There are 54.964 boxer records, at least 535.496 bouts and 10.262 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

SENCHENKO SI CONFERMA, YEFIMOVICH CEDE

 
Il 30 agosto nella piazza Lenin di Donetsk, in Ucraina, l’organizzazione locale Union Boxing Promotion capitanata dal promoter Yuriy Ruban, coadiuvata dal manager Dmytry Eliseev in funzione di matchmaker, ha proposto una lunga serata di boxe professionistica, imperniata sul campionato mondiale dei pesi welter della WBA e numerosi titoli continentali.
 
 
Il 32enne locale Vyacheslav Senchenko, titolare WBA delle 147 libbre, ha messo in palio per la seconda volta la cintura iridata conquistata nell’aprile 2009, nella stessa città, sul connazionale Yuriy Nuzhnenko, concedendo la chance al 30enne venezuelano Charlie Jose Navarro.
Il match si è avviato senza clamori con i due contendenti tesi a studiarsi per attuare le mosse propizie nel corso delle riprese successive.
Nel terzo round si è visto l’ucraino più attivo. Senchenko ha preso più confidenza con il pugilato del sudamericano ed ha piazzato una combinazione con montante e gancio destro che hanno costretto Navarro ad una dura resistenza.
Mentre l’europeo si affidava al veloce gioco di gambe, il sudamericano cercava di accorciare la distanza per ottimizzare le sue qualità di irriducibile combattente.
Navarro ci riusciva nella sesta tornata quando il contatto delle sue pesanti bordate ha trovato un meno rapido Senchenko che, dal suo canto, contrapponeva la boxe di rimessa, più raffinata ma poco efficace.
Nel settimo tempo il venezuelano ha intensificato gli attacchi al corpo ed alla testa del campione che, ferito al naso, non rischiava nel combattimento aperto e continuava a proporre i poco redditizi colpi di sbarramento.
Senchenko appariva stanco mentre Navarro, galvanizzato dai risultati delle riprese precedenti, si mostrava florido e ristorato per attacchi ancora più fitti.
Questo tema tattico è continuato ancora per alcune riprese. Poi il campione, scosso dai sui collaboratori d’angolo ed incitato dalla grande tifoseria locale, ha trovato gli stimoli per prevalere sul combattivo avversario.
Solo a quel punto ha mostrato le sue migliori qualità e, alla fine delle dodici riprese dirette dall’arbitro statunitense Steve Smoger, ha portato a casa il risultato e la preziosa cintura mondiale.
Alla fine il verdetto a favore di Senchenko è stato unanime. Juan Manuel Garcia Reyes e Levi Martinez hanno totalizzato 115-113 rispettivamente, mentre John Coyle ha visto una ripresa in più per il campione con 116-113.
Senchenko, allenato dal capace trainer americano Freddie Roach, vanta ora l’imbattuto record di 31 vittorie (20 prima del limite).
Per il coraggioso Navarro il risultato gli ha procurato la quarta sconfitta contro 18 successi (13 anzitempo).
 
 
La folla che ha gremito la piazza è rimasta delusa dal risultato conseguito dall’altro concittadino Oleg Yefimovich, ingaggiato per mettere volontariamente in palio il titolo europeo dei pesi piuma con il 24enne francese Sofiane Takoucht.
Il 29enne Yefimovich, campione continentale da due anni, difendeva la sua cintura per la quinta volta. Sulla carta appariva una prestazione facile, invece, sul ring le cose sono andate diversamente.
Yefimovich, seppure seguito all’angolo dal grande allenatore Freddie Roach, non ha reso al meglio e la freschezza atletica del transalpino, unita alla guardia destra, gli hanno creato i problemi tattici che si sono tradotti in una sconfitta ai punti.
Al termine delle dodici riprese condotte dall’arbitro Terry O’Connor il verdetto a favore di Takoucht è stato diviso. Due i cartellini a favore dell’europeo occidentale con 116-112 di Mikael Hook e con 115-114 di John Keane. Uno il cartellino a vantaggio dell’europeo orientale con 117-112 di Esa Lehtosaari.
La stampa ucraica ha insinuato che il verdetto è dipeso dai troppi giudici di nazionalità ovest-europea.
Takoucht ha totalizzato la ventesima vittoria (9 anzitempo) a fronte di una sola sconfitta rimediata undici mesi prima contro il connazionale Guillaume Frenois per il campionato nazionale.
Yefimovich ha riportato il secondo insuccesso contro 18 trionfi (11 anzitempo).
Per Yefimovich, classificato dai diversi organismi mondiali, si è trattato di un brutto colpo per le aspirazioni iridate.
 
Il titolo definito “EBU External European Union” dei pesi piuma è rimasto all’altro locale Stas Merdov di 34 anni che ha respinto il 30enne Suat Laze, albanese residente a Como, in Italia. Il confronto, diretto dall’arbitro Mikael Hook, è finito con verdetto unanime in dodici riprese. Questi cartellini: 117-112 di Esa Lehtosaari, 116-112 di Terry O'Connor e 115-114 di John Keane.
Merdov vanta ora il record di 31-7-0 (23) mentre Laze riporta il record di 17-3-1-1 NC (6).
 
Per l’altro locale Vladimir Kravets, superleggero di 29 anni, è arrivato il vacante titolo International Boxing Council della categoria conteso dal 34enne Tarik Madni, nordafricano di stanza in Belgio. L’assegnazione è arrivata al termine delle dodici riprese, dirette dall’arbitro Jean-Louis Legland, con verdetto ampiamente unanime. Questi i cartellini: 120-107 di Andriy Baliasov, 120-106 di Albert Kazandzhan e 119-108 di Viktor Fesechko. Il guardia destra Kravets, imbattuto con 23 vittorie (14 prima del limite), vanta anche la cintura EBU External European Union dei pesi superleggeri. Madni ha registrato la prima sconfitta dopo 14 successi ottenuti tutti ai punti.
 
Il massimo-leggero Yago Kiladze, georgiano di casa a Donetsk, ha difeso per la seconda volta la cintura WBC Youth Intercontinental misurandosi con il guardia destra Arturs Kulikauskis,  connazionale stabilitosi in Lettonia. Kiladze ha dominato il confronto sulla distanza delle dieci riprese, condotte dall’arbitro Juergen Langos, ed ha ottenuto l’ampia unanimità. Alla fine i giudici hanno votato così: due 100-89 rispettivamente di Esa Lehtosaari e John Keane, un 97-92 di Andriy Baliasov.
Kiladze ha ottenuto il quindicesimo verdetto su altrettanti confronti (10 prima del limite) mentre Kulikauskis ha ora il record di 7-4-1 (4).
 
Il titolo EBA dei pesi supermedi è rimasto a Donetsk quando il locale campione Server Emurlayev, 18-0-0 (6), ha soffocato le velleità di Blas Miguel Martinez, 12-2-0 (4), spagnolo residente in Svizzera. L’arbitro Jean-Louis Legland ha fermato il confronto a 1:59 del decimo round.
 
Il locale Artyom Karpets, 11-0-0 (5), è stato proclamato campione nazionale dei pesi superwelter dopo che ha ottenuto l’unanime verdetto ai punti in dieci riprese contro Ihor Fanyan, 9-2-1 (6). I cartellini per il vacante titolo sono stati: 100-90, 99-90 e 99-92.
 
Per i combattimenti di contorno si sono prestati altri due ucraini, Stas Kashtanov e Andrey Kudriavtsev, entrambi sfidanti ufficiali ai titoli europei.
Il locale 26enne supermedio Stas Kashtanov, sfidante obbligatorio per il campione continentale Brian Magee, ha collaudato la sua condizione disponendo in due tempi del 27enne lettone Ruslans Pojonisevs, 11-10-1 (8). Il record di Kashtanov è rimasto intatto con 27 vittorie su altrettanti confronti (15 prima del limite.
Altrettanto ha fatto il 33enne peso leggero Andrey Kudriavtsev in vista della sfida obbligatoria al campione continentale John Murray fissata per il 25 settembre in Inghilterra. Kudriavtsev, 30-7-0 (15),  si è imposto in tre riprese a Delshot Abdullaev, 7-7-0 (3), 28enne del Tajikstan che vive in Ucraina.
 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 SETTEMBRE DEL 1970

Zampieri su Proietti per ferita di Priminao Michele Schiavone Sono molti i casi in cui un pugile si afferma su un altro con il medesimo risultato prima del limite, nella stessa ripresa. Uno di questi ...

19/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 SETTEMBRE DEL 1951

Luigi Valentini batte Michele Palermo di Priminao Michele Schiavone L’undicesimo campione italiano dei pesi welter fu il romano Luigi Valentini che il 18 settembre 1951, nella capitale, spodest&...

18/09/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, TONY MARINO

Al secolo Antonio Marino di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore Antonio Marino è l’unico tra tutti gli italo-americani elencati in questa rassegna di cui non abbiamo potuto trovare altri ind...

17/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 SETTEMBRE DEL 1975

Fanali, tre volte campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Il livornese Romano Fanali conquistò il titolo italiano dei pesi superleggeri per la terza volta il 17 settembre 1975 a Livorno...

17/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 16 SETTEMBRE DEL 1965

Bruno Santini supera Luciano Lugli di Priminao Michele Schiavone Il campione italiano dei pesi medi numero 27 fu il toscano Bruno Santini, arrivato alla conquista del titolo nel 1965, dopo l’abb...

16/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 15 SETTEMBRE DEL 1957

Garbelli vince contro Malè di Priminao Michele Schiavone La sera del 15 settembre 1957 il lombardo Giancarlo Garbelli rischiò il suo titolo italiano dei pesi welter a Viterbo contro il l...

15/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 14 SETTEMBRE DEL 1946

Fausto Rossi, Re senza corona di Priminao Michele Schiavone Il 14 settembre 1946 a Roma il locale di origine marchigiana Fausto Rossi affrontò per la settima volta il trevigiano Giovanni Martin...

14/09/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 13 SETTEMBRE DEL 1953

Duilio Loi, campione completo di Priminao Michele Schiavone La terza difesa del titolo italiano dei pesi leggeri da parte del campione Duilio Loi, avvenne il 13 settembre 1953 a Grosseto, contro il lo...

13/09/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS