There are 54.971 boxer records, at least 535.570 bouts and 10.311 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

JUAN MANUEL MARQUEZ INVOCA PACQUIAO
JUAN MANUEL MARQUEZ INVOCA PACQUIAO
 
 
Il messicano Juan Manuel Marquez ha un solo nome in mente, Manny Pacquiao. Non vuole pensare agli altri campioni che albergano nell’iride tra i pesi leggeri ed i superleggeri, ma vuole affrontare ad ogni costo il filippino con il quale ha scambiato pugni per 24 riprese, e gli ha lasciato la certezza di non essergli inferiore. La prima volta pareggiarono nel 2004 al limite dei pesi piuma. Quattro anni dopo Marquez rimase sconfitto con decisione divisa nella divisione dei superpiuma. Da allora si è liberato di Joel Casamayor in undici riprese ed ha acquisito le vacanti cinture WBA e WBO abbattendo Juan Diaz in nove tempi. Poi ha ceduto con onore al welter Floyd Mayweather Jr, concedendogli due chili al peso che sono diventati molto di più la sera del confronto.
Il 31 luglio, nel Mandalay Bay Resort & Casino di Las Vegas, il 36enne “Dinamita” Marquez ha concesso la rivincita al 26enne Juan Diaz, texano di Houston, giunto all’appuntamento della <<riscossa>> dopo aver scambiato pugni con Paul Malignaggi al limite dei superleggeri, col quale ha vinto prima e perduto dopo, sempre ai punti sulla distanza delle dodici riprese.
Questa volta la battaglia tra Marquez, messicano stabilitosi in California dal 1995, e Diaz, diretta dall’arbitro Vic Drakulich, è durata per tutte le dodici riprese programmate. La superiorità di Marquez è stata decisa dai tre giudici con unanime consenso come riportano i cartellini: 118-110 di Glenn Trowbridge, 117-111 di Patricia Morse Jarman e 116-112 di Jerry Roth.
Marquez vanta ora il record di 51 vittorie (37 prima del limite), 5 sconfitte ed 1 pareggio. “Baby Bull” Diaz ha sommato l’insuccesso numero 4 a fronte di 35 trionfi (17 anzitempo).
 
 
Dmitry Pirog è il nuovo campione WBO dei pesi medi. Il 30enne russo ha cinto la fascia iridata della sigla portoricana dopo aver annichilito il favorito Daniel Jacobs, 23enne di Brooklyn, New York, soprannominato “The Golden Child” e pronosticato come il nuovo Sugar Ray Leonard. Il pronostico della vigilia si stava avverando, anche se Jacobs non stava facendo le cose per bene come era solito fare, perché alla fine della quarta ripresa era in vantaggio secondo l’esame dei tre giudici che avevano sommato 39-37 rispettivamente. L’americano stava conducendo il confronto ma non pungeva a fondo l’europeo, non penetrava duramente la sua guardia. Un episodio occorso nel secondo round ha lanciato un allarme per Jacobs ma forse è stato trascurato dal suo clan. Un lungo destro seguito da un fragoroso sinistro del russo ha fatto rimbalzare l’americano che è rimasto accovacciato sulla corda più bassa. L’arbitro Robert Byrd non ha osservato alcuna anomalia sul comportamento di Jacobs ed il match ha ripreso la sua corsa tra l’assordante tifoseria locale. Le altre due riprese sono scivolate sotto il veloce movimento dei due pugili con Jacobs più appariscente dell’avversario. Poi nella quinta ripresa è arrivato un potentissimo destro di Pirog che il suo avversario non ha visto scagliare. Jacobs è stato scaraventato sulle corde prima di cadere sulla stuoia in posizione supina ed essere contato out dall’arbitro a 0:57.
Entrambi erano imbattuti prima di affrontarsi sul ring di Las Vegas. Ora Pirog segue la sua marcia da invitto con 17 trionfi (14 prima del limite), mentre Jacobs deve motivare la sua prima sconfitta dopo 20 successi (17 anzitempo).
 
 
La semifinale IBF dei pesi supermedi è stata vinta in modo rocambolesco dal francese Jean Paul Mendy per squalifica di Sakio Bika, australiano di origine camerunense. Il 36enne Mendy era caduto per effetto di un gancio sinistro. Mentre l’europeo aveva già toccaso la stuoia con un ginocchio ha ricevuto un destro alla testa che lo ha fatto stendere in avanti sul tavolato. L’arbitro Joe Cortez ha prima contato Mendy e poi squalificato Bika per aver portato il colpo irregolare. Erano trascorsi appena 1:18 dall’inizio del macth. Il mancino mancino Mendy, 29-0-1 (16), malgrado la modalità del successo, spera di avere la chance con il campione Lucian Bute. Il 31enne Bika, 28-4-2 (19), rotto alle sfide mondiali per aver affrontato tra gli altri Markus Beyer (pari tecnico per il titolo WBC), Joe Calzaghe (sconfitta i punti per WBO ed IBF), Lucian Bute (sconfitta ai punti per la semifinale IBF) e Peter Manfredo Jr (vittoria in tre riprese per il vacante IBO), spera in una rivincita.
 
 
Il ritorno al ring di Robert Guerrero è stato brindato con una chiara vittoria ai punti sul cubano Joel Casamayor. Il 27enne “Ghost” Guerrero, 27-1-1-1 NC (18), ha dominato le dieci riprese, come recitano i tre cartellini con due 98-89 ed un 97-90, ma ha rischiato nell’ultima frazione quando è caduto per la prima volta nella sua carriera. Nella seconda era stato il 39enne “Cepillo” Casamayor, 37-5-1 (22), a toccare il tappeto.

 

 

Il 25enne venezuelano Jorge Linares, dopo la disfatta in una ripresa con il messicano Juan Carlos Salgado, ha inanellato il secondo successo consecutivo imponendosi al 30enne Rocky Juarez per decisione ai punti in dieci tempi. Il verdetto è stato unanime con due 99-90 ed un 97-92. Linares, 29-1-0 (18), ha portato a casa la vacante cintura WBA Fedelatin dei pesi leggeri. Il valente Juarez, 28-7-1 (20), ha ceduto il passo solo ai più grandi, dai pesi piuma ai leggeri.

 

 

Altri risultati: Massimi, Seth Mitchell V TKO 2 Derek Bryant;
Supermedi, George Groves V TKO 6 Alfredo Contreras;
Superleggeri, Frankie Gomez V KO 1 Ronnie Peterson.
 
 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 OTTOBRE DEL 1984

Mike McCallum, tre corone iridate di Priminao Michele Schiavone Dagli anni ’80 del secolo passato si è assistito alla crescita del numero di pugili che hanno voluto superare i primati di ...

19/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE DEL 1968

Vittorio Saraudi sconfigge Giovanni Biancardi di Priminao Michele Schiavone Il terzo campione italiano di Civitavecchia fu Vittorio Saraudi, figlio di Carlo, precursore del pugilato nella città...

18/10/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE BELLOISE

Al secolo Michele Belloise di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La famiglia Belloise ebbe dieci figli, quattro femmine e sei maschi. Di questi tre divennero pugili: Mike, Steve e Sal. Gli ultimi ...

18/10/2017

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 OTTOBRE DEL 1964

La rivincita di Serti su Mastellaro di Priminao Michele Schiavone Uno dei pochi pugili che conquistarono il titolo italiano per la prima volta, al secondo tentativo, dopo aver perduto la cintura europ...

16/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 OTTOBRE DEL 1969

Carmelo Coscia, un campione di lungo corso di Priminao Michele Schiavone Uno di quei pugili che si spesero a lungo prima di arrivare all’appuntamento con il campionato italiano professionistico ...

15/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 OTTOBRE DEL 1983

A Milano, un programma, tre titoli di Priminao Michele Schiavone Quando il capoluogo lombardo poteva essere definito un baluardo dell’organizzazione pugilistica italiana, il promoter milanese Eg...

14/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS