There are 54.978 boxer records, at least 535.590 bouts and 10.314 news archived

Home Italy Schedule Results Ratings Amateur Records Amateur Encyclopedia Contacts Reserved Area

Notizie

EVENTI DALLA PENISOLA

   

16 dicembre 2010, Brindisi
Tutti vittoriosi i pugili professionisti impegnati nel Palazumbo della città pugliese.
Dopo i successi dei beniamini locali in maglietta, Luca Capuano, recente campione italiano mediomassimi ed il piuma Antonio Sponziello, è toccato al siciliano-sardo Alessandro Murgia,  kg 76.500, aprire le ostilità dei professionisti. Il 23enne Murgia ha saputo imporsi con maestria sul più alto Marius Dumitru, kg 74.200, azionando un implacabile diretto sinistro scagliato per trovare la misura ed aprire il varco ad incisivi colpi al tronco prontamente doppiati al capo. Il 34enne romeno ha condotto un match con la guardia alta, tesa ad evitare le veloci serie dell’avversario portate al capo. Col passare delle riprese Dumitru, 0-10-0, ha preso a muovere le braccia per alleggerire le azioni dell’italiano. Poi la stanchezza ha ridotto le azioni offensive del romeno, ferito sopra l’occhio destro, ed ha indotto l’arbitro Giuseppe Schiavone ad intervenire per toglierlo dalla posizione ostruzionistica. Al termine delle 6 riprese il verdetto a favore di Murgia, 2-0-0 (1), è stato proclamato con ampia unanimità.
Poi è salito sul quadrato il 24enne laziale Giuseppe Di Micco, kg 61.000, che ha travolto nella prima ripresa il 23enne ungherese Janos Vass, kg 60.500. L’italiano si è scagliato subito sull’avversario con poderosi colpi alla cintola che lo hanno fatto piegare in due. Superato il conteggio l’ungherese ha cercato di portarsi fuori dalla traiettoria dell’italiano ma è rimasto ancora sotto il fuoco mirato al tronco. Vass, 2-3-0 (2), è caduto nuovamente sotto altri colpi alla figura. Scandito l’otto, l’arbitro Sebastiano Sapuppo ha voluto concedere all’ungherese un’altra chance ma, dopo un’evidente sbandamento sulle corde, ha fermato l’ormai inutile match. Di Micco è sceso dal ring con l’imbattuto record di 9 vittorie (4 prima del limite).
Il terzo confronto ha visto impegnati il campione italiano dei pesi supermedi Andrea Di Luisa, kg 77.000, e l’ungherese Norbert Szekeres, kg 76.500. La sfida è durata poco ma è stata intensa ed aperta per la spocchiosa determinazione dell’italiano. Di Luisa non ha perso tempo nell’affrontare l’avversario a viso aperto. Non ha usato tatticismi per fare conoscere le sue intenzioni ed ha affidato tutto alla sua potenza. Ha inseguito l’ungherese per tutto il quadrato alla ricerca del colpo risolutore ma ha preso qualche colpo di troppo scagliato di rimessa da Szekeres, 8-5-0 (6), che non ha disdegnato la lotta. Purtroppo Di Luisa non usa il tronco per evitare o accompagnare i colpi dell’avversario ed avanza con la guardia bassa in modo frontale. Il risultato delle poderose mazzate dell’italiano non si è fatto attendere e nella seconda ripresa è arrivato il primo gancio sinistro demolitore che ha fatto cadere l’ungherese. Dopo il rituale conteggio l’affondo del campione italiano è stato più poderoso e pressante. Una nuova serie ha richiesto l’attento intervento dell’arbitro Giuseppe De Palma che ha contato e fermato Szekeres per arresto del combattimento. Di Luisa, 16° dell’Unione europea, ha salutato con l’immacolato record di 11 trionfi prima del limite su altrettanti incontri.
Dopo una breve pausa per attendere il collegamento RAI è toccato al campione locale Antonio De Vitis salire sul ring per misurarsi sulle 10 riprese con l’ungherese Zsolt Nagy, kg 59.500, nella quarta sfida programmata tra i due. De Vitis, 59.900, è apparso troppo sicuro, forse perché è stato sempre vincitore dell’ungherese, al punto di apparire vulnerabile col passare delle riprese. L’italiano, dopo un avvio favorevole dovuto a combinazioni veloci di anticipo, è passato all’uso incongruo di larghi ganci sinistri, alquanto telefonati, che hanno favorito la boxe di rimessa dell’ungherese. De Vitis ha trascurato l’uso del sinistro portato per linee interne ed ha preferito spendere vanamente più energie in cerca di un bersaglio che continuava a rimanere costantemente mobile. Il match è rimasto vivace perché Nagy, benché inferiore dall’avversario, ha cercato disperatamente la contrapposizione. L’ungherese ha ottenuto alcuni risultati nella sesta ripresa perché la baldanza del brindisino gli ha offerto l’occasione di mettere a segno colpi al viso di buona fattura. Nel settimo round un taglio sull’arcata sopracciliare destra ha indotto l’arbitro Michele Contino a chiamare il medico di servizio Emanuele Caputo per ispezionare la ferita. Dopo il controllo sono riprese le ostilità e la ferita di Nagy, 15-20-0 (7), è peggiorata sotto i colpi dell’italiano. Un secondo controllo del dr. Caputo ha consigliato lo stop. Così si è giunti alla lettura dei cartellini dei giudici Sebastiano Sapuppo, Giuseppe De Palma e Giuseppe Schiavone che, all’unanimità, hanno votato per la vittoria tecnica del locale. De Vitis, 3° superpiuma EBU, vanta ora il record di 19 successi (9 prima del limite), 1 sconfitta ed 1 pareggio.
 
Dilettanti:
 
56 kg Elite
Antonio Sponziello,
Rodio Brindisi
W PTS
Floriano Di Tullio,
Boxe San Salvo
81 kg Elite
Luca Capuano,
Rodio Brindisi
W PTS
Javier Angel Spiteller,
Boxe San Salvo
 
 
 
 
12 dicembre 2010, Ariccia
Il debutto del peso massimo-leggero Francesco Cataldo, nettunese di 29 anni nato a Torre del Greco in provincia di Napoli, è avvenuto con l’altro neo-pro ungherese Pal Bohus, kg 87, ed è finito a 2:35 dall’avvio quando l’avversario ha sofferto un montante sinistro sul naso che gli ha procurato la caduta e la copiosa emorragia.
Cataldo, kg 88, aveva chiuso l’esperienza dilettantistica dopo 58 combattimenti disputati in tredici anni che lo ha visto compilare il record di 38 vittorie, 14 sconfitte e 6 pareggi.
 
Risultati dei confronti tra dilettanti:
 
59 kg School
Giovanni Sarchioto,
ASD Filippella
W PTS
Davide Ucci,
Boxe San Salvo
60 kg Youth
Lucian Timpu,
The Champion
W PTS
Tiziano D'Amico,
Zompatore Boxe Albano
64 kg Youth
Saturno Scipioni,
Pol. R.Costantini Roma XX
W PTS
Alessandro De Rosa,
ASD Danilo Boxe
69 kg Youth
Manuel Lodico,
ASD Danilo Boxe
W PTS
Omar Khachab,
Pol. R.Costantini Roma XX
57 kg Elite
Roberto Improta,
Boxe Latina
W PTS
Aleksandr Samara,
Boxe San Salvo
64 kg Elite
Silvio Riva,
ASD Danilo Boxe
N PTS
Antony Marongiu,
Nuova Audax Cisterna
64 kg Elite
Matteo Evangelisti,
ASD Danilo Boxe
N PTS
Federico Piggianelli,
Boxe Castelli Romani
69 kg Elite
Bruno Flamini,
ASD Danilo Boxe
W PTS
Emanuele Longarini,
Acc. Pugilistica Frosinone
75 kg Elite
Michael De Iulis,
Rignano Boxing Club
N PTS
Mirko Serami,
Gymnasium Sabatia
 
 
11 dicembre 2010, Mantova
Il livornese Lenny Bottai, 15° dell’Unione europea, ha ripreso la via del successo dopo che Francesco Di Fiore gli ha imposto la prima sconfitta e lo ha privato della cintura italiana dei pesi superwelter. Il 33enne Bottai, 12-1-0 (4), ha sconfitto il 26enne polacco Adam Grabiec, 2-3-0, con verdetto ai punti in 6 tempi diretti dall’arbitro Giovanni Fiorentino.
Il welter Mauro Orlandi, 2-2-0 (2), è tornato alla vittoria dopo due sconfitte consecutive quando ha obbligato l’arbitro Giovanni Fiorentino a fermare il bulgaro Vladimir Borov, 18-65-1 (8), per arresto del combattimento nella terza ripresa.
 
 
11 dicembre 2010, Borgone Susa
Il 30enne superwelter piemontese Antonino Macanò è tornato a sorridere sul ring dopo la delusione colto nell’agosto passato con Orlando Fiordigiglio quando ha obbligato alla sconfitta il romeno Florin Oanea, 4-43-5 (2).
Macanò, 2-1-0, ha vinto per decisione sulla distanza delle 6 riprese.
 
 
10 dicembre 2010, Pagani
Il campione italiano dei pesi superleggeri Samuele Esposito, 25enne di Salerno, al suo settimo incontro ha vinto la seconda cintura della giovane carriera professionistica piegando ai punti in 10 riprese il più esperto Eusebio Osejo, coetaneo del Nicaragua.
Esposito ha vinto il vacante titolo IBF Youth delle 140 libbre ed ha portato il record a 6 vittorie (3 prima del limite) contro 1 sconfitta per ferita.
Il mancino Osejo ha ora il record di 17 trionfi (7 anzitempo), 8 insuccessi e 17 pareggi.
Vittorie prima del limite per gli altri tre italiani presenti nel programma, Emilio Desiderio, Gianluca Ceglia e Carmine Tommasone, apparsi tutti troppo tetragoni sui romeni di turno. Il 29enne superwelter salernitano Desiderio, 2-0-0 (2), si è ripetuto in tre riprese contro Alexandru Stangaciu. Il 21enne superleggero campano Ceglia, 3-0-0 (2), ha spacciato in due tempi Silviu Lupu, 0-16-0. L’altro campano, il 26enne superpiuma Tommasone, 3-0-0 (3) ha impiegato solo una ripresa per travolgere George Grigoriu, 0-4-0.
 
 
10 dicembre 2010, Santa Maria Maddalena
Nella frazione di Occhiobello, in provincia di Rovigo, la società Pugilistica Padana ha dato la stura al professionismo per Leonard Damian Bruzzese ed Alessandro Caccia. La manifestazione mista doveva vedere il debutto anche di Ahmed Ferchichi, superleggero di Bologna e di Vadim Dedov, russo domiciliato a Ferrara. Purtroppo gli altri neo prof hanno dovuto rinviare il loro esordio a torso nudo per il rifiuto da parte della FPI a concedere il nulla osta sugli abbinamenti proposti dall’organizzazione.
Il 27enne Bruzzese, massimo-leggero di Ferrara, chiusa l’esperienza in maglietta con il record di 17 vittorie, 6 sconfitte e 3 pareggi, ha mosso i primi passi da professionista con il 33enne ceco Rudolf Murko, 2-52-1 (2), imponendosi ai punti sulla distanza delle 4 riprese. Bruzzese ha messo al tappeto il suo avversario nell’ultima frazione del match, mancando di un soffio il risultato prima del limite.
L’altro ferrarese, il 22enne welter Alessandro Caccia si è sbarazzato in poche battute del 27enne ceco Milan Ruso, 0-6-0. Caccia ha liquidato il suo primo ostacolo prof a 2:39 dal primo suono di gong. L’arbitro Gian Antonio Canzian ha pronunciato il knockout tecnico dopo che il ceco è caduto in tre distinte occasioni. Caccia ha chiuso 7 anni in  canottiera con 56 combattimenti (42 vittorie, 12 sconfitte e 2 pareggi).
 
Risultati dei confronti tra dilettanti:
 
60 kg
Vincenzo Ricciardi, Padana
W PTS
Mosè Sacramati, Pug. Rodigina
60 kg
Daniele Musacchi, Padana
W PTS
Michael Aggio, Rodigina
64 kg
Marco Iuculano,
Padana
N PTS
Dario De Carlo,
Pug. Fontolan Cavarzere
69 kg
Andrej Albu,
Sempre Avanti Bologna
W PTS
Ezio Sacramati,
Pug. Rodigina
75 kg
Vincenzo Crò,
Ghirlandina Modena
W PTS
Cristian Gaglio,
Padana
Femmine
 
54 Kg
Annalisa Ovi,
Tricolore Reggio Emilia
W PTS
Laura Isaia,
Bononia Boxe Bologna
 
 
 
10 dicembre 2010, Torino
Il 28enne superpiuma Benoit Manno, guardia destra piemontese nato in Calabria, ha conosciuto la prima sconfitta nella rivincita combattuta con il Michael Isaac Carrero, 24enne del Nicargua.
Manno, 6-1-0 (2), superò il centroamericano la scorso marzo con decisione ai punti in sei riprese. Questa volta è stato fermato nel terzo round offrendo a Carrero, 10-13-2 (5), il primo successo da quando combatte in Italia.
 
 
8 dicembre 2010, Pisa
L’ex campione italiano mediomassimi Dario Cichello, 15° EBU, è tornato alla vittoria dopo le due successive sconfitte sopportate quest’anno con Dawid Kostecki ed Orial Kolaj, superando ai punti in otto riprese il 25enne bulgaro Merdjidin Iuseinov, 5-7-1 (2). Il 32enne pisano di origine calabrese ha portato il record a 19-8-2 (5).
 
 
 

Archive

UN GIORNO COME OGGI, IL 22 OTTOBRE DEL 1977

Lassandro, tre volte titolare nazionale di Priminao Michele Schiavone L’elenco dei pugili diventati campioni italiani per tre volte nella stessa categoria contempla il nome di Damiano Lassandro,...

22/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 21 OTTOBRE DEL 1934

Edelweiss Rodriguez campione d'Italia di Priminao Michele Schiavone Uno dei primi pugili riminesi che si fece conoscere a livello italiano fu Edelweiss Rodriguez, vincitore del titolo nazionale profes...

21/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 20 OTTOBRE DEL 1979

John Tate vincitore di Gerrie Coetzee di Priminao Michele Schiavone Il primo campionato del mondo disputato in Sudafrica da pesi massimi fu ospitato a Pretoria il 20 ottobre 1979, combattuto tra il pu...

20/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 19 OTTOBRE DEL 1984

Mike McCallum, tre corone iridate di Priminao Michele Schiavone Dagli anni ’80 del secolo passato si è assistito alla crescita del numero di pugili che hanno voluto superare i primati di ...

19/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 18 OTTOBRE DEL 1968

Vittorio Saraudi sconfigge Giovanni Biancardi di Priminao Michele Schiavone Il terzo campione italiano di Civitavecchia fu Vittorio Saraudi, figlio di Carlo, precursore del pugilato nella città...

18/10/2017

CAMPIONI DEL MONDO DI ORIGINE ITALIANA, MIKE BELLOISE

Al secolo Michele Belloise di Pietro Anselmi e Vincenzo Belfiore La famiglia Belloise ebbe dieci figli, quattro femmine e sei maschi. Di questi tre divennero pugili: Mike, Steve e Sal. Gli ultimi ...

18/10/2017

ADDIO A WALTER CEVOLI

GRANDE CAMPIONE RIMINESE di Alfredo Bruno Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. A Rimini ieri si è spento, all’età di 59 anni, Walter Cevoli, che fu campione italiano dei mediomassimi negl...

17/10/2017

UN GIORNO COME OGGI, IL 17 OTTOBRE DEL 1986

Jacobsen, un danese che fece la differenza di Priminao Michele Schiavone La storia pugilistica della Danimarca, anche se scritta da pochi pugili rispetto al maggior numero dei colleghi di altre nazi...

17/10/2017

Other news

04/01/2017 - NUOVE REGOLE AIBA
17/01/2016 - IL RITORNO DI HAYE
23/12/2015 - IL CASO TEPER
24/06/2015 - THE REAL ROCKYS
21/05/2015 - IL FIGHTER D'ITALIA
02/04/2015 - ROMA SUL RING
31/03/2015 - XX MEMORIAL BIAGINI
16/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/01/2015 - NEWS SUL FRONTE EBU
08/06/2014 - PANORAMA LOMBARDO
15/05/2014 - RASSEGNA LOMBARDA
28/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
27/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
26/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
23/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
22/03/2014 - UN GIORNO COME OGGI
25/02/2014 - ITALIANI IN EUROPA
23/12/2013 - BOXE SOTTO L'ALBERO
22/10/2013 - ACCADDE OGGI
20/10/2013 - UN GIORNO COME OGGI
17/09/2013 - MISCELLANEA TOSCANA
17/09/2013 - CAROSELLO ITALIANO
07/12/2012 - I MAGNIFICI 9
25/09/2012 - WSB TERZA STAGIONE
10/08/2012 - CIAO GUERRINO
08/02/2012 - BOXE E ARTE VISIVA
03/02/2012 - NOTIZIE DALLA IBO
27/11/2011 - ADDIO A RON LYLE
17/11/2011 - UN CUTMAN ITALIANO
20/09/2011 - ALVAREZ PIEGA GOMEZ
15/09/2011 - CRITERIUM GIOVANILI
18/07/2011 - HUCK FERMA GARAY
14/07/2011 - BOXE A BINAGO
13/07/2011 - MINUTO DI SILENZIO
05/07/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
28/06/2011 - SUI RINGS CANADESI
20/06/2011 - LOMBARDIA IN TOUR
12/05/2011 - DILETTANTI A VARESE
09/02/2011 - RITORNA LUCA MESSI
04/02/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
03/02/2011 - TITOLI MONDIALI WBA
28/01/2011 - KESSLER
27/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
24/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
23/01/2011 - FURY AFFRONTA BOTHA
21/01/2011 - LE ULTIME DALL'EBU
14/01/2011 - VERSACI E LAGANÀ
08/01/2011 - MORTO GARY MASON
23/12/2010 - LA WBO IN CINA
06/12/2010 - MORMECK VUOLE HAYE
06/12/2010 - FROCH DOMINATORE
22/11/2010 - MARTINEZ FULMINEO
18/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
13/11/2010 - LE ULTIME DALL'EBU
01/11/2010 - L’EBU IN OTTOBRE
30/09/2010 - MURRAY DI FORZA
25/09/2010 - ANCORA SOLIMAN
17/09/2010 - RIECCO STURM
04/09/2010 - GOLOTA BALLERINO
21/08/2010 - ADDIO A MAC FOSTER
21/08/2010 - DAWS DI FORZA
21/08/2010 - ADDIO A DENNY MOYER
17/08/2010 - I PROGRESSI DI FURY
17/08/2010 - DAPUDONG SBRIGATIVO
03/07/2010 - RIPARTE ANNUNZIATA
23/06/2010 - FRANCESI IN MAROCCO
22/06/2010 - CONFEMA DI WATERS