure amorose dei nonni e le coccole delle zie. Entra in palestra piuttosto tardi ben oltre i vent’anni. Apprende l’arte della boxe sotto la guida del maestro Antonio Zanfrillo che dirige il gym “Sporting S4”. Vince i campionati laziali e si presenta ai tricolori con la maglietta dove campeggia l’immagine di un guerriero indiano, meglio di un indiano Sioux. Non solo, dedica ogni vittoria alla fidanzata alla quale scrive poesie. Viene preso in simpatia. Solo il talento e l’esperienza di Ciro Di Corcia, bronzo mondiale, nell’occasione al sesto centro nazionale, gli sbarrano l’accesso al titolo. Definito il vice campione più applaudito dal pubblico. L’anno dopo passa professionista, sotto la OPI2000 e la guida tecnica di Eugenio Agnuzzi. Prima di conquistare in Germania la cintura dell’Unione Europea, cinge quelle del Mediterraneo e l’Internazionale Silver WBC, lungo una carriera immune da sconfitte, con una striscia di 21 successi. Il giorno prima ci aveva inutilmente provato il campano Samuele Esposito nei superleggeri a Madrid contro il longilineo Ruben Nieto. Una sconfitta onorevole che andava ad aggiungersi alle 15 precedenti, nei tentativi italiani all’estero per l’UE. Blandamura ha interrotto un tabù che sembrava invalicabile. Vittoria nettissima, che purtroppo solo due giudici hanno confermato, mentre l’inglese Davies segnava un incredibile 115-113 per Marcos Nader, 23 anni, lo spagnolo delle Baleari, nazionalizzato austriaco, cresciuto sui ring tedeschi, negando l’evidenza dei fatti. Nella casistica, altri due italiani, Michele Di Rocco (2007) e Giuseppe Lauri (2009), entrambi ad Helsinky in Finlandia, hanno espugnato il ring straniero, ma si trattava di difese e non di conquiste.
L’italiano più attivo tra conquiste e difese risulta il varesino Antonio Lauri nei welter, impegnato ben sette volte, record assoluto dell’UE, seguito dal supermedio danese nato nel Congo, Lolenga Mock, con sei presenze, una delle quali in Italia, nel 2010, quando sconfisse un Di Giacomo sottotono. 
Tra i più longevi nelle difese, troviamo il nostro Urbano che nei piuma ha fatto poker, mentre il massimo Pianeta, il tedesco May e l’inglese Sprott si sono fermati a tre, come Mock. Un primato anche per lo spagnolo Pozo, che ricordiamo avversario di Sarritzu per l’europeo mosca, ha combattuto per la cintura a distanza di undici anni. La prima volta nel 2002, vincendo nei gallo, nel 2013 tra i mosca, finendo ko al primo round contro il connazionale Urpi. Anche il ceco Konecny nei superwelter, grande guerriero, come dimostrò contro un superlativo Piccirillo nel 2006 per l’europeo, ha conquistato due volte la cintura dell’Unione, la prima volta nel 2003 e la seconda nel 2009, battendo due francesi: Daari e Colas.
Nella classifica dei campioni divisi per nazioni, dietro all’Italia in vetta con 29 pugili, si pongono Francia (22), Spagna (20), Germania (9), Belgio e Gran Bretagna (6), Finlandia (5), Polonia, Rep. Ceca, Romania e Danimarca (2) con un campione: Lettonia, Slovacchia, Irlanda, Austria e Svezia. In totale 16 nazioni. Hanno tentato senza successo la Svezia, l’Olanda, il Portogallo e l’Ungheria.
Tra i campioni dell’UE figurano il polacco Wlodarczyk, il tedesco Huck, il nostro Fragomeni, lo spagnolo Castillejo, l’inglese Witter, il francese Nbaye e il tedesco kazako Tajbert giunti al titolo mondiale. Oltre ai numerosi titolati che hanno conquistato l’europeo maggiore, tra cui nostri Aurino, Bundu, Di Rocco, Zoff e Boschiero.
 
Giuliano Orlando

 

 

 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 GENNAIO DEL 1965

Morocho Hernandez campione mondiale di Priminao Michele Schiavone Il primo venezuelano campione mondiale di boxe fu Carlos Hernandez che il 18 gennaio 1965 tolse la corona dei pesi welter jr allo stat...

18/01/2018

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TIPPY LARKIN

Al secolo Antonio Pilleteri di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Tippy Larkin, nato con il nome di Antonio Pilleteri, è stato considerato uno dei più abili pugili italo-americani, quasi all...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 GENNAIO DEL 1981

Marvelous Marvin Hagler, prima difesa mondiale di Priminao Michele Schiavone La prima messa in gioco del titolo mondiale ‘undisputed’ dei pesi medi da parte dello statunitense Marvin Hagle...

17/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 GENNAIO DEL 1969

Roy Jones Jr emette il primo vagito di Priminao Michele Schiavone Nella città statunitense di Pensacola, Florida, il 16 gennaio 1969 vide la luce Roy Jones Jr, futuro campione di pugilato, iscr...

16/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 GENNAIO DEL 1954

Antonini debutta a Ginevra di Priminao Michele Schiavone Il pugile umbro Franco Antonini compì la prima trasferta estera il 15 gennaio 1954, affrontando a Ginevra, Svizzera, il francese Simon P...

15/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 GENNAIO DEL 1961

Paul Pender piega Terry Downes di Priminao Michele Schiavone Come campione mondiale dei pesi medi l’americano di origine irlandese Paul Pender si trovò ad affrontare il 14 gennaio 1961 a ...

14/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 GENNAIO DEL 1950

Ivano Fontana si affaccia al professionismo di Priminao Michele Schiavone Il 13 gennaio 1950 segnò l'avvio della carriera a torso nudo di Ivano Fontana, teramano di Mutignano trasferitosi a Luc...

13/01/2018

UN GIORNO COME OGGI, IL 12 GENNAIO DEL 1955

Gavino Furesi sfidante al campionato italiano di Priminao Michele Schiavone Un altro pugile sardo che lottò strenuamente prima di avere l’occasionee di competere per un titolo nazionale p...

12/01/2018

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS